credits: wset.wine-me

Il paradiso terrestre esiste davvero ed è sparso un po’ in giro per il Mondo, lontano dagli occhi, lontano dal cuore. Esistono dei luoghi meravigliosi che, probabilmente, molti di voi non avranno mai sentito nominare. Ecco i 10 luoghi più belli e inusuali di sempre.

1. La duna di Pilat

credits: telegraph.co.uk
credits: telegraph.co.uk

La duna di Pilat è la duna più alta d’Europa, la sua altezza varia di volta in volta e oscilla tra i 100 e i 120 metri. Si trova in Francia a 40 miglia da Bordeaux. La Dune du Pilat è abbastanza giovane, nel 1855 misurava solo 35 metri. È visitata da più di un milione di persone l’anno, è infatti inserita nel circuito turistico del Grand Site National di Francia.

2. Il negozio di Prada nel deserto

credits: telegraph.co.uk
credits: telegraph.co.uk

Prada Marfa è uno store permanente del famoso marchio italiano nel deserto americano, realizzato dagli artisti danesi Michael Elmgreen e Ingar Dragset e inaugurato nel 2005. Sorge precisamente nella contea di Jeff Davis in Texas, vicino la U.S Route 90, a circa 60 km dalla città da cui prende il nome, Marfa. Il marchio Prada non ha solo concesso agli architetti di usare il suo logo ma ha anche fornito una parte della collezione di borse e scarpe F/W 2005.

3. Andy Warhol in Slovacchia

credits: telegraph.co.uk
credits: telegraph.co.uk

Avete mai sentito parlare della città di Medzilaborce? Probabilmente no, eppure, nonostante i suoi 7 mila abitanti, è la seconda città del Mondo che ha la collezione più ricca -circa 160 dipinti- di Andy Warhol. Il motivo è molto semplice. Vicino a Medzilaborce, si trova il piccolo villaggio di Mikovà, che Andrej Varchola lasciò nel 1913 per trasferirsi a Pittsburgh, dove fu presto raggiunto dalla moglie Julia. Andrej e Julia chiamarono il loro figlio, molto fantasiosamente, Andrej, quello che, dopo qualche anno, sarebbe diventato il re della pop art.

4. Zucca gigante in Giappone

credits: telegraph.co.uk
credits: telegraph.co.uk

Tappa obbligatoria per i viaggiatori d’élite appassionati di arte contemporanea, l’isola di pescatori del Giappone, Naoshima, è riuscita in pochi anni a diventare un’importante meta turistica. La sua più famosa icona è la zucca gialla gigante con i pois, realizzata da Yayoi Kusama. La zucca si trova in riva al mare e a volte, a causa dell’alta marea, è anche sommersa dall’acqua. Dal 2010 Naoshima fa parte delle 12 isole del Giappone che partecipano alla Setouchi Triennale, una mostra artistica che si svolge ogni tre anni.

5. Spiaggia tropicale in Germania

credits: telegraph.co.uk
credits: telegraph.co.uk

Il paradiso in un hangar: l’isola tropicale della Germania si trova nella regione del Brandebrugo. Al suo interno le temperature oscillano tra i 25 e i 28 gradi centigradi. È un paradiso artificiale creato a 60 km da Berlino. Aperto giorno e notte, la struttura ha proprio tutte le caratteristiche di una spiaggia dei tropici

6. Il giardino dei miracoli a Dubai

credits: telegraph.co.uk
credits: telegraph.co.uk

Aperto il 14 febbraio del 2013, il Miracle Garden è un enorme giardino con circa 45 milioni di fiori che sbocciano dando vita a cuori, stelle e igloo. Il giardino è circondato dal deserto.

7. La città fantasma nel bel mezzo dell’Amazonia

credits: telegraph.co.uk
credits: telegraph.co.uk

La città, chiamata Fordlandia, fu creata quanto più somigliante possibile al Far West americano, sulle rive del fiume Tapajos. Purtroppo, la città utopica ideata da Henry Ford, non conobbe mai i suoni della vita umana, rimanendo per sempre disabitata.

8. La Little England in Cina

credits: telegraph.co.uk
credits: telegraph.co.uk

Quando pensiamo alla Cina ci vengono in mente i draghi rossi del Capodanno, gli involtini primavera, la seta, la festa delle lanterne, la pagoda e la Città Proibita. Certo è, che pensando al mondo orientale, non ci aspetteremmo di trovare una Little England a 20 miglia di distanza da Shanghai. La “Thames Town” riprende l’archittetura inglese vittoriana. Di fatto la città non è abitata, contrariamente a quanto si è soliti pensare, ma fa da scenario a numerosi matrimoni.

9. Il deserto di Tabernas in Spagna

credits: telegraph.co.uk
credits: telegraph.co.uk

La regione dell’Almeria a sud-est della Spagna è stata il set di numerosi film come “Indiana Jones” e “Cleopatra”, si trova anche un piccolo parco a tema chiamato “Mini-Hollywood”. Sembra come se un pezzo di Arizona sia stato trasportato nel vecchio continente. Tra scogliere, mare, deserto e montagna, in questa zona della penisola iberica proprio non manca nulla.

10. Il vulcano verde in Francia

posti meravigliosi sconosciuti

Qualcuno sapeva che la Francia ne avesse uno? Il vulcano in questione è molto diverso da quelli a cui siamo abituati, molto differente dal Vesuvio o da quelli delle isole americane del Pacifico, le Hawaii. Il vulcano verde francese è il Puy de Dôme nella regione di Chaîne des Puys nel Massif Central

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here