www.grazia.it

Tre anni fa impazzava la moda dei capelli intrecciati, che abbiamo visto praticamente ovunque: sulle passerelle, in tv, ai matrimoni, ai battesimi, ai bar mitzvah, al carnevale di Viareggio, al palio di Siena e alle sagre regionali del fungo e del tartufo. Le trecce erano diventate un incubo, i parrucchieri non ne potevano più: preferivano ustionarsi con l’ammoniaca delle tinture piuttosto che intrecciare ciocche di capelli tutto il giorno. Alle cerimonie quasi tutte le invitate sfoggiavano chiome intrecciate: sopra, sotto, di lato, sul retro. Insomma era più frequente incontrare una invitata con i capelli in stile Piccole Donne che un venditore di rose a Trastevere.

A quanto pare questa moda è riuscita a resistere al tempo e addirittura a cambiare pelle: oggi, così come ieri, le trecce sono un vero e proprio must. Parola di Matteo Baffetti, hair stylist del salone Davines Vincent Hair & Design di Firenze.
Secondo la sua opinione le prossime stagioni saranno dominate dalle trecce, che andranno di moda sia geometriche e precise che spettinate fai-da-te.
Ma perché le donne amano così tanto questa pettinatura? Anzitutto perché le lunghezze intrecciate si adattano praticamente a ogni occasione: sono perfette per una serata elegante ma anche per una occasione più easy. Per non parlare di tutte le situazini in cui abbiamo i capelli sott’olio e non sappiamo a che santo votarci: la treccia, nella sua semplicità, riesce a mascherare anche i capelli sporchi, bruciati, tramortiti, svenuti.

Facendo un giro nel web ho trovato moltissimi profili che si occupano di acconciature da sposa e la maggior parte di esse prevede almeno una treccia in qualche zona della testa. Siamo d’accordo sul fatto che quelle geometriche e ‘tirate’ stiano bene solo alle donne con il viso regolare, ma è anche vero che tutte le altre possono però ripiegare su quelle più ‘morbide’ e perciò in grado di ingentilire i tratti del volto.
La gallery vi mostra alcune delle acconciature più originali: a voi la scelta della vostra preferita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here