Beauty

Home Beauty
Il mondo del beauty tra tendenze, novità e consigli su come prendersi cura di se stessi

I colori del cielo condizionano la nostra salute

salute-colori-cielo

Uno studio da poco pubblicato sulla rivista Plos Biology a cura dei ricercatori dell’Università di Manchester porterebbe a confermare l’ipotesi suggestiva secondo cui la nostra salute, ed in particolare il bioritmo del nostro organismo, sia influenzata anche dai colori dell’ambiente esterno soprattutto degli elementi naturali come cielo e nuvole. Quindi un bel tramonto può servire a molto di più che a postare una foto su Instagram. Il colore della luca al tramonto infatti ha un ruolo fondamentale sui nostri ritmi circadiani, ovvero i cicli di 24 ore che regolano le normali attività del nostro organismo (sonno, veglia, fame ecc.) e quindi in generale sul nostro stato di salute.

Lo studio dell’Università di Manchester affronta proprio quest’aspetto, il colore della luce fornisce al nostro corpo uno strumento molto affidabile per determinare l’ora del giorno e le funzioni vitali ad essa connesse. Del resto da tempo è noto di come la luce influenzi notevolmente i ritmi circadiani degli animali, ma quale delle sue tante proprietà contribuisce maggiormente, l’intensità o il colore? Lo studio partiva dal presupposto che i colori del cielo all’alba e al crepuscolo contribuiscono a condizionare il nostro stato di salute psico-fisica regolando i nostri ritmi di vita. Ma come? Quello che i ricercatori hanno osservato è che al tramonto la luce cala di intensità e i colori si spostano verso le tonalità del blu. Hanno quindi studiato l’attività di topi sottoposti a luce di intensità e colori differenti misurando l’attività elettrica dei neuroni del nucleo soprachiasmatico, cioè il gruppo di cellule situato nell’ipotalamo che regola l’orologio biologico dell’organismo.

I neuroni osservati hanno risposto positivamente al cambiamento cromatico rispetto al cambiamento di luminosità. Gli scienziati hanno poi costruito un finto cielo con LED colorati per simulare i cambiamenti di colore. Quello che è emerso è che il colore gioca un ruolo fondamentale nella regolazione dei ritmi biologici. Se trasferiamo questi dati sull’uomo, i risultati emersi potrebbero risultare fondamentali nella cura di alcuni disturbi di salute legati al mal funzionamento dell’orologio biologico, come i disturbi depressivi stagionali o il jet lag.

Campagne Facebook eticamente scorrette: il caso Melissa Satta

Credit Photo: blogspot.com

“Non vi fidate di chi vi vende strane pozioni magiche per dimagrire” (ndr)

Le parole di Melissa Satta che giungono forti e chiare dal suo blog.
Cosa l’ha spinta a porre l’attenzione su tale questione?
Questa è l’immagine della neo mamma in lacrime che sta facendo il giro del web.

Credit Photo: Facebook
Credit Photo: Facebook

Ogni campagna pubblicitaria è composta da una moltitudine di messaggi finalizzati al raggiungimento di uno stesso obbiettivo.
Non sono un caso i colori scelti, né la musichetta di sottofondo, il creare – o distruggere – attraverso le parole, così come i toni usati nel rendere esplicito il concetto. Si tratta di tecniche di marketing.

Ma quando si parla di marketing è necessario fare un’importante distinzione: quella tra il marketing sano ed efficiente, e il marketing efficiente – a breve durata – e basta.
L’utilizzo dei social network ha reso oggi ancora più sottile la linea che separa queste due scuole di pensiero.

Una delle tecniche più efficaci di sempre, quando si intende vendere un prodotto, è quella di porre quest’ultimo in relazione ad un’immagine che già di per sé è vincente.
Questo è quello che è accaduto a Melissa Satta.
Diventata testimonial inconsapevole di un prodotto miracoloso che fa perdere chili senza sacrificio alcuno, la Satta è colei che in realtà ha subito meno danni da quella che è una campagna pubblicitaria scorretta da più di un punto di vista.

Accedendo al post sponsorizzato da Salute e Bellezza, infatti, si viene catapultati in un ulteriore sito che con la showgirl nulla ha a che vedere.
Salute e Bellezza rimanda, infatti, ad una pagina web in cui solo per pochi giorni, e solo con noi, e ad un prezzo formidabile, è possibile acquistare delle miracolose pillole dimagranti.
L’effetto promesso è ovviamente immediato. Non prevede diete restrittive né attività fisica intensiva. L’assunzione di questo concentrato di piante provenienti dall’Indonesia (Garcina Cambogia), garantisce l’azienda Pure Life Cleanse, supererà ogni nostra aspettativa.
Così come avrebbe permesso alla bella Melissa Satta di perdere i chili in eccesso post gravidanza.

Chi è stato veramente colpito da tutta quanta questa politica scorretta siamo noi utenti di Facebook.
Questa campagna è stata sponsorizzata per un tempo necessario a catturare l’attenzione, e il sogno, di milioni di persone.
La potenza di un mezzo di comunicazione come Facebook, immediato e popolato da un numero indefinito di utenti, ha permesso a tale azienda di prendere il posto nell’immaginario collettivo di molti in qualità di azienda-salva-sorriso: donando una speranza – fittizia – a tutti coloro che in questo periodo dell’anno combattono con i chili di troppo.

