domenica, 12 Luglio 2020

Viso & Corpo

Home Beauty Viso & Corpo
Consigli e segreti per la cura del viso e del corpo

Come valorizzare lo sguardo con l’eyeliner

L’eyeliner è un vero must del make up. In polvere, gel o a penna, questo strumento definisce in dettaglio la forma degli occhi, dando profondità allo sguardo, regalando dunque un effetto molto ricercato. L’eyeliner può essere applicato in tanti stili differenti, valorizzando il proprio sguardo a seconda della tipologia dei propri occhi. Dopo aver capito dunque la forma dei propri occhi, seguite questi consigli per valorizzare lo sguardo con l’aiuto di un semplice eyeliner.

Occhi infossati

Tracciare una linea sottile sulla palpebra superiore e su quella inferiore per definire lo sguardo e far risaltare gli occhi.

1,jpg

Occhi cadenti

Gli occhi all’ingiù fanno apparire l’espressione un po’ triste. È necessario dunque truccarli in modo da ottenere un effetto allungato e sollevato, mascherando la loro vera natura. Delinea dunque seguendo con l’eyeliner la linea delle ciglia superiori spingendo verso l’alto e verso fuori, creando una codina all’attaccatura delle due palpebre. Sulla palpebra inferiore tracciare una linea fine vicino all’attaccatura interna per alzare l’occhio.

2

Occhi vicini

Se si hanno gli occhi ravvicinati, mai concentrare il tratto dell’eyeliner o di qualsiasi matita nella parte interna, ma potenziarlo verso le estremità, per ottenere uno sguardo più ampio e più allungato verso l’esterno.

3

Occhi separati

Per gli occhi separati tracciare una linea spessa sulla palpebra superiore cominciando dalla parte interna, andando verso l’esterno, per concentrare gli occhi verso l’interno.

4

Per chi vuole invece osare con l’eyeliner e ottenere un effetto da vera diva ed esperta di make up, ecco quali regole seguire. Possono sembrare eccessivi, ma i risultati sono spettacolari.

Per ingrandire

Questo tratto grafico, chiamato anche mezza banana, è perfetto per distogliere l’attenzione dalla palpebra cadente e creare l’effetto di un occhio più aperto. Disegnare quindi una linea sottile all’attaccatura delle ciglia superiore e all’interno della palpebra, unendole a formare un triangolo.

Per intensificare

Con l’occhio chiuso disegnare una linea grossa sopra l’attaccatura delle ciglia. Aprire l’occhio e marcare la linea di taglio della palpebra, quella interna superiore. Finire riempiendo il tutto per creare una mezza luna, senza dimenticare dell’angolo per ottenere un effetto sofisticato.

Per alzare

In questo caso l’attenzione è concentrata sull’angolo largo, ossia sulla parte esterna dell’occhio. È importante non tirare l’occhio verso le tempie e cercare di disegnarlo con l’occhio aperto. Utilizzare un pennello fino per una maggiore precisione.

In arrivo il cuscino che pulisce la pelle del viso

cuscino che pulisce la pelle
Credit: miss.at

Dormire e riposarsi, e allo stesso tempo purificare la pelle del nostro volto. Non è un sogno, ma sta per diventare realtà. E’in arrivo infatti il cuscino che pulisce la pelle del viso. Si chiama Skin Laundry Sleep Cycle e letteralmente il nome significa “lavanderia della pelle” perché è questo il suo ruolo principale.

All’apparenza sembrerebbe una normale federa che si adatta a qualsiasi tipo di cuscino, ma è costituita al 100% di cotone attraverso l’incrocerai di 300 fili incrociati che contrastano l’arrivo dei batteri. A differenza delle normali federe contiene una tecnologia anti microbica che aiuta a limitare il contatto con i batteri.

Il cuscino che pulisce la pelle del viso permette appunto di purificare il volto tenendolo lontano dall’influsso negativo dei batteri mentre dormiamo, quindi potremo scacciare gli incubi di una pelle impura lavorando durante la notte e svegliandoci al mattino con una pelle già pulita senza dover perdere un’infinità di tempo con i soliti rituali da bagno, con creme e cremine varie.

