Costume & Società

Home Costume & Società
Notizie e tendenze sulla società, sul costume, sull’opinione pubblica e sul cambiamento generazionale

Frankenstein di Mary Shelley

Frankenstein di Mary Shelley: “Il sonno della ragione genera mostri” – Fransisco Goya –

A cosa pensate quando sentite la parola Mostro?

A qualche essere pauroso che vi spaventava da piccoli?

All’oggetto delle vostre fobie?

O a qualche soggetto deviato della società?

Il mostro di cui parliamo oggi è un mostro letterario che nel tempo è stato trasformato in una maschera per il divertimento di grandi e bambini.

Per chi ancora non lo sa questa storia è stata ideata da Mary Wollstonecraft, all’epoca ancora nubile, durante un’estate piovosa a casa di Lord Byron che per passare una serata chiese ai suoi ospiti che ognuno inventasse un racconto gotico così nacque Frankenstein.

« Ti chiesi io, Creatore, dall’argilla

di crearmi uomo, ti chiesi io

dall’oscurità di promuovermi…? »

(John Milton, Paradiso perduto)

Frankenstein di Mary Shelley

Il protagonista è Victor Frankenstein che vede morire la madre di scarlattina, rimanendone sconvolto Victor si dedica con tutto stesso agli studi di Paracelso, Cornelio Agrippa e Alberto Magno per scoprire se vi è davvero un modo per creare un essere umano intelligente in buona salute e che viva di più. Per approfondire i suoi studi si reca in Germania divenendo il il pupillo dei professori Krempe e Waldman, dai quali impara i segreti dell’etica scientifica e della biologia.

A questo punto avendo appreso tutti i metodi scientifici si reca una notte in un cimitero e studia la decomposizione dei cadaveri per poter creare una creatura vivente da materia inanimata.

La creatura dunque risulta un po’ più deforme e sgraziata del previsto con molta più forza fisica tanto che Victor ne rimane atterrito e la sua creatura fugge nella notte col diario personale del suo “papà”. Victor decide quindi di tornare a casa ma il mostro lo precede ed uccide il suo fratello minore William, facendo ricadere i sospetti su Justine Moritz, la governante della famiglia che morirà in prigione.

Durante una vacanza in Francia Victor incontra la sua creatura che confessa tutto e che spiega come è riuscito ad apprendere il francese, non solo chiede una cosa al dottore…

All’inizio il dottore accetta ed esegue quanto richiesto dal mostro ma poi si pente e fugge, ad attenderlo c’è però la polizia che lo accusa di aver ucciso il suo migliore amico…

Riesce ad essere scarcerato grazie alle conoscenze del padre e decide di recarsi al Polo Nord per vendicarsi del mostro (che nel mentre ha continuato ad uccidere) ma le cose non vanno come previsto…

Frankenstein di Mary Shelley

Io devo confessarvi che l’ho letto solo di recente prima mi sono accontentata dei film o dei fumetti che trattano la storia di questo mostro poi però m’è venuta la curiosità di sapere se la storia reale era andata proprio così…

Audiolibro: https://menestrandise.bandcamp.com/album/frankenstein

Chocolat di Joanne Harris


Chocolat di Joanne Harris: “Il vento ha spazzato via le mie paure. Faccio un cenno di saluto all’Uomo Nero nella sua torre, e il vento mi strattona allegramente la gonna. Sono fuori di me per la gioia, piena di aspettative.”

Il libro che oggi vi consiglio, se non la celebrazione del cibo degli dei, ovvero Chocolat.

Il cioccolato…che lega, che unisce ma anche un piacere proibito, una tentazione, un’ammicamento ai sensi.
Lui è il protagonista di questo romanzo di Joanne Harris assieme al vento.

Chocolat di Joanne Harris

Un martedì grasso precisamente nel piccolo paese di Lansquenet, il vento trascina con sé Vianne Rocher, una tipa spigliata, simpatica e misteriosa. E sua figlia Anouk con il suo amico immaginario: un coniglietto di nome Pantoufle, che appare più di questo, sembra quasi essere il suo spirito protettore. Perché Vianne e la figlia credono nella magia, nei totem, nelle forze della natura.

Dunque le due si sistemano nel paese e Vianne decide di aprire La Céleste Pralin, una cioccolateria. Proprio nel bel mezzo della quaresima. Al prete del paese Francis Reynaud viene quasi un colpo ma non si lascia scoraggiare è convinto che i suoi sermoni terranno il suo gregge lontano da quel luogo peccaminoso e che Vianne ben presto se ne andrà. Invece succede l’imprevisto: i parrocchiani si lasciano tentare. Vianne sembra conoscerli tutti, nel loro profondo: sentimenti, problemi, desideri…

Nessuno resta indifferente davanti al negozio pieno di delizie, profumi e colori e prima o poi tutti varcano quella soglia. Con grande stizza del curato. Vianne vince la sfida e abbatte i pregiudizi e la diffidenza delle persone ma le resta ancora da vincere la guerra: contro l’Uomo nero che la terrorizza dalla sua infanzia e che ora assume le sembianze del curato. Il prete tenta in tutti i modi di scacciare quella che lui crede essere una strega che però è veramente caparbia e non solo non se ne va ma fa addirittura amicizia con degli zingari che arrivano nei loro barconi dal fiume…
Il curato al limite della sopportazione vedendo arrivare gli zingari in paese decide che deve attuare il suo piano per cacciare definitivamente la strega e la sua figlioletta selvaggia.
Ma è tornato il vento… e Vianne deve decidere: resterà per combattere o lascerà che il vento la porti via?E che ne sarà di Anouk?

