Viso & Corpo

Home Beauty Viso & Corpo
Consigli e segreti per la cura del viso e del corpo

Le sopracciglia più brutte al mondo (FOTO)

Pensavate di aver visto di tutto e invece non è così. La carrellata di immagini prese dai social e dal web delle sopracciglia più brutte al mondo vi lascerà a bocca aperta.

Un profilo, ormai divenuto virale, nato su Instagram, raccoglie decine e decine di foto che mostrano persone aventi tutte la stessa caratteristica: ovvero quella di avere delle sopracciglia a dir poco orrende. Facile immaginare che tali foto abbiano fatto immediatamente il giro della rete suscitando la curiosità e l’ilarità di tutti coloro che hanno guardato queste ragazze, mettersi in mostra in maniera assurda con selfie improponibili.

Diamo dunque un’occhiata anche noi a quelle che davvero possono essere definite le persone con le sopracciglia più brutte al mondo. Non prendete esempio, mi raccomando!

Alcuni consigli per usare al meglio la matita nera sugli occhi

Credit: diredonna.it

Occhi chiari, occhi scuri. Occhi grandi, occhi piccoli, occhi a mandorla. Non importa di che forma o colore siano i vostri occhi, tanto la matita nera non mancherà mai nel vostro make up.

Si tratta infatti di un prodotto super utilizzato da moltissime donne, anche se – purtroppo – non tutte sanno ancora come usarla al meglio. Ecco allora i nostri consigli per scegliere e usare la matita nera sempre nel migliore dei modi, ed essere perfetta.

Scegli la matita in base all’uso

Usare la stessa matita, magari vecchia di anni, sempre e per tutto è una delle cose più sbagliate in assoluto. Di matite nere per gli occhi ne esistono di dimensioni e durezze diverse, e noi dobbiamo sceglierle in base all’uso che vorremo farne. Quelle più morbide, ad esempio, sono ideali per i cat eye e per contornare l’interno dell’occhio, mentre quelle più dure e appuntite servono principalmente come eyeliner. Il consiglio quindi è quello di averne più di una matita nera, almeno queste due appena elencate, così potrete scegliere quella giusta in base a come volete truccarvi.

Tempera la matita regolarmente

L’attenzione e la cura per la punta della matita è di fondamentale importanza per un risultato migliore. Bisogna, infatti, temperarla regolarmente, facendo attenzione ai residui di prodotto e anche a eventuali piccole schegge; temperando la matita in modo tale che la punta si simmetrica.

Inizia l’applicazione dai lati

Quando decidete di applicare la matita come eyeliner, cioè sulla palpebra, iniziate dal lato esterno dell’occhio e fermatevi a metà, poi ricominciate l’operazione dall’angolo interno fino a ricongiungervi con il pezzo fatto precedentemente. In questo modo, avrete più probabilità di fare una linea dritta, e potrete dire addio a ritocchini e raddrizzamenti, cosa assai difficile.

Scalda la matita prima di usarla

Quello di riscaldare leggermente (con un accendino tenuto a leggera distanza) la punta della matita prima dell’applicazione è un vero e proprio “rimedio della nonna”. Il prodotto non deve essere caldo, semplicemente un po’ tiepido, così che diventi più pastoso e rimanga più a lungo, senza sbavature. Questa tecnica è fortemente consigliata sopratutto per quando si applica la matita nera all’interno dell’occhio.

Non avvicinarti troppo all’angolo dell’occhio

Tutte le volte che decidiamo di truccare la linea interna dell’occhio con la matita nera dobbiamo prestare molta attenzione a non avvicinarci troppo all’angolo dell’occhio verso il naso, quello cioè che ha maggiormente secrezioni e dal quale fuoriescono le lacrime che tengono idratato l’occhio. Tenendo la matita a distanza di almeno mezzo centimetro eviteremo che l’effetto diventi pastoso, sgradevole e che produca sbavature.

Nasce il make-up multi-tonale adatto a tutte le carnagioni

Dal Brasile arriva il make up multi-tonale, una serie di trucchi che si adattano alla maggior parte delle carnagioni presenti nel mondo.

