Viso & Corpo

Home Beauty Viso & Corpo Pagina 20
Consigli e segreti per la cura del viso e del corpo

Dalla fiera In-Cosmetics di Amburgo le tendenze beauty biotech

La principale fiera di ingredienti cosmetici, In-cosmetics, è tornata in Germania.
É stata posta l’attenzione sul mercato del personal care del Brasile, terzo più grande mercato mondiale per prodotti cosmetici e articoli da bagno.
Il programma di In-cosmetics era composto da presentazioni sui trend di mercato, workshop e seminari innovativi che hanno esplorato i temi più caldi riguardanti l’industria cosmetica compreso il settore haircare, mercati emergenti e tendenze future.

Le tendenze e le novità di tutto il mondo sono state presentate all’In-Cosmetics, ma come cambieranno le nostre abitudini per la cura del corpo?
Pare che le classiche creme di bellezza dovranno essere riposte nel cassetto per fare posto a curiose perline colorate da strofinare sulla pelle, del caviale vegetale australiano con estratti biotech da cellule di alghe della neve artica. Si getteranno le vecchie spugnette per lo scrub per pulire il viso e si farà spazio a spazzoline con tecnologia sonica che garantiscono una detersione sei volte superiore a quella effettuata con le mani, si useranno sempre più dispositivi e apparecchi elettronici per la levigazione dei piedi.
I prodotti di bellezza saranno sempre più ibridi ed odorosi, dagli smalti che profumano le dita alle fragranze per capelli che nel frattempo li idratano e li proteggono.

“Le tendenze globali confermano la tenuta e la crescita dei prodotti di lusso come quelli di mass market. Il mercato chiede sempre più cosmetici multibenefit, factotum. Una volta erano le BB e le CC cream, ora sono i prodotti per capelli che li profumano e ne curano le fragilitá, il trucco per le chiome, le fragranze negli smalti rinforzanti e i detergenti per il corpo con texture ad effetto tessuto. Vivono una seconda giovinezza le maschere per il viso multifunzionali. Il mondo del fashion, inoltre, entrerà sempre di più nel segmento dei cosmetici. Dopo i classici Christian Dior, Chanel e Yves Saint Laurent che commercializzano linee complete di skincare, fragranze e makeup sono arrivati Tom Ford, Michael Kors, Tory Burch” spiega Irina Barbalova, a capo della ricerca beauty e personal care di Euromonitor.

Sul fronte dell’innovazione all’In Cosmetics sono stati premiati i migliori ingredienti dell’anno che vanno dalle molecole ad azione sbiancante ricavate dalle alghe brune dell’arcipelago francese di Brehat che, sostengono i formulatori, riducano l’espressione di geni, enzimi e proteine coinvolte nella sintesi della melanina, ad una miscela di iris, vitamina A e selenio per ridurre le imperfezioni e i pori dilatati.

Nuove e innovative le “emulsioni a perline” soffici sfere di olio in acqua super colorate ed ideate in Corea. Sono sfere di diversi formati in grado di sostituire le classiche creme dando estrema piacevolezza durante l’applicazione sulla pelle.
Innovativo anche l’uso del caviar lime ovvero i frutti dell’agrume di origine australiana, molto simili al caviale per azioni esfolianti leggere.
Premiati anche gli estratti dalle alghe che spuntano nella neve artica, prodotte in Svizzera con procedura biotecnologica, senza prelevarle nei luoghi in cui crescono naturalmente, ma coltivate in reattori di vetro dai quali si estraggono le cellule in grado di stimolare il gene della longevità detto “Klotho”. Infine le nuove maschere in gel con alginati e attivatori.

Si legge nel nuovo report Euromonitor, che cambia anche l’approccio alla cura della pelle con l’avvento dei selfies sul social Instagram: grazie ad una moda spopolata negli ultimi tempi, gli autoscatti mettono in mostra le unghie come forma d’arte ed è recente la campagna audace di Lancôme, chiamata #bareselfie, che ha raggiunto quota cinquecento autoscatti, inviati da una moltitudine di ragazze senza e con il trucco. Sempre più apprezzato internet per il beauty shopping e come fonte di ispirazione per le nuove tendenze.

