La vedova Winchester
Condividi quest'articolo!
  • 3
    Shares

La vedova Winchester è un nuovo horror tratto ovviamente da una storia vera. Stavolta davvero vera.

Uscito quest’anno, scritto e diretto da Michael e Peter Spierig, con protagonista Helen Mirren nei panni dell’ereditiera Sarah Pardee Winchester.

Dei fucili sicuramente ne avrete sentito parlare, sono i più famosi del mondo, ma sono davvero in pochi a conoscere la storia della famiglia Winchester. O meglio di ciò che fu dopo la morte di William.

La vedova Winchester: trama

1906: Sarah Winchester è la vedova di William, l’uomo che diventò famoso per i fucili di sua invenzione. La coppia ebbe una figlia che morì giovane ed altri da cui Sarah non si riprese più.

Morto il marito, Sarah si convince di essere maledetta dalle anime di tutte le persone morte proprio a causa del fucile. Una medium le suggerisce di costruire un’enorme casa per ospitare le anime e placarle.

Sarah dunque acquista una proprietà a San Jose in California dove fa costruire una gigantesca magione, la Winchester House. Per suo volere vi si lavora ininterrottamente 365 su 365 giorni all’anno, 24 ore su 24.

Ma la società Winchester inizia a dubitare della sua sanità mentale, perciò viene convocato il dottor Eric Prince che deve valutarla.

Eric fa la conoscenza di Marion Marriot, una nipote, e suo figlio Henry che vivono nella casa con la vedova.

Eric ha un segreto, anche la casa ha un segreto e tutti sono coinvolti, Henry compreso.

La vedova Winchester: tra finzione è realtà

Film interessante, quanto meno si distacca abbastanza dall’ormai consolidato genere horror moderno di effetti triti e ritriti. Non so perché m’ha fatto pensare all’esorcista.

Parlavamo giustappunto di horror qualche giorno fa, fra amici, notando come ormai questo genere stia collassando. Trame tutte uguali, effetti prevedibili, finali prevedibili. Fatti in serie insomma. Su questo La vedova Winchester prende un po’ le distanze, forse perché c’era poco da inventarsi.

Come ogni volta vien sa chiedersi: quanto c’è di vero?

La casa è vera, le situazioni raccontate nel film sono per lo più vere. Ovviamente la parte di fantasmi e possessioni non si sa se sia vera oppure no.

Sarah era davvero convinta di essere perseguitata dai fantasmi e perciò ha realmente costruito una casa con tante stanze, bagni, scale che non portano da nessuna parte,porte che si aprono sui muri e via dicendo.

Una curiosità? La vedova Winchester era ossessionata dal numero 13.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here