Chocolat di Joanne Harris

Un libro piacevole, dolce e frizzante, con tanti personaggi indimenticabili e tanta tanta magia e mistero come quei racconti d’infanzia che ci facevano galoppare con la fantasia!

Non perdetevelo e non perdetevi il film: Chocolat girato nel 2000, diretto dal regista Lasse Hallström con Juliette Binoche e Johnny Depp.

Una curiosità: Joanne dopo aver scritto il libro e visto il film ha dichiarato di non sopportare più il cioccolato perché dopo l’uscita del film ovunque lei vada non fanno che offrirle il cioccolato in tutte le salse. Ha dichiarato anche di aver apprezzato molto il toast alle acciughe che il proprietario di una caffetteria a Milano le ha offerto e ne ha voluto sapere la ricetta

Dropbox: condividere e salvare i file

Dropbox è la risposta ai vostri problemi di salvataggio e condivisione dei file.

Lo conoscete già?

Dropbox: condividere e salvare i file

Si tratta di un software multipiattaforma fornito per tutti i sistemi operativi gratuito che può fungervi da magazzino per i file che avete paura di perdere nel caso il vostro pc vi giocasse brutti scherzi ma anche per poter condividere file pesanti o numerosi con varie persone.

Il suo funzionamento si basa sul protocollo crittografico Secure Sockets Layer (SSL), i file immagazzinati e accessibili tramite password vengono cifrati tramite AES con chiave a 256 bit. Il programma per usufruire del servizio è disponibile per Windows, macOS, Linux, iOS, BlackBerry OS, Android, Windows RT e Windows Phone.

Lo spazio a disposizione è di 2 GB ma si può estendere fino a 16 GB con la possibilità di ottenere 500 MB per ogni persona che si registra al sito indicandovi come invitatore, fino a 640 invece se collegate drop ad un account su un social network.

Utilizzandolo scoprirete che è un programma molto utile specie se usate più pc perchè vi sincronizza le cartelle in tempo reale.

Come usare e scaricare Dropbox.

Scaricare ed usare Dropbox è semplice, per prima cosa iscrivetevi sul sito, info sotto, poi scaricate l’installazione e lanciate il programma. Dopo semplicemente dovete copiare ed incollare all’interno le cartelle che desiderate. Per condividere invece i vostri file con altri utenti, aprite drop fate click col tasto destro sulla cartella da condividere quindi selezionate Dropbox> Condividi la cartella e verrete rimandati alla pagina sul sito Web di condivisione Dropbox quindi selezionate Condividi la cartella e inserite gli indirizzi email degli utenti con cui volete condividere e fate click su condividi.

Sincronizzare è ancora più semplice perchè vi basterà accedere con i vostri dati sul laptop di Dropbox anche da un altro pc.

Un programma insomma dai vari usi, tutto da scoprire, molto comodo e rapido di cui non potrete più fare a meno.

Ecco il sito ufficiale: https://www.dropbox.com/

Ebook archive: Nella notte un grido di Mary Higgins Clark

Ebook archive: Nella notte un grido di Mary Higgins Clark

Buongiorno a tutti, spero che vi sentiate meglio di come mi sento io, vi sto scrivendo più o meno da un acquario, almeno così mi sento. Io odio l’influenza.

Comunque, a parte lo stato precario di salute ho abbastanza tempo per leggere. In questo momento in particolare sto leggendo Matrimonio a Bombay.

Oggi invece ho un altro libro da consigliarvi, vista l’atmosfera cupa e tetra di questi giorni tra vento ululante, neve, temporali e bufere varie che ne direste di un giallo ambientato in uno chalet di montagna in mezzo a tanta neve e a tanto niente? (è lontano dalla città ovviamente)

Sto parlando di “Nella notte un grido” di Mary Higgins Clark, titolo molto intonato no?

Ok, Mary non sarà proprio una pietra miliare delle letteratura (e personalmente, solitamente, non la leggo mai) ma questo romanzo mi ha incuriosito. Sarà che mi piacciono queste atmosfere di suspense, di giallo vecchio stile…in ogni caso…all’inizio sembra un po’ lento, non tanto interessante ma man mano che si va avanti la cosa si fa interessante, ci sono dei buoni elementi, ad esempio: la questione del Doppelgänger.

Ebook archive: Nella notte un grido di Mary Higgins Clark

La protagonista è Jenny Mac Partland, una donna divorziata con due figlie a carico, che per vivere fa la consulente per una galleria d’arte. Un giorno incontra un pittore bello ricco e anche piuttosto affascinante e tra i due è colpo di fulmine. Non solo, a breve i due decidono di convolare a nozze, questo comporta il trasferimento di tutta la famiglia da una grande città come New York fino in Minnesota dove viveva da bambino Erich Krueger, il pittore.

La casa è grande e molto bella ed Erich sembra un padre affettuoso e tenero per le figlie di Jenny ma lei comincia da subito ad avvertire qualcosa di strano, a volte Erich sembra diverso: troppo maniacale, geloso, e morbosamente attaccato al ricordo di Caroline

Il sogno comincia a trasformarsi in un incubo, Jenny è prigioniera nello chalet e deve cercare di scoprire la verità su Erich per salvare se stessa e le bambine e il figlio in arrivo…ma è difficile perché Jenny comincia a pensare di avere qualcosa che non va, una strana vicina, che conosceva Caroline, giura di averla vista passeggiare per strada in piena notte…Jenny non è più convinta di nulla…chi è la signora che tutti scambiano per lei?E quale segreto nasconde il marito?

Jenny deve scoprirlo prima che Erich le porti per sempre via i figli…