Viso & Corpo

Home Beauty Viso & Corpo
Consigli e segreti per la cura del viso e del corpo

La cellulite non si distrugge ma si trasforma

«Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma» postulava Antoine Lavoisier e al Cosmofarma di Bologna questa affermazione è stata rivisitata con il nemico numero uno delle donne a farne da protagonista: la cellulite.

La cellulite non può essere eliminata, neanche quando gli estrogeni, ormoni principali responsabili della ritenzione idrica, rallentano la loro attività a causa dell’arrivo della menopausa.

A riguardo hanno discusso i ricercatori e farmacisti del Gruppo Cosmetici, in particolare Leonardo Celleno, dermatologo dell’Università di Cattolica, che ha spiegato: “Invecchiando i tessuti non ricevono più l’apporto degli ormoni estrogeni e tendono a indurirsi e quella che in gioventù era una cellulite morbida diventa un pannicolo più duro. Il difetto si consolida virando verso la patologia fibrotica che può anche spesso dare dolore al tatto, per questo non andrebbe trascurata da giovani“.

Tra i rimedi più efficaci, soprattutto in giovane età, trattamenti estetici, massaggi, creme ‘adipocinetiche’ e al sale, oltre, ovviamente, allo sport. “L’attività fisica è meglio della dieta – spiega Celleno – perché è uno stimolo maggiore per il tessuto cutaneo. Fare le scale o lo step gli esercizi più stimolanti. Attenzione infine ai farmaci, molti facilitano la ritenzione idrica“.

Ma anche la nuova tecnologia si evolve e gli esperti consigliano macchinari per l’adipoclasia ad ultrasuoni, a base di ultrasuoni, elettrolipolisi e ionoforesi. E Celleno chiarifica il significato di questi paroloni: “Distruggono le pareti degli adipociti e riducono la ritenzione di grasso. L’applicazione di campi magnetici permette di stimolare i tessuti sottocutanei e migliorane il profilo. Anche la radiofrequenza può migliorare la lassità che spesso accompagna l’aspetto delle gambe in presenza di cellulite, soprattutto dopo dimagrimenti e in menopausa“.

E ribadisce l’ausilio fondamentale degli anticellulitici, che nel fatturato del 2013 si sono imposti con il 25% di prodotti venduti. “Le creme anticellulite contribuiscono a ridurre la lassità dell’epidermide e stimolano una maggiore attività fisiologica del tessuto. Se spalmate ogni giorno con un massaggio alle gambe dal basso verso l’alto di almeno 10 minuti, danno effetti più apprezzabili“.

Importanti dunque i progressi nell’ambito della cosmesi, attraverso cui sarà possibile ridurre gli inestetismi della cellulite, ma non sconfiggerla del tutto.

Barba vs baffi, i modelli più pazzi sul web (FOTO)

Ha monopolizzato le vite degli uomini per tutto il 2014. Vuole l’articolo determinativo femminile, ma non è una donna, nonostante gli uomini le riservino più attenzioni che all’altro sesso. Parliamo della barba, l’emblema della mascolinità, la giustificazione per le indicibili prodezze dei maschietti. Ma come tra mora o bionda, la scelta non è così semplice: oltre a svariati modelli, ci sono anche loro: i baffi.

Alla Dalì, Anchor o in altre variabili impronunciabile, i baffi stuzzicano le fantasie delle donne, ma soprattutto degli uomini, che sono lì a scotennare margherite per la scelta.

Blog di Lifestyle ha raccolto per voi i modelli più pazzi sul web. Lasciatevi ispirare.

Barba

Capitan Findus o Capitan Sparrow? Le possibilità sono infinite, così come gli styling. La forma del viso è un parametro da tenere in conto nella scelta, così come la personale fantasia.
Qui di seguito alcune irriverenti e originali proposte per consentire alla gente di evitarvi, fotografarvi o ridere di voi.

Baffi

Molti sono i “famosi” a cui ispirarsi nella scelta. Dai baffi ottocenteschi arricciati sulle punte, fino ai baffi hipster di ultima generazione, rappresentano una variante chic e di classe alla barba. Nel caso in cui sceglieste la bionda, ecco qualche simpatica proposta.

Tutti pazzi per l’eco-beauty

credits photo: bigodino.it

La sensibilità per le tematiche che riguardano l’ecologia è, fortunatamente, aumentata di molto negli ultimi anni. Questo si riflette anche nella scelta dei consumatori che tendono sempre di più ad optare per prodotti biologici ed eco-friendly.

Nadio Delai, presidente Ermeneia, mentre illustrava all’Adnkronos i trend dell’industria italiana in fatto di cosmetici contenuti nel Beauty Report, ha confermato che gli italiani stanno scoprendo e apprezzando sempre di più i prodotti bio. ‘Quasi un consumatore su quattro sceglie esplicitamente il bio e lo apprezza di più oggi rispetto a prima della crisi’.

Proprio il Beauty Report, presentato da Cosmetica Italia, ha dato indicazioni chiare su ciò che piace ai consumatori italiani. La maggior parte, oltre il 50%, sceglie il prodotto in base ad un buon rapporto qualità-prezzo. Una buona fetta poi, tiene conto anche di quanto il prodotto sia necessario e di quanto sia testato e credibile.

