www.boredpanda.com

Copri il bambino, mettigli il cappellino, evitiamo di uscire perché piove’ sono solo alcune delle frasi pronunciate dalle madri italiane, le meno spericolate d’Europa. Se negli altri paesi le mamme conducono un vita normale con pargoletti al seguito, in Italia si cerca di proteggere i più piccoli anche da un semplice spiffero di vento.
Eppure c’è chi non si preoccupa assolutamente di meteo e limiti culturali, considerando il proprio bambino alla stregua di un adulto e coinvolgendolo in attività che farebbero impallidire moltissimi genitori.
Karen Edwards è la dimostrazione lampante che con un bambino al seguito si può fare praticamente tutto. Infatti, in compagnia del suo partner Shaun Bayes, ha deciso di compiere un viaggio per il mondo assieme alla loro bambina, Esmé.

L’infermiera 31enne ha dichiarato:’Prima di rimanere incinta io e il mio compagno vivevamo zaino in spalla e rinunciare ai nostri giri era praticamente impossibile. Quando abbiamo annunciato la nostra partenza in compagnia di Esmé tutti ci hanno presi per pazzi. Il nostro obiettivo principale è quello di stimolare tutti gli altri genitori a non abbandonare passioni e abitudini una volta nato il proprio figlio.’


Per questo motivo Shaun ha lasciato il suo lavoro, venduto la sua auto e affittato la sua casa prima di partire alla scoperta di tutti i continenti. Naturalmente la piccola Esmé, di appena 10 settimane, è stata vaccinata prima di lasciare il Regno Unito ed è diventata il simbolo più chiaro, e dolce, della libertà. Quella a cui le persone rinunciano non appena diventano genitori, perdendo per sempre esperienze di vita che non andrebbero mai chiuse in un cassetto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here