venerdì, 5 Giugno 2020

Beauty

Home Beauty
Il mondo del beauty tra tendenze, novità e consigli su come prendersi cura di se stessi

Cellulite e radiofrequenza, le regole per una pelle più bella

Nell’immaginario collettivo la cellulite è tra gli incubi peggiori per una donna, dal momento che porta con sé i famigerati e fastidiosi inestetismi. Rappresentano un muro invisibile che separa da una perfetta ‘prova costume’, inoltre sono in grado di minare la propria autostima. La parola chiave è tonificare, un concetto molto caro alle più sofisticate tecnologie di estetica, come la radiofrequenza, che puntano a migliorare e rigenerare la pelle oltre a restituire consapevolezza di sé e del proprio corpo. Sono molti i fattori scatenanti della cellulite, oltre a una possibile predisposizione genetica e in generale a una vita troppo sedentaria, scandita da un’alimentazione scorretta. E’ bene precisare, inoltre, che questo disturbo può essere legato alla quantità di ormoni estrogeni contenuti nella pillola anticoncezionale, divenuta di uso sempre più comune, ma anche a determinati indumenti che possono avere un effetto negativo sul corpo. E’ il caso di slip con un elastico eccessivamente stretto o troppo rigido, ma anche body extra fascianti, autoreggenti e jeans super aderenti. Il motivo è presto detto e riguarda la circolazione sanguigna, che in tutti questi casi risulta ostacolata. Parlavamo anche di alimentazione da controllare, in merito alla quale è possibile indicare due consigli clou: il primo è sul dosaggio del sale, che deve essere limitato in modo da non favorire la ritenzione idrica, mentre il secondo riguarda il consumo di superalcolici il quale va a impegnare in modo anomalo i processi di smaltimento da parte del fegato e rende la digestione più macchinosa e complicata. Ad essere colpite dalla cellulite sono le zone dei glutei, ma anche i fianchi, le cosce oltre a polpacci e braccia: è percepibile in queste aree – che risultano più fredde – una scarsa sensibilità al tatto.

Tecnologie avanzate contro i segni dell’invecchiamento

Le donne che si rivolgono ai professionisti della bellezza per combattere la cellulite con la radiofrequenza possono contare sui progressi fatti dalla tecnologia estetica, oltre che fare affidamento sulla costante formazione del personale da parte di team come Oz Training Solutions. La radiofrequenza capacitiva monopolare, in particolare, è un trattamento moderno ed efficace che viene impiegato nella lotta ai segni dell’invecchiamento della pelle. Una tecnologia indolore, in grado di andare a combattere gli inestetismi della cellulite ma allo stesso tempo di ridurre le rughe e restituire tonicità ed elasticità ai tessuti. I risultati si vedono fin dalle prime sedute (la cui durata media oscilla tra trenta minuti e un’ora), che vengono concordate assieme al professionista e messe in un calendario. Inoltre, quei progressi raggiunti – percepibili sia nell’aspetto che al tatto – restano stabili nel tempo. Il numero delle sedute naturalmente è soggettivo, basato sul livello di invecchiamento della pelle, la tipologia di quest’ultima e l’ampiezza della zona che richiede il trattamento. Ma come funziona? Attraverso l’emissione di onde radio localizzate, innescando un naturale effetto lifting che agisce attraverso il passaggio di calore cutaneo: quest’ultimo – una sorta di shock termico – serve a stimolare la produzione di collagene da parte dei fibroblasti, le cellule caratterizzanti il tessuto connettivo. La persona percepisce un calore più intenso nei punti del tessuto epidermico dove si trovano gli edemi ed è presente la cellulite.

Bellezza e benessere con le fasi lunari

Bellezza regalata dalla luna, benessere con le fasi lunari: i nostri consigli e segreti per essere sempre al top.

Le nostre nonne seguivano sempre la luna e le sue fasi per sapere quando era meglio fare una cosa piuttosto che un’altra.

Quando tagli unghie e capelli guardi la luna? E quando fai una pulizia del viso?

No? Ecco perché dovresti farlo.

Fasi lunari, capelli e bellezza del viso

La luna calante è ideale per una pulizia profonda e per eliminare le tossine (via libera alle tisane). Ottime le maschere detox e trattamenti purificanti, procedimenti invece sconsigliati in luna crescente.

