Beauty

Home Beauty
Il mondo del beauty tra tendenze, novità e consigli su come prendersi cura di se stessi

Capelli corti e ricci, come trovare il look perfetto

Riuscire a trattare i ricci in stile anni ’70 è possibile grazie ad una serie di consigli da seguire per mettere in “riga” la vostra capigliatura folta. Cercare di creare delle onde soffici oppure dei ricci ristretti, a volte non è facile perché c’è da dire che i capelli mossi, seppure sono dei veri e propri modelli, sono difficili da mettere in piega. Se si vuole fare un effetto Afro coi capelli più corti oppure creare delle onde morbide, bisogna innanzitutto avere il taglio giusto. Generalmente, la cosa migliore è quello di aumentare la lunghezza del ciuffo, così da garantire un effetto avanti un po’ più glam.

La creatività nella messa in piega dei capelli ricci

Per riuscire ad avere l’effetto anni 70 sui ricci bisogna sistemare per bene con il giusto taglio i propri capelli. Le acconciature devono essere realizzate con un taglio scalato e leggero, in modo tale che il riccio possa assumere dimensioni diverse e quindi potrà essere un boccolo soffice. Il modo migliore per dare forma ai capelli ricci sta nell’uso del phon oppure delle piastre specifiche per questo genere di capelli. Inoltre, la cosa importante è che i capelli devono essere sempre lasciati sciolti lungo le spalle e magari, sarebbe l’ideale anche arricchire questo effetto con un colore riflessato in varie tonalità.

Il riccio e i capelli corti

Con i capelli più corti, per riuscire ad avere una linea sinuosa con il riccio, devono avere un paio molto scalato possibilmente con dei tocchi più corti dietro. E’ molto importante, perché soltanto in questo modo si riuscirà a creare un effetto glam e non quello stile fungo che invece rischia di spaventarsi quando i capelli corti hanno tutti la stessa lunghezza. Il consiglio perciò è sempre quello di mantenere un look naturale con delle punte lunghe davanti per coloro che vogliono capelli corti e ricci.

Dieta disintossicante di 1 giorno: come farla e perchè

Dieta disintossicante di 1 giorno

Dieta disintossicante di 1 giorno, una sfida importante per iniziare bene la nuova stagione.

Non è una dieta tradizionale, quindi niente regimi ristretti, né fame snervante, è una giornata di riequilibrio, di simil digiuno, davvero molto utile.

Vediamo di cosa si tratta.

Dieta disintossicante di 1 giorno: perché farla

Obiettivi:

  • disintossicare l’organismo
  • eliminare i liquidi stagnanti
  • sgonfiarsi
  • perdere peso

Vi accorgete di quante tossine si accumulano nell’organismo?

Smog, stress, cibi non salutari e inquinamento fanno sì che nel nostro corpo si accumulino metalli pesanti e scorie.

Quindi sarebbe bene una volta alla settimana osservare una dieta liquida fatta di sostanze in grado di depurare il corpo.

Dieta disintossicante di 1 giorno: come farla

Durante la giornata detox sono ammessi solo liquidi, frutta e verdura, niente pane, caffè, alcolici, sale, farine, zucchero, latte, carne e pesce.

Esempi:

  • Colazione
    2 frutti di stagione o 200 gr di macedonia
    Té verde o tisana
  • Pranzo
    1 frutto di stagione
    200 g di verdure crude o insalata mista
    60-80 g di riso basmati o integrale
    200 g di verdure cotte
  • Spuntino
    1 frutto di stagione
  • Cena
    60 g di riso basmati
    200 g di verdure cotte a vapore
  • Dopo cena
    Tisana calda al limone

Oppure:

  • Risveglio: un bicchiere di acqua a temperatura ambiente succo di un mezzo limone bianco
  • Colazione: una spremuta non zuccherata preparata con 2 arance (o pompelmo rosa.)
  • Pranzo: tisana a scelta
  • Pomeriggio: tisana a scelta
  • Cena: una spremuta non zuccherata preparata con 1 limone o 1 arancia
  • Prima di coricarsi: tisana a scelta o una tazza di camomilla non zuccherata.

Dieta disintossicante di 1 giorno: cose importanti da ricordarsi

In questa giornata non devono mancare:

sport:

  • camminata
  • giro in bici
  • una nuotata

Pediluvio detox:

  • aceto di mele
  • sale
  • bicarbonato

Mettere tutto in un secchio e riempire di acqua calda, tenervi dentro i piedi per 20 minuti.

