sabato, 11 Luglio 2020

Beauty

Home Beauty Pagina 2
Il mondo del beauty tra tendenze, novità e consigli su come prendersi cura di se stessi

Olio di ricino: come usarlo per la salute e la bellezza

Olio di ricino

Olio di ricino: sapevi che fa bene alla salute? Hai mai pensato che puoi usare l’olio di ricino per la tua bellezza? Ebbene sì se non l’hai mai preso in considerazione oggi ti ricrederai.

Sicuramente ti starai domandando cosa abbia di così portentoso quest’olio di ricino. Fra le sue componenti troviamo la cheratina ad esempio che sarebbe la responsabile della ristrutturazione e fortificazione di ciglia e capelli.

Ecco che già ti ho illustrato un primo uso.

Olio di ricino: come usarlo per la salute e la bellezza

Per le ciglia: prendi un vecchio scovolino per il mascara, puliscilo bene di modo che non rimanga traccia del mascara quindi immergilo nell’olio di ricino e poi passalo sulle ciglia almeno due volte. Questa operazione si compie la sera con le ciglia leggermente umide. Non eccedere con l’uso perchè potrebbe finire negli occhi e dar luogo ad irritazioni.

Per i capelli: se ne può fare un ottimo impacco, spennellandolo sui capelli umidi (da avvolgere poi nella pellicola trasparente) magari unendo ad altri ingredienti fortificanti. Ad esempio potete preparare una soluzione con una tazza di olio di ricino, una di semi di lino ed una di succo d’aloe a cui avrete in precedenza miscelato del miele. Tenete in posa per 40 minuti e poi procedete con il normale shampoo.

Per le mani: potete strofinare l’olio di ricino con un cucchiaino di limone ed uno di crema idratante almeno una volta al giorno.

Ma come già detto l’olio di ricino è un rimedio naturale anche per la salute. Ad esempio in caso di lesioni basta impregnare un batuffolo di ovatta d’olio di ricino e tamponare la ferita.

Soffri di stipsi? Non c’è problema 1 o 2 cucchiaini di olio di ricino al giorno.

In caso di verruche o pelle ruvida e calli basta massaggiare un cucchiaio di olio di ricino nella zona due volte al giorno tenendo in posa l’olio nella parte per almeno 20 minuti.

Problemi di pelle impura? Prova questa ricetta con l’olio di ricino: 1/4 olio di ricino e 3/4 olio di jojoba, e per la pelle grassa, 1/3 olio di ricino e 2/3 olio di jojoba e poi applica sul viso con una spugnetta risciacquando con acqua calda.

Hai fatto le ore piccole? Immergi due dita in un bicchierino d’olio di ricino e massaggia la zona sotto gli occhi, occhiaie addio!

Hai visto quanti rimedi naturali con l’olio di ricino? Meglio averne sempre un flacone in casa!

Come fare uno scrub al sale ed essenze

Come fare uno scrub al sale ed essenze: niente di più semplice, seguite le nostre istruzioni.

Senti la pelle ispessita, che tira e non proprio liscia? Il tuo corpo ha bisogno di un’esfoliazione, ovvero in parole povere di uno scrub. Non esattamente uno scrub qualsiasi, ma uno che permetta alla tua pelle di respirare, rigenerarsi e di riconquistare compattezza e morbidezza.

Il bello degli scub è che sono: economici, facili da fare in casa e non recano danni alla pelle.

Uno degli ingredienti più comuni per gli scrub casalinghi è il sale. Il sale ha la particolarità di esfoliare delicatamente la pelle senza aggredirla e si combina facilmente con altri ingredienti, come gli oli essenziali, il miele. Con l’aggiunta poi di altri ingredienti si possono ottenere scrub mirati, contro la cellulite ad esempio.

Come fare uno scrub al sale ed essenze

Ecco una ricetta di scrub al sale, delicato da usare su viso e corpo.

Ingredienti:

  • sale marino fine
  • miele
  • olio essenziale di arancio amaro
  • tè verde

Prendi 6 cucchiai di sale fino amalgamali con 4 cucchiai di miele ed unite al tutto 2 cucchiai d’infuso di tè verde e tre gocce di olio d’arancio amaro. Quindi adopera lo scrub massangiado delicatamente e risciacquando con abbondante acqua fresca.

Questa ricetta che ti propongo ora invece è ottima per i problemi di cellulite.

Ingredienti:

  • sale marino fine
  • fondi di caffè
  • cucchiai di miele
  • cucchiaino di olio d’oliva
  • olio essenziale di vaniglia o arancio amaro

Si prende un chilo di sale marino fine e lo si amalgama a 2 fondi di caffè, 3 cucchiai d’olio, 2 cucchiaini d’olio d’oliva e 3 gocce di olio essenziale di vaniglia o arancio amaro. Quindi si massaggiano delicatamente, ma a fondo, le zone interessate dalla fastidiosa buccia d’arancia. Volendo si può anche avvolgere la zona interessa con della pellicola e tenere a riposo l’impacco per almeno mezz’ora, per una maggiore efficacia.

Giornata stressante? Sensazione di smog e umidità appiccicati sulla pelle? Ecco uno scrub al sale rilassante e rigenerante. Sentirai che differenza!

Ingredienti

  • sale marino fine
  • olio essenziale di lavanda
  • miele

Amalgama una tazza di sale fino con 4 gocce di olio essenziale di lavanda e 4 cucchiai di miele, quindi procedi con la normale doccia, rimuovi lo scrub con dell’acqua calda e poi con un veloce getto d’acqua fredda, applica la crema idratante e buon riposo, a te ed alla tua pelle.

