Credit: web

Vi siete mai chiesti quanti esseri viventi abitano sulla Terra? O quanti batteri e microbi abbiamo nel nostro corpo? I ricercatori dell’università di Indiana, Kenneth Locey e Jay Lennon hanno portato avanti una ricerca che ha come scopo proprio la stima delle specie che vivono sulla terra. In questa ricerca si sono presi in considerazione non soltanto animali, ma anche i batteri, funghi, piante e microbi. Insomma tutto ciò che è macro e micro.

Ovviamente, come hanno dichiarato i due ricercatori non è stato facile prendere in considerazione tutti i microrganismi – batteri e funghi microscopici che abitano su alberi e piante – ma, attraverso una legge di scala che prende in considerazione due variabili – variazioni delle dimensioni del corpo e numero di specie trovate per area geografica – si è arrivati a calcolare una stima compresa tra 100 miliardi e un trilione di specie viventi di microbi sulla Terra. Ma la cosa sensazionale è che nella ricerca sono stati presi in considerazione solamente 10.000 specie coltivate in laboratorio e non tutte quelle esistenti, e quindi si può soltanto immaginare quante altre specie di microrganismi esistano. Il problema, comunque, non riguarda solamente il numero dei batteri, ma anche quelle specie ancora più piccole, i nanomicrobi i quali sono estremamente variabili e difficile da analizzare, dato la loro minuscola grandezza.

Negli anni precedenti sono state fatte ricerche proprio sulla stima delle specie microbiche e vediamo che, se nel 2004 esistevano all’incirca 35.000 specie, nel 2011 queste erano circa 8,7 milioni. Nel 2014, invece, le stime superavano i 10 milioni – furono prese in considerazione anche le specie che abitavano la barriera corallina.
Non dobbiamo dimenticare che, oltre alla volontà da parte dei ricercatori nel portare avanti questi studi, c’è anche un grande dispendio di energie e denaro, soprattutto. Infatti, uno studio sulla rivista Science ha dichiarato che per portare avanti una ricerca del genere si spendono all’incirca 1 miliardo di dollari all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here