Nulla ci permette di avere un fisico quanto meno simile a quello di una qualsiasi persona che con costanza e dedizione gli dedica i necessari sacrifici.
Che si chiami Melissa Satta, che abbia appena partorito, che sia sulla copertina di Elle, o protagonista diretta del profilo Instrgram più cliccato, chiunque mostrerà questa estate un fisico asciutto ha seguito delle regole.

Perdere peso equivale a mangiare in modo sano, bere molta acqua, affidarsi ai consigli di un esperto in materia che sappia indicarci anche lo giusto svolgimento di un’attività fisica consona alle nostre esigenze. Di certo non significa affidarsi a delle campagne pubblicitarie eticamente scorrette provenienti da aziende, evidentemente, sull’orlo del fallimento. Soprattutto morale.

Pro e contro dell’avere i capelli mossi (FOTO)

Né lisci, né ricci. I nostri capelli sono talmente ibridi che sembrano peggio di un incrocio tra un barboncino arruffato e un golden retriver dal pelo appena pettinato. Eppure non capisci proprio da chi li hai presi, perché sei l’unica in famiglia ad avere questa specie di parrucchino uscito male in testa – anche se, osservando meglio, non è poi così male.
I capelli mossi sono così: né carne né pesce. Li si ama, ma sopratutto li si odia. Vediamo insieme i pro ed i contro per tutti quelle che si sentono tirate in causa.

PRO

Puoi acconciarli come vuoi

Un giorno li vuoi lisci, un giorno li vuoi tutti boccolosi, e il giorno dopo ancora lisci. A noi con i capelli mossi non serve ricorrere ad ore ed ore di trattamenti e intense sedute di piastra casalinga, ci basta pettinare i capelli se li vogliamo lisci, non farlo se li vogliamo un po’ più movimentati. In un minuto e mezzo la tua acconciatura cambia completamente.

Credit: weheartit
Credit: weheartit

C’è sempre una via di mezzo

Tutti dicono che il mondo non si può dividere in bianco o nero, ma che ci sono sempre delle sfumature nella vita di ognuno. E così noi impersonifichiamo in pieno questa perla di saggezza, perché i nostri capelli sono la sfumatura di cui tutti parlano. Sono un mix, una perfetta via di mezzo. La soluzione ad ogni incertezza quando vai dal parrucchiere e non sai come farteli asciugare.

Credit: pianetadonna.it
Credit: pianetadonna.it

Pioggia

Le ragazze con i capelli lisci e senza ombrello nelle giornate piovose sembra abbiano degli spaghetti scotti in testa.
Le ragazze con i capelli ricci e senza ombrello nelle giornate piovose sembra abbiano messo un dito nella corrente elettrica.
Le ragazze con i capelli mossi e senza ombrello nelle giornate piovose invece stanno benissimo, perché i loro capelli non si ammosciano sulla testa e non diventando neanche crespi, bensì tutti più gonfi, cosa che neanche la permanente dal parrucchiere funziona meglio.

Credit: robadadonne.it
Credit: robadadonne.it

Sono alla moda

Blake Lively, Alessandra Ambrosio, Belen, Emma Watson e tante altre donne vip hanno i capelli ibridi come i nostri. Anche se, lo so, a loro stanno meglio.

CONTRO

Non sono mai come li vorresti

Un giorno li vuoi belli mossi e loro sono lisci senza neanche un’ondina capitata per caso in mezzo alla chioma per sbaglio. La sera invece li vorresti lisci, ma quella mattina, dopo la doccia, ti sei dimenticata di pettinarli, per cui loro sono più arruffati del solito. Va sempre così.

Sudore

Se siete delle ragazze che sudano anche solo facendo un piano di scale allora i capelli mossi sono la vostra rovina, perché da dietro il collo usciranno infami piccoli riccioli che disturbano visivamente la vostra pettinatura. Per non parlare quando si hanno i capelli legata in una classica coda di cavallo, e il sudore li fa sparare fuori dappertutto.

Credit: latricologia.it
Credit: latricologia.it

Nessuno li apprezza mai

È veramente difficile che qualcuno ti faccia i complimenti per i tuoi capelli. Perché dovrebbero, pensi? In fondo, non li ami neanche tu (o forse si, ma solo qualche giorno).

capelli

Nail art di Natale (FOTO)

www.angieclausblog.com/

Ci risiamo, arriva il Natale e noi donne single dobbiamo inventarci l’ennesima scemenza per farci notare da qualcuno. D’estate compriamo gli smalti fucsia e arancio, la cui scadenza è il 30 settembre; d’inverno dobbiamo comprare quelli rossi, bordeaux e neri (ovviamente perché quelli dell’anno prima sono più secchi di un cactus) e poi, naturalmente, dobbiamo adattarci al clima delle festività. Che sia Halloween, Natale, Pasqua o Ferragosto, la nail art ci vuole sempre sugli attenti. Non ci resta che sfogliare pagine e pagine di giornali rosa e dare un’occhiatina fugace su Internet per scegliere la manicure più adatta alle feste di Natale.

Siete single? Quale modo migliore per attirare i maschi spaiati che dipingersi la faccia di Babbo Natale sulle unghie? Non sto scherzando, personalmente non lo farei mai per pigrizia, ma mi sento comunque di darvi qualche suggerimento. Io sono vecchia dalla nascita, non sono certo quella che viene notata durante una festa ma voi, ragazze, avete l’obbligo di abbandonarvi alla nail art natalizia anche per me. E siccome voglio dare un contributo alla causa, ho selezionato le immagini più carine per la vostra manicure di Natale.