Il trucco multi-tonale è il risultato di una ricerca condotta su campioni significativi, come le donne brasiliane dalle molteplici carnagioni, perché la mescolanza di etnie, che nel corso della storia ha dato origine alla popolazione brasiliana è molto forte: etnie africane, europee, asiatiche e indigene. La notizia è stata data dalla rivista “Cosmetic and Toiletries science applied” sulla base dei dati di una equipe di ricercatori, dermatologi e make-up artists.

L’Istituto brasiliano di geografia e statistica elenca cinque macrocategorie di colore della pelle, bianca, indigena, nera, marrone e gialla, degli abitanti del paese sudamericano, ma l’Università di Campinas ha invece classificato ben 250 differenti tonalità di carnagione sparsi in Brasile. Essendo impossibile creare un colore di make up per ognuna di queste pelli, era necessario, al fine di raggiungere il maggior numero di clientela possibile, l’ideazione di un trucco universale, che andasse bene al maggior numero possibile di donne.

Per la creazione del trucco universale o make-up multi-tonale, le 250 donne dello studio sono state fotografate prima e dopo l’applicazione di 38 differenti nuances di fondotinta. Le immagini sono poi state analizzate dagli esperti, dermatologi, truccatori e fotografi, che ne hanno analizzato statisticamente le differenza e le similitudini. Il lavoro ha permesso di arrivare a 18 differenti carnagioni e infine a soli 4 fondotinta e correttori multi-tonali in diverse forme, liquidi, glossy, leggeri o in polvere.

I prodotti sono stati fatti usare da 30 donne rappresentative delle diverse etnie brasiliane per 90 giorni. I risultati sono stati soddisfacenti, a detta dei ricercatori, che hanno sviluppato il make-up per una nota casa cosmetica locale. “I nuovi trucchi coprono un range di 18 tipi diversi di carnagioni e in futuro ci si aspetta una rivoluzione per le industrie del settore che commercializzano in un mercato sempre più globale ed una crescente mescolanza di etnie

Le aziende di cosmetici, quindi, vendendo i trucchi universali potranno espandersi a livello internazionale senza dover studiare per ogni paese quali sono le nuances dei fondotinta e dei correttori più adatte alle popolazioni locali, e noi donne non dovremmo avere più il problema di trovare il fondotinta adatto alla nostra tonalità di pelle.

Ceretta con lo zucchero, efficace e naturale al 100%

Credit: comefare.com

C’è chi la ceretta ha deciso di non farla più, e chi invece, per quieto e più gradevole vivere, cerca in tutti i modi di eliminare anche i peletti più piccoli e infami.
Se già avete provato di tutto, creme, lamette, cerette dall’estetista, e non siete soddisfatti dei risultati, allora provate la ceretta orientale: prevede la depilazione con la pasta di zucchero.

Questa è sicuramente la tecnica di depilazione più delicata che ci sia in commercio, e poi è al 100% naturale. In questo modo, molto più indolore rispetto alla classica ceretta, vengono rimossi efficacemente tutti i peli, anche quelli cresciuti sotto pelle.

Come depilarsi con lo zucchero?

Se volete provare questo metodo di depilazione direttamente in casa vostra, allora basta solo preparare una sorta pasta facendo bollire lo zucchero in mezzo bicchiere d’acqua, e mescolatelo fino ad ottenere un caramello. Si aggiungono poi qualche goccia di limone e due cucchiai di miele. Una volta terminato il tutto lasciatela raffreddare, dopodiché lavoratela con le mani, fino a una consistenza piuttosto densa.
Per il trattamento di depilazione a base di zucchero basta quindi prendere una pallina dell’impasto, farla scorrere nel senso opposto al pelo e poi strappare a favore del pelo.

Ovviamente non è indolore, ma sicuramente garantisce gambe più lisce e delicate per varie settimane.
Un altro vantaggio della ceretta con lo zucchero è che non raggiunge mai temperature troppo elevate, permettendo alle persone con problemi circolatori, problemi a vene e capillari, con macchie cutanee o psoriasi di sottoporsi in piena tranquillità al trattamento.

[Credit: elle.it]