Sono invece ottimi i trattamenti di ricostruzione unghie in luna crescente e maschere idratanti, questo periodo è anche consigliato per i trattamenti tonificanti del corpo.

Volete una chioma forte e sana? I capelli vanno tagliati in luna crescente. In luna calante è consigliato tagliare i capelli se si desidera un’acconciatura che duri a lungo.

In luna crescente è consigliabile anche una maschera intensa per nutrire i capelli.

E la tinta? Fare la tinta ai capelli durante la fase crescente della Luna, assicura un colore pieno e brillante. Più intenso e resistente.

Bellezza, dieta, trattamenti estetici e luna

Assolutamente da evitare le abbuffate in luna crescente e attenzione alla ritenzione idrica: trattamenti drenanti non sono consigliati ora. A contrario la luna crescente favorisce l’inizio dei regimi ipocalorici, per smaltire un po’ di peso in eccesso.

Invece con la luna calante si tende a ingrassare di meno.

Durante la luna calante è consigliabile effettuare la depilazione che sarà più efficace e duratura

Infine fare un manicure con la luna crescente assicura unghie forti e resistenti.

In luna calante sono anche consigliabili le cure dentali ed i massaggi drenanti, le cure contro la cellulite e contro le micosi, bene togliere le verruche ed asportare i calli, molto bene anche le diete detox e farsi fare la permanente.

Libri per l’anima: il Tao per un anno di Deng Ming-Dao

Libri per l’anima: il Tao per un anno di Deng Ming-Dao.

Oggi trattiamo un libro che racchiude varie e molte massime (una per ogni giorno dell’anno) che toccano tanti aspetti della nostra vita.

Il giorno che ho scelto, oggi, per parlare di questo libro non è casuale poiché il lunedì è un inizio ed è esattamente con l’inizio che si apre questo libro.

Tutto ha un inizio, tutto incomincia con un primo passo e noi siamo pieni di progetti, attese, speranze ma prima di tutto questo dobbiamo prenderci l’impegno di restare sempre in contatto con noi stessi, dobbiamo aver ben chiare le nostre scelte e le nostre decisioni solo così porteremo a buon fine i nostri progetti.

Su questa linea d’onda si svolge il contenuto del libro che, come accennavo prima, si rifà alla filosofia taoista, l’autore del resto ne è uno studioso e si è impegnato affinchè i dettami di questa filosofia fossero a disposizione di tutti e soprattutto fossero semplici.

Il Tao per un anno di Deng Ming-Dao

Tempo 

Il fiume:corso impetuoso, 
ininterrotta corrente. 
Sorgente,canale,foce. 
Può tutto ciò esser diviso?

Ogni giorno ci troviamo di fronte a un problema particolare.

Dobbiamo verificare il passato,affrontare il presente,progettare il futuro. 
Chi crede che “ai vecchi tempi” la vita fosse migliore è talvolta cieco alla realtà del presente; chi vive solo per il presente ha spesso scarso rispetto per quanto lo segue o precede; chi vive solo in attesa di una ricompensa futura si affatica in un rifiuto continuo…alla fine questi tre elementi(passato,presente e futuro), devono equilibrarsi e riunirsi nella maniera appropriata. 

Dobbiamo cercare di capire in che modo il passato ci condiziona, arricchire il presente di esperienze soddisfacenti e dedicare un po’ delle nostre energie quotidiane alla costruzione del futuro. 
Così come un fiume si compone di parti non chiaramente divisibili,anche noi dovremmo considerare la totalità del nostro tempo,quando decidiamo come trascorrere la nostra vita. 

Di cosa tratta in sostanza il taoismo?

Il pensiero taoista si basa sul concetto di armonia universale che lega fra loro gli elementi. Questo si chiama Tao, esso è in ogni cosa, è un flusso vitale è l’origine delle cose ed è ciò, secondo la filosofia, a cui tutti dovrebbero mirare. L’equilibrio e l’armonia fra tutte le cose.

