www.nonsprecare.it

Il punto debole di ogni donna? Sono sicura che la maggioranza risponderebbe: ‘i capelli‘. Si, perché possono essere biondi, bruni, ricci, lisci, afro: li vogliamo sempre come ce li ha qualcun altro. Questa è una verità immutabile, per cui tanto vale non applicasi troppo. Ovviamente il concetto va preso assolutamente alla leggera e non riguarda di certo la pulizia del capello, che è una cosa da fare frequentemente, anche se con la dovuta moderazione.
Perché anche se capita spesso nella vita di imbattersi in gente che potrebbe produrre olio extravergine spremendo le proprie chiome, è altrettanto frequente incontrare chi fa della pulizia una vera e propria mania, lavando i capelli in maniera ossessiva. Come accade per tutte le cose, anche la detersione del capello va eseguita in maniera precisa, e soprattutto, osservando determinate tempistiche.

Il capello va lavato quando è sporco, ci mancherebbe, ma buttarsi con la testa sotto l’acqua ogni sacrosanto giorno può essere davvero nocivo. Anzitutto dobbiamo considerare il fatto che lo shampoo è pur sempre un prodotto chimico realizzato in laboratorio e che il più delle volte nonostante diciture ‘BIO’ e etichette di colore verde, di naturale ha poco o nulla.
Ogni detergente possiede una quantità considerevole di tensioattivi, ovvero sostante chimiche che servono per esplicare l’attività di detersione. Senza considerare il fatto che anche l’uso smodato del phon provoca danni tremedi alle fibre capillari, bruciandole.
Le nostre bellissime estremità andrebbero lavate due volte a settimana, non di più, specie se i capelli sono particolarmente lunghi. Lo shampoo troppo frequente può danneggiare l’aspetto dei capelli in maniera considerevole, rendendoli stopposi e difficili da riordinare.

Lo sporco dei capelli altro non è che sebo prodotto dalle ghiandole sebacee presenti nel cuoio capelluto, ecco perché lo shampoo va eseguito massaggiando delicatamente la cute in modo da pulirla a fondo. I capelli sono diversi a seconda della provenienza: i curly, o addirittura gli afro, si sporcano meno velocemente rispetto agli altri perché il capello ha un percorso poco lineare che impedisce al sebo di essere visibile. Per questa ragione i capelli ricci potrebbero essere lavati anche solo una volta a settimana, specie considerando il fatto che per lo styling sono necessarie alcune ore. Va da se che chi ha i capelli lisci come spaghetti debba prendere almeno 2 o 3 appuntamenti settimanali con shampoo e phon. Non di più.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here