venerdì, 18 Settembre 2020

Make Up

Home Beauty Make Up

Estate: più naturali con il tantouring (FOTO)

credits: http://d.repubblica.it

Il tantouring è una nuova tecnica di make up, il cui nome è un gioco di parole che mette insieme “tan” (abbronzatura) e “contouring”. Il tantouring infatti non è altro che un’evoluzione del contouring, un must di questi ultimi anni, reso noto dalla celebre Kim Kardashian.

Ricordiamo che il contouring è una tecnica di make up utilissima sia per nascondere le imperfezioni del volto (come il doppio mento o il naso largo), sia per garantirne una certa tridimensionalità ed esaltarne le sfumature che perdiamo quando, con il fondotinta, andiamo ad uniformare la pelle.
Grazie a questa tecnica è possibile avere quella pelle perfetta che abbiamo sempre invidiato alle modelle in passerella. Le star infatti amano questo tipo di make up che, grazie a Kim Kardashian, è uscito dai backstage di moda ed ha raggiunto le donne comuni.

Ma che differenza c’è quindi con il contouring?
Si tratta di una tecnica molto più naturale e più adatta alla stagione estiva. Il tantouring si declina in due modi: nontouring e tantouring. Il primo, più vicino allo strobing, è amato da star come Gigi Hadid e Kendall Jenner, famose proprio per la loro semplicità e il loro look nude, e dona più luminosità al volto, permettendo un effetto più leggero, fresco e naturale. Il risultato del tantouring invece è molto simile a quello del contouring, ma la differenza sta nel modo di applicarlo. Infatti, al posto del fondotinta e del correttore, si utilizza un autoabbronzante, che garantisce al viso una luce maggiore e un incarnato abbronzato.
Un altro suo vantaggio, rispetto al contouring, è quello di essere semi- permanente e il suo effetto rimane sulla pelle per qualche giorno.

Tuttavia, bisogna avere una certa pazienza ed essere consapevoli che questa tecnica richiede una quantità di tempo maggiore rispetto alla solita routine quotidiana. La difficoltà è quella di stare molto attente alle zone che vogliamo esaltare e sulle quali applicare questo abbronzante. La dose inoltre deve essere piuttosto ridotta e bisogna stenderla perfettamente in modo da non creare macchie. Anche gli strumenti sono importanti e l’ideale è utilizzare pennelli larghi ma piatti, adatti agli zigomi.

Volete anche voi un incarnato come quello delle star? Con un po’ di pazienza e di buona volontà il vostro desiderio potrà diventare realtà.

Make-up che trasforma studenti in studentesse (VIDEO)

www.ladyblitz.it

Il potere del make-up? Infinito. Naturalmente noi ragazze lo sappiamo meglio di chiunque altro perché siamo solite truccarci ogni volta che dobbiamo mettere il naso fuori casa. Siamo disposte a presentarci ogni giorno allo stesso appuntamento di sempre: quello immancabile e irrinunciabile con lo specchio, che impietoso ci impone moralmente di migliorare il nostro aspetto. Cosa ne sarebbe di noi se non potessimo usare i nostri cosmetici? Quale sarebbe la nostra faccia se non avessimo l’opportunità di spennellarci di fard e cipria? La verità è che pennelli e ombretti hanno la capacità di trasformarci completamente e di renderci assolutamente diversi da come siamo.

Ne sanno qualcosa i protagonisti di un bellissimo video realizzato per la casa cosmetica giapponese Shiseido; nella clip vengono mostrate delle dolcissime fanciulle tra i banchi di scuola, dai tratti delicati e dallo sguardo languido. Quello che non immaginereste mai è che le tenere studentesse altro non sono che aitanti studenti, imbellettati ad arte per assumere sembianze femminili.
Il video è davvero molto interessante e divertente e mostra le potenzialità infinite del make-up. Nei fotogrammi appaiono infatti i truccatori mentre lavorano al volto dei giovincelli; il cambiamento è graduale e riguarda sia i capelli che il trucco del volto.

I prodotti di make-up più in voga negli anni ’90/’00 (FOTO)

photo credits: weheartit

Negli anni che precedevano il 2000 ed in quelli immediatamente successivi, le tendenze riguardo il make-up ed i capelli erano diverse anni luce dallo stile odierno.