Quali sono i vostri beveroni preferiti nella giornata depurativa?

Invecchiamento cutaneo: come prevenirlo con i segreti di Michelle Obama

Invecchiamento cutaneo

Invecchiamento cutaneo: combattilo con i segreti di bellezza di Michelle Obama!

E’ sempre più pazzesca, l’ex first lady ha tagliato da un po’ il traguardo dei 50 ed è sempre più bella e radiosa.

Grintosa, tenace, si prende molta cura di se stessa: fa movimento, beve molta acqua e promuove una dieta sana senza il junk food tanto amato dagli americani (compreso suo marito).

Vi sveliamo i segreti anti age di Michelle.

Combattere l’invecchiamento cutaneo come fa Michelle Obama

E’ sempre in attività, sempre impegnata ed ha un aspetto sempre impeccabile.

Niente rughe, niente occhiaie, incarnato radioso e pelle di pesca. Ma come fa questa donna a non invecchiare?

I suoi segreti son stati svelati dalla facialist Jennifer Brodeur, dal 2014 a fianco dell’ex first lady.

La signora Obama in primis conduce uno stile di vita sano: cibo buono e movimento.

Non fa tanti scrub o peeling, usa crema anti-infiammatoria integrata da vitamina C il giorno e vitamina A la sera.

Per rendere idratata la pelle, miscele a base di collagene e vitamina C.

Michelle è anche una fan dell’ossigenoterapia che effettivamente fa miracoli per la pelle.

Invecchiamento cutaneo, i segreti antiage di Michelle Obama

Per contrastare gli anni che passano, Michelle ha un ottimo alleato: l’olio di peonia. Lo applica sul viso ogni mattina prima del siero. In più, lo ha sempre con sé quando viaggia in aereo, rigorosamente struccata, insieme a un integratore di collagene.

Quest’olio ha proprietà antinfiammatorie e idrata in profondità la pelle.

Usa anche maschere in gel al collagene e pare che di recente abbia scoperto un gel organico che contiene spilanthol, un anestetico locale biologico che deriva da un estratto della pianta oleracea Acmella. Sembra che a consigliarglielo sia stata la Duchessa di Cambridge, Kate Middleton in persona.

Le tendenze moda della prossima stagione

Abiti, borse e gioielli: ecco quali sono le principali tendenze per l’autunno inverno 2019/2020. Nelle sfilate milanesi e tra i blog dei maggiori influencers mondiali, emergono già quelle che saranno le tendenze per il prossimo autunno. Torna assolutamente di moda il look animalier! Dagli stivali alle borse, a qualunque tipo di accessorio, le forme geometriche e gli sfondi animaleschi avranno un ruolo privilegiato nel guardaroba femminile. Un’altra tendenza assolutamente da non perdere per il prossimo autunno, per essere belle e trendy, è quella del cerchietto che invaderà il cosiddetti “street style“. Sta arrivando una cerchietto – mania: l’accessorio diventerà particolarmente gettonato in tutte le sue forme e negli stili più particolari. È un elemento di abbigliamento che non dovrà mancare nel cassetto delle donne nei prossimi mesi!

Autunno – inverno 2019/2020: il look e gli accessori che non potranno mancare!

Un altro stile che sta spopolando nel corso di questo anno e che è destinato a diventare imprescindibile per la moda autunno – inverno 2019/2020, è quello della vita alta. I capi a vita alta sono unici, vintage ed eleganti: pantaloni e gonne a vita alta, vi permetteranno di apparire più snelle e alte. Nella prossima stagione saranno sempre di più i modelli a vita alta che invaderanno il guardaroba di tutte noi. Un altro accessorio che sta spopolando è la fibbia o le cosiddette “fusciacche” che sono diventate degli elementi imprescindibili della passerella. In tutti i casi sono richieste applicazioni e, insieme alle cinture, sono assolutamente da non perdere e da abbinare a grandi camicioni o per vestiti con drappeggi e con tagli asimmetrici. Tra le tendenze per il prossimo autunno in fatto di borse, vi è la “belt bag” è una di quelle che sta spopolando ed è destinata a sopravvivere anche nel corso del prossimo autunno. Come sceglierla? Puntante alle borse arricchite con maxi tasche e stampe particolari.