Benessere

Home Beauty Benessere
Consigli e notizie su come stare bene e rilassarsi all'insegna del benessere

Le regole della cromoterapia per dire addio allo stress

Quando siamo di umore scuro o al settimo cielo, quando le cose vanno bene sul lavoro oppure ci sono problemi in famiglia la tentazione è scegliere capi d’abbigliamento e accessori di certi colori che, insieme ad alcune inequivocabili espressioni del viso, riescono a raccontare agli altri il nostro stato d’animo. Il rapporto tra colori e sensazioni è alla base della cromoterapia, pratica alternativa che fa leva sulle proprietà dei colori ritenendo che possano influire positivamente sulla psiche.

Si pensa che, inconsciamente, scegliamo di indossare abiti e borse di una certa tonalità così come siamo più propensi a mangiare cibi di alcuni colori per sentirci più a nostro agio nell’affrontare situazioni diverse. Sembra insomma che esista una stretta connessione tra la nostra mente e la scala cromatica: saperla leggere consente di ritrovare il buonumore o voltare pagina dopo un insuccesso. Indossare un maglione verde può trasmettere una sensazione di evasione e relax, richiamando alla mente la natura. Così come una sciarpa arancione sarà in grado di rivelare uno slancio di ottimismo verso una decisione da prendere e un cappello giallo potrà ispirare positività e gioia. Il rosso è un sinonimo di fascino e passione raccontato al meglio da trucchi e smalti, mentre il nero riveste un doppio ruolo: come un cappotto scuro riesce a definire un periodo negativo così una borsa nera può rappresentare un dettaglio chic su un outfit da sera. Quello dei saldi è il periodo migliore dell’anno per arricchire il guardaroba di nuovi spunti colorati e se siete amanti dello stile non vi lascerete sfuggire le borse Bottega Veneta scontate da abbinare a un mare di cappotti e parka, veri mattatori delle preferenze fashion nella stagione fredda.

La moda, interprete della nostra personalità

I colori puntano a comunicare con il nostro organismo, indicandoci spesso la strada migliore da prendere, immersi come siamo nella continua ricerca di un equilibrio psico-fisico. L’importanza dei dettagli, nella moda ma non solo, è spesso cruciale e può incidere anche sul design della nostra abitazione: il momento della scelta della nuova tonalità con cui rivestire le pareti di casa è decisamente rilevante poiché ci consentirà di fare dei veri e propri ‘bagni di colore’ ogni giorno. La cromoterapia ci fa star bene in primis con noi stessi e, di riflesso, migliora le relazioni con gli altri. La moda si fa interprete della nostra personalità e dialoga con le stagioni, per creare degli abbinamenti sempre perfetti. Il bianco rappresenta la purezza e il candore della neve: una borsa e un paio di guanti di questo colore sapranno ad esempio interpretare il mood rilassato di una settimana ad alta quota. Allo stesso modo il rosa, declinato in casacche e camicette sbarazzine, potrà sottolineare una predisposizione anche mentale all’arrivo della primavera. La luce si riflette su ciò che indossiamo ogni giorno e restituisce un’immagine di noi esattamente come la vogliamo: positiva, spensierata oppure in attesa di novità. In un flusso di energia spesso veicolato dalla sensazione di benessere che filtra dal gusto per lo shopping: un metodo più che piacevole per accrescere l’autostima.

I 10 alimenti della felicità (FOTO)

Quelli che, come me, sono schiavi della tavola apprezzano qualsiasi tipo di pasto o spuntino, senza tenere conto assolutamente di calorie e grammi di zucchero. A volte non so perché mangio così di frequente, mi piace divorare qualsiasi cosa ho sottomano e me ne frego se mi fa male o mi rovina la linea: il cibo mi rende davvero felice.
Naturalmente la mia esperienza è estremamente soggettiva, e a rasserenarmi non sono quasi mai i frutti di bosco e gli asparagi selvatici, bensì patate fritte e schifezze di ogni genere.
Studi recenti hanno però dimostrato che ci sono alcuni alimenti in grado di influire sull’umore delle persone, e che, se consumati, riescono a renderci assolutamente più felici.

Alimenti fermentati

yogurt
Gli alimenti che derivano dalla fermentazione migliorano il nostro umore in quanto capaci di regolare l’intestino. Bisogna scegliere crauti, tempeh, miso, kefir, kombucha, kimichi, amasake o anche il comunissimo yogurt.

Vitamina B

riso
Se si desidera vivere con il sorriso stampato sulla faccia non bisogna sottovalutare l’importanza della Vitamina B, contenuta in cibi come legumi, frutta a guscio, semi, riso integrale, avena, spinaci e broccoli sono alimenti ricchi di vitamine del gruppo B (B1, B3. B6. B9 e B12).

Cibi con foglie verde scuro

spinaci.1024x768
Vitamina C e magnesio sono due sostanze capaci di trasformare il triptofano e la tiroxina in serotonina e dopamina, i neurotrasmettitori responsabili di felicità e benessere. In questo caso gli spinaci rappresentano la fonte migliore di queste sostanze.

Alga spirulina

spirulina2
All’apparenza questa tipologia di alga appare un po’ gommosa, invece la sua consistenza ha identità molto forte e decisa. L’ideale sarebbe condirla con il sesamo, come fanno in Giappone.