Tacchi e cioccolata, il magico mondo delle scarpe da donna

Non se ne hanno mai abbastanza. Le scarpe sono come la cioccolata: più ne hai, più ne vorresti. Il punto è che non c’è un limite, un picco massimo arrivati in vetta al quale ci si può solo fermare. Il desiderio infatti si autoalimenta, specie per quanto riguarda il pianeta delle scarpe da donna. Che, anzi, è una galassia intera fatta di creatività e di colori, luminosità e bellezza. Accade ancora, in continuazione, di restare incantati davanti a una vetrina accattivante e ben progettata. Ma il raggio di azione è più ristretto rispetto a quello dei grandi portali come Stileo.it, in grado di offrire una panoramica a tutto tondo su forme e colori, per ogni stagione. Da Marni a Café Noir, passando per Hogan e Laura Biagiotti: sono tutti sinonimi di stile assoluto e riconosciuto a livello internazionale. Le tendenze per la stagione in arrivo si aspettano ogni volta con una certa impazienza, per calibrare il proprio modo di essere e le proprie preferenze di forme e colori scegliendo capi che siano alla moda oltre che di nostro gradimento. Stesso dicasi per le scarpe, con le stringhe o stivaletti che siano, parleranno sempre di noi e della nostra anima.

Tra avanguardia e grandi classici. Storie di dettagli

La scelta di un paio di scarpe è davvero un momento clou, come quando si arriva alla punta del cono gelato dove rimane nascosto il cioccolato. Le passerelle hanno già ‘sentenziato’ quelle che saranno le tendenze della moda in fatto di scarpe per la stagione fredda del 2019. L’accessorio che più fa girare la testa? Indovinato: le scarpe. Insieme alle borse, queste rappresentano infatti una fonte inesauribile di ispirazione anche perché sono infinite le gradazioni di stile che è possibile rivisitare o reinventare. Tra avanguardie, sperimentazioni e una manciata di grandi classici come il plateau e gli stivali cuissard (questi ultimi, conosciuti anche come ‘stivali sopra il ginocchio’, sono aderentissimi) che si portano senza soluzione di continuità: basta un pizzico di classe. E poi c’è lei, la pelle, in un dualismo generazionale con le abbaglianti e sportivissime sneakers, per le quali il total look bianco racconta a meraviglia gli anni ‘80 e la tendenza a un futurismo da film.

La ruota dei colori, tra stile e armonia

La libertà di scelta, nel magico mondo delle scarpe da donna, è fondamentale anche perché ogni scelta è un atto d’amore verso la moda. Per questo autunno/inverno c’è anche un suggerimento, che riguarda alcuni elementi unici e catalizzanti. Tornano i brillantini e l’effetto lucido, con un tocco glam: il cinturino alla caviglia, sottilissimo, che è l’ideale per cingere il collo del piede. E i colori? Ogni stagione ha i suoi ‘must’, per cui restano intramontabili il nero, il nocciola e il castagno chiaro o scuro ma anche indaco scuro, melanzana e granata. Ciascun tipo di pelle ‘sposa’ poi un determinato range di colori, nel fondersi con l’outfit che si è scelto di indossare, i quali sono in grado di valorizzarla al meglio. Vale anche per le scarpe, che ‘vestono’ il piede come piccoli abiti, perfetti per ogni occasione.

Idratazione: l’importanza di bere acqua

Idratazione, ci pensi sul serio?

Quanta acqua bevi al giorno?

Si raccomanda tanto di bere almeno 2 litri di acqua al giorno (qualcuno vi dirà anche oltre ma così potreste compromettere i reni) perchè in fin dei conti la maggior parte del nostro corpo è proprio costituito da acqua che noi perdiamo continuamente con il respiro, il sudore, urina, semplicemente muovendosi e che dunque va reintegrata.

Perchè è importante per l’idratazione bere tanto?

Il corpo va sempre mantenuto idratato ma non solo d’estate come si pensa comunemente perchè c’è più caldo e si suda di più ma anche in inverno perchè ad esempio l’acqua è importante per regolare la temperatura interna.

E’ vero che durante l’inverno è più difficile perchè si avverte meno lo stimolo di bere ma c’è da dire che la necessità di bere che noi avvertiamo in realtà è l’ultima soglia prima della disidratazione perchè in molti di noi la necessità di bere si presenta soltanto quando il corpo è in riserva, ma molti di noi sottovalutano questo fatto, si conti inoltre che negli anziani sovente lo stimolo di bere è proprio assente.

Idratazione: vale tutto?

In realtà tutti quei tè verde che consumi e quel latte di soia non sono il massimo, non ti sto dicendo di rinunciarci ma la bevanda principale deve essere l’acqua.

Un altro sbaglio che facciamo di sovente è anche quello di bere bevande zuccherate quando abbiamo sete nell’illusione che di dissetino, in realtà ci forniscono solo calorie inutili, idem per gli alcolici che danno l’illusione di dissetare in realtà invece accellerano il processo di disidratazione.

Idratazione e disitrazione: i sintomi

Dunque per mantenere la pelle idratata occorre bere molta acqua, mangiare alimenti ricchi d’acqua come frutta e verdura e prestare attenzione ai sintomi della disidratazione: l’emicrania ne è uno, la pelle secca che tira, le articolazioni che fanno male, i dolori muscolari.

Un ruolo molto importante lo giocano anche i cosmetici ed i prodotti che utilizziamo per la pulizia se sono molto aggressivi ci seccano la pelle, privilegiamo prodotti naturali che mantengono la pelle idratata d’estate contro il caldo d’inverno contro freddo, neve e vento che tendono ad aggredire il derma e quindi rendono la pelle screpolata.

Ricordiamo inoltre che l’acqua aiuta a depurarsi perchè favorisce un ricambio continuo: più si beve, più si urina quindi più si eliminano tossine più il corpo si mantiene pulito ed idratato.