Chissà se le case produttrici di cosmetici saranno d’accordo con l’introduzione dell’innovativo cuscino, certo è che i test per il momento hanno dimostrato che aiuta ad eliminare circa il 90% dei batteri presenti sulla pelle. Il cuscino sarà messo in vendita ad un prezzo di partenza di 30 dollari.

Chirurgia estetica, richiesta una formazione specifica per le tecniche base

Filler, lifting, trapianto di capelli, ma anche interventi di chirurgia estetica al naso, al seno, ai glutei: quanti non hanno almeno un’amico che abbia fatto ricorso ad una di queste tecniche?

La chirurgia estetica ha un margine di operatività sempre più ampio, così come sempre più richiesto è il suo intervento. Necessita dunque di figure specializzate per correggere i difetti o, in alcuni casi, ricercare la perfezione.

Così nove medici su dieci, in Inghilterra, pretendono che quelle figure siano davvero preparate a intervenire, dichiarando che la semplice formazione NHS sia inadeguata anche per le pratiche più comuni: circa un terzo dei medici ha affermato che i chirurghi dovrebbero seguire una formazione di almeno tre mesi prima di iniettare filler cosmetici e Botox. Stesso discorso per il l trattamento laser per l’acne, il ringiovanimento della pelle e la rimozione dei capelli.

Cosa ne pensano i pazienti? Raddoppiano i tempi di formazione proposti dai medici, dichiarando di pretendere una preparazione di almeno sei mesi per le pratiche suddette. E la British Association of Aesthetic Plastic Surgeons e il British College of Aesthetic Medicine stanno compilando un registro volontario dei praticanti di chirurgia estetica, accuratamente controllati dai medici prima di essere accreditati, in modo che i pazienti possano avere fiducia nella scelta di una clinica.

L’immagine di una persona, lo vediamo ogni giorno, può influire positivamente o negativamente sulla sua vita. Affidarla a persone consapevoli, competenti e allenate, è un diritto.

Dimagrire in una settimana: ecco come fare

dimagrire

Per dimagrire l’addome in una settimana, non serve intraprendere un regime dietetico ferreo, ma prima di tutto occorre una buona dose di pazienza e sacrificio. Detto ciò, vediamo insieme alcuni accorgimenti da adottare per dimagrire l’addome in una settimana.

Se si desidera ottenere un corpo ginnico in fretta, bisogna innanzitutto ridimensionare le proprie abitudini. Va chiarito che, il principale responsabile del grasso è la lentezza del proprio metabolismo, a tal punto da impiegare un tempo eccessivo per bruciare le calorie in eccesso. A sua volta, la causa di un metabolismo lento è data da un’alimentazione irregolare e disordinata.

Se si desidera dimagrire l’addome velocemente, il primo passo è bere tanta acqua, secondo alcuni studi, circa 8 bicchieri giornalieri. Se il vostro organismo infatti, non accoglie liquidi a sufficienza, tende ad agglomerare gli stessi nei tessuti, facendo apparire il vostro corpo più tondo e grasso. Oltre a ciò, è fondamentale abolire del tutto le bevande alcoliche ed anche quelle gassate che sono dense di calorie, ma il loro nutrimento è insufficiente.

Come già preannunciato, per dimagrire la pancia non serve adottare diete ferree, ma è chiaro che anche l’aspetto dell’alimentazione va rivisto e modificato. Per esempio, è un errore pensare che saltando i pasti riuscirete a dimagrire in fretta. In realtà accade esattamente il contrario di ciò che ci si aspetta. Saltare un pasto comporta il rallentamento del metabolismo e dunque vi farà mettere su peso.

Il consiglio dunque, è di mangiare più volte al giorno e consumare alimenti nutrienti, ricchi di fibre e vitamine. Sono da abolire i grassi, le fritture e tutti i vari “cibi spazzatura”. Inoltre, è consigliabile mangiare lentamente, senza ingozzarvi. Per dimagrire l’addome in una settimana, è importante infine evitare durante i pasti di adottare comportamenti nervosi o ansiosi.