Ora non resta che aspettare In-Cosmetics 2015 che si terrà a Barcellona dal 14 al 16 aprile del prossimo anno.
Ma intanto, tutti davanti allo specchio per provare i nuovi trend beauty biotech.

I profumi must have per l’estate 2014

Un profumo è un insieme di ricordi, emozioni e sensazioni che difficilmente possono essere cancellati dalla propria mente. Tutti i momenti della vita sono segnati e scanditi da fragranze che riportano alla mente un determinato momento.

Ma la stagione top per l’olfatto è di certo la primavera; in primavera i profumi si fanno leggeri e sono già indirizzati verso l’estate che verrà.
I bouquet sbocciano in un’esplosione di note floreali e fruttate. Aromi, spezie e agrumi fanno a gara per spargersi nell’aria.

Case di moda, piccole firme e brand emergenti hanno già finito le nuove collezioni: limited edition, grandi classici sono ormai pronti per essere sfoggiati, per esplodere sui corpi.

Le fashion addicted, e non solo, sono già alla ricerca del profumo perfetto, di quello iconico che non passerà inosservato. Ma quali sono le tendenze per l’estate 2014?

In alto alle classifiche si trova un’edizione limitata di MontblancLegend Pour Femme“: fragranza esotica dal temperamento inteso, ma allo stesso tempo delicata e sofisticata come l’originale. Il brand ha deciso di declinare un degli iconici profumi del brand creando una nuova fragranza frizzante ed estiva, mantenendo il lusso senza tempo del brand. Litchi, peonia e essenza d’arancia sono le tre fragranze che hanno permesso di rinnovare il profumo, aggiunte a fiori d’arancio, gelsomino, muschio e legno biondo.

Thierry Mugler con il suo “Alien Alien Eau Extraordinaire” ha deciso di unire il fiore d’arancio alla vaniglia per creare note floreali uniche.

Anche nel profumo “Un matin d’Orage Eau de Parfum” di Annick Goutal si trova l’aroma di vaniglia unito ad un bouquet di magnolia, dando vita ad un profumo intenso e frizzante.

All’interno di un mondo di fragranze floreali, fruttate e speziate Biotherm propone “Eau Fraîche“: profumo ispirato alle sorgenti d’acqua, dedicato alle donne che amano leggerezza e libertà. La fragranza trae ispirazione dalle spezie e dalla fresca umidità indiana.

In edizione limitata, la nuova fragranza fresca e fruttata di GuessGuess Girl Summer” evoca l’estate. Composto da note di bergamotto, mandarino, petali di neroli, fiori d’arancio, caprifoglio, gelsomino, ninfea, orchidea vaniglia, legno teak e crema di muschio, questo profumo sprigiona note floreali incandescenti.

Per l’estate 2014 Calvin Klein rivisita Eternity e lancia la versione “Eternity Summer“: mix di note frizzanti date dalle note fruttate che si addolciscono grazie al bouquet floreale con un tocco di freschezza e cenni legnosi.

Calvin Klein lancia anche “Ck One Summer“, versione estiva del grande classico. Fragranza unisex grazie ad un mix di note fresche e dolci come quelle del lime, del melone e del latte di cocco unite ad un tocco di brio dovuto alla tequila.

Una nuova avventura estiva anche per “Classique” di Jean Paul Gaultier che mescola la rosa con il fiore d’arancio, tutto addolcito da accenni marini.

Anna” di Blumarine è un omaggio alla donna di oggi, e quale fiore meglio della rosa è simbolo di donna? La peonia è la prescelta. Un fiore tenace e delicato allo stesso tempo, presente nelle note di cuore della fragranza.

Le Parfum” di Elie Saab è un’evocazione dello stile e dell’eleganza della stilista; profumo ispirato ai giardini in fiore che celebra la donna.