Se, infatti, alcune di noi applicavano ombretti dai colori improbabili e andavano pazze per i rossetti dalla finitura perlata, altre erano ancora troppo piccole per ricorrere agli strumenti di make-up. Tuttavia ammiravano, con occhi innamorati, mamme e zie che si truccavano. Sognando di poter diventare anche loro, un giorno, le regine del glitter.

L’era del rosa, del lucidalabbra e dei profumi stucchevoli è rimasta nel cuore di tutti. Facciamo, quindi, un giro in pieno stile amarcord e riviviamo quei momenti tra le marche ed i prodotti più in voga di quell’epoca.

Profumi e creme


Negli anni ’90 una ragazza poteva ritenersi alla moda solo se profumava di due cose: crema Nivea e Bon bons Malizia. Un tripudio di profumi dolci che ci rendeva dei bastoncini di zucchero ambulanti.
Poco importava all’epoca, di siliconi e paraffina, l’importante era profumare a più non posso.
Negli anni ’00 è stato lanciato anche il Pink Sugar dell’Acquolina, un vero vanto possederlo.

Lucidalabbra, rossetti e make-up


Lo stesso discorso dei profumi vale per i lucidalabbra. Alla frutta e pieni di brillantini, meglio ancora se in formato roll-on. Guai ad uscire di casa senza. Chi di voi non li ha assaggiati?

Smalto per le unghie


Il gel per le unghie era uno sconosciuto all’epoca. La manicure si faceva con lo smalto e si era sempre alla ricerca di una tipologia che non andasse via subito e si asciugasse in fretta.

Capelli


La rivoluzione dei prodotti per capelli arriva negli anni ’90, con le linee di shampoo che si moltiplicano e soddisfano le esigenze di ogni tipo di chioma. Indimenticabile la linea Elvive, sopravvissuta sino a poco tempo fa e gli shampoo L’Oreal per bambini.

Make-up: perché ci trucchiamo ogni mattina? (FOTO)

photo credits: Pinterest

Esistono dei riti e delle abitudini ritenuti improrogabili e necessari da ogni donna. Sono azioni e comportamenti a cui non possiamo rinunciare -come portare in borsa una make-up bag contenente un intero negozio MAC-. Ai primi posti di questa classifica, troviamo la necessità di iniziare la giornata proprio truccandoci.
I motivi di questa diffusissima abitudine, sono tra i più vari e disparati. Vediamo insieme i principali.

Perché il make-up ci salva la faccia

pinterest
Parliamoci chiaro, di donne appena sveglie senza occhiaie ne ho viste poche e quelle poche erano tutte protagoniste di spot pubblicitari e film.
Nel mondo reale, ogni donna che esce di casa solo avendo lavato la faccia subisce almeno 300 domande nel corso della giornata sul perché è così pallida e sbattuta. Il passaggio verso sua eccellenza il correttore mi pare, quindi, obbligatorio.

Perché ci fa sentire in ordine

popsugar
Truccarsi, se vogliamo, è un po’ pettinarsi. Ogni mattina, prima di uscire di casa, ci assicuriamo di avere i capelli in ordine e ben pettinati. Lo stesso vale per la pelle del viso: se non utilizziamo make-up per renderla più omogenea ed opacizzata, ci sembra di essere in disordine. Ovviamente il concetto si rafforza per le ragazze con i capelli ricci, che pettinate non lo sono mai.

Perché ci rende serene con noi stesse

elle
Senza alcun dubbio, truccarsi può rivelarsi un’operazione di una noia mortale. Soprattutto al mattino, quando l’unica cosa che vorremmo davvero è tornare a dormire. Nonostante ciò, quei minuti tra pennelli e mascara ci rendono più sicure e più belle. Sorridere di lunedì mattina, risulta un gesto semplice da compiere se indossiamo il nostro rossetto preferito.

Perché ci piace

fashion
L’effetto che il make-up dona al nostro viso ci fa sentire più sicure e convinte ad affrontare tutte le maratone della giornata. Cominciando da autobus e treni perennemente in ritardo, passando per traffico, code interminabili ed ore lavorative che non ne vogliono sapere di scorrere veloci.
Il make-up al mattino è un momento veloce per noi stesse e un’armatura per affrontare tutti gli impegni della giornata. Ecco perché ne abbiamo tremendamente bisogno e tremiamo al solo pensiero di uscire di casa senza qualche minuto passato davanti allo specchio. Che si tratti di un make-up naturale e impercettibile o sofisticato ed evidente poco importa, l’importante è sentirsi belle. Perché ce lo meritiamo.