www.frontierarieti.com

Lasciala perdere, avrà le sue cose’, ‘Quando ti devono venire?’, ‘Ha il ciclo, è isterica!. Quante volte ci siamo sentite ripetere queste frasi da individui del sesso opposto? E quante altre ancora un maschio qualsiasi si è permesso il lusso di stroncare il nostro spirito battagliero riducendolo a una mera sindrome mestruale? Quando sono oggetto di simili illazioni la mia risposta è sempre la seguente: ‘io avrò anche il ciclo, ma tu che scusa hai?’ Certo, perché non possiamo rimanere impassibili dinnanzi ad alcune dinamiche sessiste della vita, specie se consideriamo in fatto che molti uomini siano decisamente più isterici dell’intero genere femminile terrestre.

Sostengo da tempo immemorabile che anche i maschi soffrano di qualche strana dinamica che agisce pesantemente sul livello del loro umore: quante volte ci siamo trovati dinnanzi a comportamenti da fare impallidire anche la più lamentosa delle donzelle? Vi siete mai chiesti perché, pur non avendo il Mar Rosso in piena fra le cosce, anche gli uomini siano capaci di dimostrare nevrosi acute almeno quanto le donne? Se per loro non si può parlare di sindrome premestruale, secondo alcuni esperti si può parlare invece di ‘Irritable Male Syndrome‘, che comporterebbe nei maschi considerevoli sbalzi ormonali a causa dei quali diventerebbero irascibili, nevrotici e completamente schizzati.
Secondo il sito www.vouchercloud.com in un sondaggio basato su 2412 persone di sesso maschile, almeno il 26% sarebbe convinto di soffrire dei sintomi del ‘ciclo maschile’ ogni mese. I sintomi più diffusi sarebbero l’irritabilità (56%), stanchezza (51%), maggiore voracità (47%), emotività (43%).

Ma il sondaggio non è certo l’unica fonte di questa tesi: il professor Peter Schlegel, presidente del dipartimento di Urologia al New York-Presbyterian and Weill Cornell Medicine, ha spiegato al Daily Beast che le donne sono soggette a cambiamenti ormonali più o meno regolari, ma che anche gli uomini vivono mutazioni simili, alcune volte addirittura giornalmente.
Personalmente mi sento in pace con me stessa: finalmente ho un supporto scientifico su cui basare una idea che coltivo da sempre, è cioè che i maschi non avranno certo bisogno di Tampax, ma l’arrivo di un marchese invisibile stordisce anche loro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here