Elizabeth Arden firma “Untold” la nuova fragranza che celerba il mistero femminile. Profumo floreale e speziato con note di ribes nero, pepe rosa, gardenia, pera, sandalo e muschio.

Born in Paradise” è la nuova fragranza limited edition di Escada: profumo perfetto per i giorni più caldi grazie agli accenni fruttati dell’ananas e del latte di cocco. Un vero viaggio nelle terre polinesiane con note di mela verde, anguria e vari legni.

La firma inimitabile di Jimmy Choo rivive nel nuovo profumo “Exotic“: mix di frutta e fiori che evoca il mood estivo.

Ed infine, ma non per qualità, nella classifica dei profumi perfetti per l’estate 2014 si trova Balenciaga che ha creato “Rosabotanica” una fragranza sexy e moderna dedicata ad una donna che non ha paura di mostrare le proprie emozioni.

Over 50: belle ma non ridicole

Meg Ryan

Una donna a 50 anni è giovane e può essere ancora bellissima. Se ha piacere di truccarsi può farlo tranquillamente.
Sebbene il make up sia un’arte composta (anche) da regole e tecniche, non è vero che c’è un trucco adatto in assoluto alle donne over 50 ed viceversa un altro proibito, in modo ugualmente perentorio. Molto sta nell’armonia dei colori e nel rispetto dei tratti del volto.
Il trucco è valorizzare la donna nel complesso, in modo che la aiuti ad esprimere la sua propria bellezza. Bellezza che, superati i 50 anni ha ancora molto da dire.

“Non esiste crema anti età, l’età resta quella e non c’è siero che blocchi le rughe. Il mondo della cosmesi trascura le donne over 50 e pensa loro solo per alzare i prezzi dei prodotti” Andrea Robinson, ex manager a capo di diversi marchi della cosmesi del lusso e un trascorso come giornalista per la Conde Nast, vuota il sacco.

Mrs.Robinson rivela alcuni segreti per districarsi nell’immensa offerta di prodotti di bellezza che vanno dall’usare solo fondotinta dorati e di una o due nuances più scure della propria pelle ed evitare il colorito grigiastro e neutralizzare ogni rossore.

No alle nuances prugna, verdi o blu sugli occhi, da lasciare alle ragazze. No agli eyeliner liquidi, una minima sbavatura cambia lo sguardo in peggio. Da evitare anche le creme che promettono effetti lifting e rassodanti. Preferire le idratanti, illuminanti, schiarenti e trasparenti.

Con l’avanzare dell’età è molto più importante concentrarsi sull’aspetto della pelle piuttosto che su quali trucchi indossare o meno; via libera quindi allo skincare mirato: creme di qualità contro cedimenti, macchie e rughe; protezione UV quotidiana; attenzione ai dettagli che soffrono di più il tempo (contorno occhi e labbra); maschere ed esfoliazione regolari; trattamenti in istituto ecc.
Le sopracciglia inoltre devono essere sempre curate: sono in grado infatti di sollevare visivamente i lineamenti del viso e zona occhi.

Ma non bisogna confondere il makeup con i trattamenti: il trucco serve per truccare bene la pelle, le creme per trattarla.
Unica concessione: il makeup con i filtri solari e acido ialuronico.

Molto importante è sapere che non serve spendere troppo per truccarsi, rivela l’esperta Robinson, i fornitori di make-up sono gli stessi per le marche del lusso che per quelle più convenienti, quindi i prodotti del supermercato e delle catene di profumerie monomarca vanno benissimo.

Esistono delle regole da manuale di trucco (che però si è libere di trasgredire): non usare linee nette e grafiche, quindi è preferibile sostituire l’eyeliner con la matita, che permette un tratto più sfumato.
Da non dimenticare un tocco di fard sulle guance, ma senza le tinte shocking. Sì alla sobrietà: l’ideale è un rosato o un pesca.
Per quanto riguarda la texture meglio un blush in polvere, steso appena sugli zigomi per conferire un effetto lifting.