La maca

Maca-Lepidium-Meyenii-wwwguarigionenaturale.com_
Conosciuta anche come ginseng delle Ande è una pianta tipica delle zone andine ed è popolare fin dai tempi degli Inca come rimedio naturale contro lo stress. Ricca di calcio, fosforo, potassio, magnesio e ferro, vitamina B1 e B2, vitamina C e vitamina E, essa è toccasana per il benessere interiore.

Vitamina D

sardine-770x433
La vitamina D si assume attraverso gli alimenti o mediante l’esposizione ai raggi solari. Proprio per questa ragione è importante assumere cibi ricchi di vitamina D durante i periodi di scarsa luce.

Cacao crudo

cacao
Il cacao crudo (ovvero con semi e polvere di cacao crudi non tostati e lavorati a più basse temperature) agisce sul livello di serotonina, l’ormone della felicità.

Frutta secca

frutta
Per mantenere la stabilità dell’umore si può ricorrere a semi di girasole, semi di lino o di zucca, nocciole, mandorle, noci e anacardi sono ricchi di acidi grassi Omega3, triptofano, zinco e ferro.

Banana

peeled-banana
Non tutti sanno che le coloratissime banane (vitamina B6, triptofano, ferro, magnesio e potassio) sono un vero e proprio antistress naturale, in particolar modo se assunte nelle ore del mattino. Essendo poi ricche di fibre, aiutano la digestione e regolano i livelli di zuccheri presenti nel nostro sangue.

Frutti di bosco

815_FA0063-FruttidiBosco
Oltre a trasmettere allegria per il loro colore variegato e acceso i frutti di bosco sono pieni di vitamine e antiossidanti, fondamentali per aiutare il cervello a recepire i segnali di benessere.

Fine delle vacanze? Aiuto, non sono pronto

Mancano pochi giorni a Settembre, mese che è anche sinonimo di “estate e vacanze finite”. Si avvicina l’inesorabile e “drammatico” momento del rientro: rientro in città, rientro al lavoro, rientro a scuola.
Dimenticatevi la spensieratezza di qualche giorno fa, e preparatevi ad alzarvi presto la mattina.
Molti credono di riprende il solito tran-tran più carichi di prima, invece, il più delle volte, si è più stanchi di prima: dolori muscolari, insonnia, nervosismo, cali d’attenzione e mal di testa sono all’ordine del giorno.

È importante che il rientro avvenga gradualmente, in modo tale da non sentire eccessivamente le conseguenze negative in seguito al forzato abbandono del relax. Gli studiosi consigliano di ritornare qualche giorno prima dal rientro sul posto di lavoro, così da iniziare a riprendere le vecchie abitudini.

Fate sport. Andare al lavoro con la bicicletta, fare lunghe passeggiate o intraprendere attività tipo yoga, pilates e thai-chi-chuan – o simili – aiutano ad attenuare il trauma e lo stress del rientro post estate.
Accompagnate l’attività fisica con una “dieta” equilibrata. È normale prendere qualche chilo durante le vacanze, per questo un’alimentazione equilibrata con cibi salutari non può che farvi bene.

Non solo per gli adulti, questi consigli valgono anche per bambini e ragazzi, che dopo quasi tre mesi di vacanze devono affrontare un faticoso rientro a scuola. Aiutateli a prepararsi facendo fare loro i compiti estivi, riabituandoli a stare sui libri. Scandite la loro giornata in modo diverso: introducete prima dei momenti ludici attività tipiche dell’ambiente scolastico, leggere un libro o fare un disegno è già qualcosa.

Come riprendersi dopo le vacanze? Non c’è un rimedio magico preciso, non esiste un antidoto. L’importante è, anche se gli impegni sono tanti, non dimenticare di dedicare del tempo a se stessi.

[Credit: ultimenotizieflash.com]

Vinoterapia, il nuovo trend per un trattamento anti-aging

L’autunno è certamente il periodo delle foglie che cadono, delle castagne e della vendemmia, ma non sempre quest’ultima viene fatta per realizzare il vino. Sin dai tempi degli antichi greci e romani si praticava un trattamento di bellezza fatto appunto con la vite, che venne poi riscoperto nel 1996 dall’esperta di vini Mathilde Cathiard- Thomas che lo ribattezzò con il nome di vinoterapia.

La vinoterapia, ormai diffusa in tutto il mondo soprattutto nei paesi maggiori produttori di vino come Italia, Spagna, Argentina e Francia, è un trattamento curativo anti-aging che sfrutta il potere antiossidante del vino. La cura anti età non è l’unica prodezza di questa terapia, infatti se il vino viene miscelato con altre sostanze, come succo di limone, miele ed erbe aromatiche, avrà degli effetti benèfici nella cura dei capelli e assumerà la funzione di calmante e snellente per il corpo.

Le Spa che hanno accolto la vinoterapia usano vini diversi per particolari trattamenti: sul Trentino del Lago di Garda si occupano dei trattamenti all’uva bianca con effetti anti-aging potenziati; al Romantik Hotel Turm di Fiè allo Sciliar, una Spa vicino Bolzano, si occupano del bagno sulle vinacce a pietra calda che serve per un peeling del corpo; la Romantik Hotel Jolanda Sport ad Aosta propone il trattamento allo Champagne e petali di rosa per un effetto calmante e rilassante; mentre la Sea & Spa dell’isola di Vulcano aggiunge ai benefici del vino dei prodotti naturali tipici dell’isola.

Come tutti i trattamenti curativi e di bellezza che si rispettino, anche la vinoterapia è molto gettonata tra le celebrities come la principessa Carolina di Monaco, l’attrice Catherine Zeta-Jones e la pop star Madonna.