Mal di testa studi
Condividi quest'articolo!
  • 1
    Share

Mal di testa studi sul Partenio rivelano che si tratta di un efficace rimedio naturale.

Avete mai sentito parlare del Tanacetum parthenium? Si tratta di una pianta erbacea molto simile alla camomilla perché sono della stessa famiglia, le Compositae (o Asteracee).

Mal di testa studi sul Partenio: accenni botanici e storia

Si suppone che già un iniziale utilizzo del Partenio fosse già noto in epoca neolitica, nel Caucaso. Autori greci e latini ne argomentavano le proprietà nei loro studi, ad esempio Plinio nella sua Naturalis Historia, e Dioscoride nel De Materia Medica.

Il nome particolare deriva dal greco pàrthenos, che significa fanciulla e Tanaceto dal greco tànaos = lungo e akéomai = io guarisco, mentre nel latino medievale la parola tanasìa sembra derivare dal greco athanasìa = immortalità.

La piantina si presenta con un fusto eretto che può raggiungere anche i 70 centimetri di altezza. Le foglie sono dotate di picciolo ed i fiori sono molto piccoli come margheritine dall’odore però sgradevole. Cresce spontanea nei campi incolti adattandosi a tutti i tipi di terreni.

Se ne raccolgono le parti aeree in estate e si essiccano in luogo ombroso e ventilato.

Mal di testa studi sul Partenio: la composizione e le proprietà

La peculiarità del Partenio sta nella sua componente chimica, contiene difatti:

  • sesquiterpeni
  • flavonoidi
  • polifenoli

Principalmente era noto contro i disturbi mestruali, da qui il nome greco.

Gli studi più recenti hanno fatto emergere che il Partenio è un ottimo alleato contro il mal di testa (e la sottoscritta che sta assumendo integratori per tale motivo conferma).

Una sperimentazione è stata condotta presso la City of London Migraine Clinic con esiti incoraggianti. Nel 1988 i risultati positivi ottenuti da questi studi furono pubblicati sulla prestigiosa rivista medica Lancet.

In sostanza il Partenio migliora la sindrome emicranica pur non guarendola del tutto.

Ha inoltre proprietà antispasmodiche ed ipotensive.

Mal di testa studi sul Partenio: assunzione e controindicazioni

Per poter vedere degli effetti benefici gli integratori di Partenio vanno assunti costantemente, sotto controllo medico e non per un lunghissimo periodo.

In erboristeria, oppure online, si possono acquistare diversi prodotti a base di partenio.

Controindicazioni

Sconsigliato l’uso in gravidanza, allattamento e nell’infanzia.

L’utilizzo della pianta è inoltre controindicata in soggetti con allergie alle piante della famiglia delle Asteracee ed a chi effettua terapie anticoagulanti.

Fra le controindicazioni sono indicate: rush cutaneo, vomito, diarrea, cefalea, insonnia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here