Il segreto di un sicuro successo infatti è quello di trovare il giusto mix fra classico e moderno.

Riciclo creativo: come dare nuova vita ai vecchi cosmetici

gaby.fachrul.com

Avere una miriade di trucchi e cosmetici in ogni armadietto, pochette o borsetta è una prerogativa di noi donne. Ma quando questi magici rimedi – che riescono a trasformarci, o almeno ci provano, da Ugly Betty in Megan Fox – diventano vecchi ed inutilizzati, in molte di noi scatta il “dramma da separazione” e non si vuole mai trovare il coraggio di gettarli via in maniera definitiva.

In tempi di crisi però è tornato di moda il riciclo, non solo di abiti e oggetti vari, ma anche dei tanto amati e indispensabili cosmetici. Oltre allo swap party – una festa da organizzare con le amiche per barattare i propri trucchi – rossetti, mascara e ogni genere di trattamento per la persona possono tornare a nuova vita grazie al riciclo creativo. Vediamo insieme come possono essere riutilizzati i vecchi cosmetici.

OMBRETTO
Un vecchio ombretto può facilmente essere usato come nuovo smalto per unghie: basta versare un po’ di polvere colorata in uno smalto bianco o trasparente che non si utilizza più ed il gioco è fatto. Oppure, per le più creative, la polvere di ombretto può diventare una decorazione particolare e divertente per un biglietto di auguri.

ROSSETTO
I rossetti vecchi e di colori diversi possono essere utilizzati insieme e mescolati, in modo da ottenere un nuovo colore. Oppure si possono mescolare insieme a bagno maria, versando poi il composto in uno dei contenitori svuotati e, dopo averlo lasciato asciugare, ottenere un nuovo rossetto nato dalla mescolanza delle diverse tonalità degli altri.

MASCARA
Il mascara è ormai diventato troppo secco per essere utilizzato? Per provare a farlo tornare fluido si può lasciare a mollo per circa un’ora in una tazza con dell’acqua calda. Se questo rimedio non dovesse funzionare, si può sempre conservare il pennellino, utile per pettinare ciglia e sopracciglia e addirittura per pulire i gioielli.

SMALTO
Lo smalto si presta molto bene ad essere riutilizzato: se è diventato secco per farlo tornare fluido si può aggiungere nel flacone una piccola quantità di acetone. Oppure quello trasparente, se vecchio o inutilizzato, lo si può tenere sempre in borsetta ed utilizzare per fermare una smagliatura delle calze. Le più creative possono adoperare uno smalto vecchio come colorante per la pasta di sale oppure per ridare luce e colore a bottoni sbiaditi.

DETERGENTI VISO
Un vecchio o inutilizzato detergente per il viso può tornare a nuova vita come prodotto per pulire l’arredamento in pelle. Lo scrub invece è utile per rimuovere le incrostazioni più difficili e le salviette struccanti possono essere tenute in borsa ed adoperate per la pulizia delle mani.

DEODORANTE
Avete sbagliato a comprare il deodorante perchè avete scelto una fragranza non adatta a voi? Per non sprecarlo può diventare benissimo un profumo per stanze e armadi della casa.

SHAMPOO, BALSAMO E BAGNOSCHIUMA
Shampoo e bagnoschiuma, riuniti in un unico contenitore, possono diventare un ottimo detergente per le mani. Il balsamo invece è perfetto come sostituto di un ammorbidente, per ogni tipo di lavaggio.

OLIO PER IL CORPO
Normalmente lo si usa per eliminare i resti della ceretta ma l’olio per il corpo può essere adoperato – così come la crema – come scrub per i piedi, se unito ad un po’ di sale o di zucchero. E se usato in piccole quantità diventa anche un ottimo lucidante per i mobili di legno.

Queste sono solo alcune idee per riutilizzare vecchi o inutilizzati cosmetici. E sono consigli utili per fare del bene a se stessi, alle proprie tasche ma anche all’ambiente.