Il 23,6% dei consumatori sceglie solo prodotti naturali, biologici ed eco-friendly, oltre il 20% tiene conto della presenza, o assenza, di alcuni specifici ingredienti e una modesta percentuale si interessa ai metodi di produzione chiedendosi se rispettano i principi etici e della protezione ambientale. Questi ultimi dati confermano, secondo Cosmetica Italia, ‘un trend ‘salutistico’ presente da tempo nei consumatori’.

Nadio Delai ha dato una sua interpretazione a questi dati: ‘Quest’anno si è usciti definitivamente dalla fase di psicologia quaresimale, si riprende a spendere un po’ di più nel 2014 e si prevede di spendere di più nel 2015’. Insomma, dopo diversi anni di crisi non si punta più solo al risparmio ma anche all’acquisto di prodotti di qualità.

Anche le imprese tengono conto della necessità dei clienti di comprare articoli che abbiano un ottimo rapporto qualità-prezzo e della tendenza ad acquistare prodotti rispettosi dell’ambiente. Per questo cercando di anticipare queste tendenze mettendo sul mercato una vasta gamma di prodotti bio che abbiano un prezzo accessibile.

Consigli pratici per trattare la “pelle sensibile”

Quando la barriera naturale della pelle è danneggiata compaiono arrossamenti, accompagnati da prurito e bruciore. Le cause possono essere molte, ma ci sono consigli validi in tutti i casi.

In assenza di adeguata protezione, la cute reagisce agli stimoli in modo esagerato. Per far fronte al problema è necessario indagarne le cause, che possono essere interne (fattori costituzionali, scompensi ormonali, allergie, carenze vitaminiche) o esterne (inquinamento, cosmetici inappropriati, caldo e freddo). Appurata l’ origine del disturbo, lo specialista sarà in grado di suggerire un trattamento specifico, ma esistono piccole strategie per iniziare a combattere questi problemi.

Charlotte Vohtz, il fondatore di Green People un beauty brand, crede nella bellezza interiore che si riversa all’esterno e nel suo libro “Naturalmente Splendida” prescrive la dieta perfetta per problemi di carnagione.
Ecco la ricetta:
• In alcuni casi degli alimenti o additivi alimentari possono provocare l’ irritazione cutanea. In questo caso bisogna fare un test allergologo per identificarne le cause;
• Bere almeno otto bicchieri di acqua al giorno per aiutare il corpo a disintossicarsi;
• Aumentare il consumo di omega-3 , sostanza ritrovabile nel pesce e nell’ olio di semi di lino;
• Evitare cibi troppo piccanti e alcool;
• Eliminare il così detto cibo spazzatura e gli additivi, come i coloranti alimentari, in quanto possono innescare un processo infiammatorio.

Migliaia di persone hanno la pelle delicata come un fiore ma purtroppo, molto spesso, non sanno come trattarla.

Se la cute è iperattiva, meno sostanze si applicano meglio è. Ma poiché anche la pelle sensibile ha bisogno di cure, è importante che riceva i trattamenti adeguati.
In linea di principio, tra i parametri di un cosmetico destinato a questo tipo di pelle ci sono la tollerabilità, la dermo compatibilità degli ingredienti, l’ assenza di profumo, di alcol e di coloranti.

La detersione deve essere frequente ma delicata, per non danneggiare ulteriormente la naturale barriera difensiva della pelle. Per la pulizia quotidiana del viso è bene utilizzare prodotti poco schiumosi, con un pH debolmente acido o fisiologico e con l’aggiunta di sostanze emollienti in grado di contrastare l’azione sgrassante dei tensioattivi. Dopo la detersione, vaporizzare sulla cute un po’ di acqua termale o picchiettare con un dischetto di cotone imbevuto di acqua di rose.Le maschere sono il complemento di una detersione accurata e di qualsiasi trattamento di bellezza. Devono essere per pelle sensibile, altrimenti la cute si irrita.

Le creme da giorno non devono essere troppo grasse.Nei prodotti da giorno devono poi essere sempre presenti dei filtri solari. La protezione deve essere contro gli ultravioletti di tipo A e B e contro gli infrarossi.
La notte è il momento per i trattamenti anti-età indispensabili per la pelle sensibile, che tende ad invecchiare più velocemente. La crema da utilizzare deve essere ricca di vegetali ad azione ammorbidente e di antiossidanti (come la vitamina C). Tra le sostanze che trattengono l’acqua cutanea ci sono l’acido ialuronico, l’urea e il collagene.

Per proteggere la pelle sensibile è importante anche seguire un’ alimentazione corretta e bilanciata, inserendo nella dieta cibi ricchi di vitamina C (di cui sono ottime fonti agrumi, kiwi, fragole) e P (more, ciliege, mirtilli, albicocche, uva e prugne) che proteggono i capillari. Infine, è utile limitare il consumo di caffè, di alcolici, di cibi piccanti o particolarmente spezieti.