Probabilmente avrete visto quel cerchio tagliato in modo ondulato a metà, una bianca e l’altra nera, ognuna delle quali contiene a sua volta un piccolo cerchio del colore opposto, quella è la raffigurazione del Tao e le due metà si chiamano ying e yang: lo yin è il principio femminile, passivo ed oscuro, identificato con la luna mentre lo yang il principio maschile, attivo e luminoso, identificato con il sole.

Yin e yang sono opposti e complementari tra di loro su questo si basa l’equilibrio.

Il Tao per un anno di Deng Ming-Dao

Disastro

Notte muta e nera, fuoco improvviso. Distruzione.

I disastri possono cambiarci profondamente, ma passano. Dobbiamo aggrapparci alle nostre convinzioni più radicate e ricordare i nostri intenti. Se restare cenere, o diventare araba fenice, dipende da noi.

Io lo leggo molto spesso perché la trovo una lettura molto profonda e piacevole, perciò ve lo consiglio, sia che vi troviate ad un bivio della vostra vita, sia che avete voglia di una “lettura diversa” che vi dia un’interpretazione della vita da un altro punto di vista, sia che siate o no alla ricerca di risposte o di spunti per riflessioni.

Buona lettura a tutti!!

Occhiali da sole e tendenze di moda: quali scegliere?

La moda uomo sembra sempre più semplice e meno pretenziosa di quella femminile. Le donne possiedono abiti di varia forma e natura, infinite tipologie di maglie, scarpe, camice e top mentre l’uomo sembra indossare sempre gli stesi capi. Eppure non vi è nulla di più sbagliato di questa concezione perché, per esempio, se si guarda ai trend degli occhiali da sole da uomo si potrà notare come il mercato della moda offra infinite possibilità di scelta e di gusto.

La moda uomo è ispirazione, gusto e varietà

Quello degli occhiali da sole è un mercato ampio e costellato di proposte nuove ogni anno come lo è del resto la moda abbigliamento. Se dai un’occhiata ai look maschili di tendenza, infatti, potrai notare come la moda offra soluzioni innovative e anche estrose a volte molto più rispetto a quella dedicata all’universo femminile. Anzi è proprio la moda femminile ad aver preso in prestito tagli e modelli da quella maschile, proponendo calzature e maglioni extra large in tutto e per tutto uguali a quelli dell’universo uomo.

Vecchio e nuovo si fondono in modelli ibridi di tendenza

La moda di quest’anno ha offerto occhiali da sole squisitamente retrò, ma non solo rifacendosi al gusto degli anni settanta. Se sono tornati di grande moda gli occhiali Carrera e Ray Ban con montatura classica fine e lente a goccia, anche il gusto anni novanta ha spopolato grandemente. Di questi ricordiamo il modello Police, con la montatura rinforzata sulla parte superiore e lente semi scura. I Police del 2019 offrono una montatura retrò ed uno stile sfumato grigio e nero che dà un tocco ultramoderno in un mix di tempi e culture che passano anche dallo stile grunge degli anni Quaranta marchiato USA. Seguono anche modelli a montatura quadrata e dorata con lenti verdeggianti dall’aspetto stiloso e classicheggiante, adatte sicuramente a uomini che sanno distinguersi anche a partire dai piccoli dettagli. Per questo la montatura con lenti quadrate è stata ripresa da più brand e trasformata anche in gusto sportivo e casual.

Le lenti rotonde diventano il vero must have di quest’anno

Sempre parlando di moda occhiali non possiamo non menzionare le lenti rotonde che hanno praticamente invaso il mercato. Le lenti rotonde si pensava non potessero calzare su tutte le forme del viso come quelle quadrate. Incredibilmente però queste hanno preso piede così velocemente da divenire in poco tempo la scelta prediletta di chi si sente a tutti gli effetti fashion victim. Gli occhiali a lenti rotonde attuali sono certamente più stravaganti dei gran classici descritti qui sopra ma sono il modello di tendenza a cui puntare se si ha voglia di fare un cambio di stile improvviso. Le lenti rotonde evocano un po’ lo stile John Lennon, un po’ quello da trapper milionario e piacciono indistintamente agli uomini dal gusto classico e a quelli che amano osare. Per questo le aziende hanno declinato le lenti rotonde su più stili di montatura centrando in pieno l’obiettivo: sono diventate un vero e proprio must have del 2019.