sabato, 11 Luglio 2020

Costume & Società

Home Costume & Società Pagina 3
Notizie e tendenze sulla società, sul costume, sull’opinione pubblica e sul cambiamento generazionale

Maddie, la bambina scomparsa: spunta un sospettato


Maddie scomparve tredici anni fa, aveva 3 anni ed era in vacanza con la famiglia in Portogallo a Praia da Luz.
Inga scomparve il 2 maggio del 2015. Una bambina di 5 anni inghiottita nel buio in un bosco della Sassonia-Anhalt in Germania.
Che cos’hanno in comune queste due bambine oltre alla scomparsa nel nulla? Christian Brueckner.

Arrestato il pedofilo che avrebbe ucciso Maddie

E’ stato arrestato per droga Christian Brueckner, un pedofilo tedesco con un passato di crimini alle spalle.

Quello che sembrava un reato qualsiasi si è trasformato in un caso di possibile omicidio o rapimento e abusi contro minori.

Contro di lui vari indizi: è stato accusato di aver stuprato un’americana 72enne a Praia da Luz. E’ lo stesso luogo in cui Maddie McCann sparirà un anno e mezzo dopo e avrebbe scritto nel 2013 a un conoscente di voler “catturare qualcosa di piccolo per usarlo per giorni”.

La seconda bambina scomparsa porta sulle sue tracce.

Inga Gehricke svanisce nel nulla in un bosco. Il pedofilo viveva a una sessantina di chilometri dal luogo della sparizione di Inge, a Neuwegersleben. Il giorno prima si trovava nei paraggi della casa e, come nel caso di Maggie, il suo cellulare era stato intercettato dai ripetitori vicino a Wilhelmshof dove Inga è stata vista per poi scomparire.

Come si è arrivati a Maddie? Il pedofilo ha vissuto nei paraggi della scomparsa, durante la stessa, ed è spuntata una chat con un amico in cui si vantava di sapere che fine aveva fatto la bimba.

Si è ipotizzato che il pedofilo stesse puntando a derubare la coppia e che avendo trovato la piccola in camera l’abbia portata via.

Un testimone incastrerà il pedofilo contro Maddie?

Il pedofilo avrebbe chiamato un’ora prima del rapimento di Maddie McCann un certo Diogo Silva, la polizia lo sta cercando perché potrebbe essere un testimone chiave.

Nel frattempo le indagini nella casa dell’uomo hanno portato al ritrovamento di vestiti da bambina, probabilmente di Inga. Il caso fu però archiviato senza ulteriori indagini.

Christian Brueckner è al momento il principale sospettato della scomparsa di Maddie e Inga, la procura tedesca avanza l’ipotesi che la bimba sia ormai morta ma i genitori sperano ancora di ritrovarla.

Libri da leggere dopo Harry Potter: La bussola d’oro

Libri da leggere dopo Harry Potter? Io consiglierei La bussola d’oro di Philip Pullman.

Forse lo conoscerete per aver visto la trasposizione cinematografica uscita nel 2007, un film prodotto dalla New Line Cinema e diretto da Chris Weitz che ha visto fra le attrici l’indimenticabile Nicole Kidman nel ruolo della Sig.ra Coulter.

Il libro è bello come il film.

L’autore Philip crea un mondo fantastico parallelo dove ogni persona possiede una sorta di spirito, un alter ego, che la affianca e che si chiama daimon ed è in forma animale.

I due sono inseparabili se il daimon viene sottratto l’umano muore o comunque subisce un grave danno perché il daimon è il canale che la collega alla Polvere, misteriosa e pervasiva sostanza cosmica (e già qui non so comincio a perdermi perché m’immagino sta sostanza a cui i personaggi son collegati e mi fa strano ma vabbè…).

Questa polvere, dunque, è in grado di donare “pensieri originali e sviluppare una personalità indipendente” cosa che non viene assolutamente presa bene dal Magisterium una sorta di suprema autorità che vorrebbe soggiogare tutti (naturalmente ogni riferimento alla chiesa cattolica è puramente casuale).

Ricordiamo che questo è il titolo del primo romanzo della trilogia Queste oscure materie.

Libri da leggere dopo Harry Potter: La bussola d’oro

Lyra Belacqua una ragazzina cresciuta presso il Jordan College di Oxford, in Inghilterra che non corrisponde proprio a quello che noi sappiamo nella realtà ovviamente. Lyra ha un daimon che si chiama Pantalaimon (in greco “Il misericordioso” ed ha un amico con cui passa molto tempo, Roger Parslow, che dà un aiuto nella cucina del college che gioca volentieri con lei e litiga con i bambini gyziani, insieme di tribù nomadi che abitano in imbarcazioni e si spostano essenzialmente sull’acqua. Un giorno la bambina origliando una conversazione tra i professori del Jordan e Lord Asriel, suo zio sente parlare di Dust, la polvere appunto e di una spedizione artica.

Nel mentre i bambini iniziano a sparire misteriosamente, rapiti dagli Ingoiatori e fra questi c’è anche il suo piccolo amico. Lyra è una bambina speciale ma non sa di esserlo, fa parte infatti di una profezia delle streghe che segnerà il destino dell’umanità. Qualcun altro però sembra intuirlo, l’affascinante Mrs. Coulter la prende con se e ne fa la sua assistente personale per la spedizione nell’Artico. La mattina della partenza a Lyra verrà donata La bussola d’oro, un aletiometro. Ben presto Lyra si accorge che la signora Coulter ha un ruolo molto importante in questa spedizione e che dietro tutto c’è il Magisterium. Scopre inoltre che i bambini spariti si trovano proprio nell’artico dove vengono effettuati dei barbari esperimenti.

Lyra scopre inoltre che Lord Asriel è stato catturato nella regione artica di Svalbard da banditi samoiedi al soldo del Magisterium, ma alla fine è riuscito a corrompere i suoi carcerieri onde ottenere di poter proseguire per proprio conto esperimenti sulla Polvere. Lyra decide di scappare e viene soccorsa dai Gyziani, con i quali raggiunge la Eastern Anglia.

Con i Gyziani pian piano impara a usare l’aletiometro e conosce molti altri personaggi incredibili, raggiunge finalmente Bolvangar, dove scopre che la signora Coulter e lord Asriel sono i suoi genitori, e infine riesce a salvare Roger. Ma il viaggio di Lyra è appena cominciato…

Letture a casa: Ti ricordi di me? di Sophie Kinsella

Letture a casa: Ti ricordi di me? di Sophie Kinsella.

Ecco una lettura leggera ideale per questi momenti stressanti.

Alzi la mano a non è mai capitato di aver fatto, detto qualcosa e poi quando andate a pescare quel ricordo al suo posto c’è il buio totale?

Non ricordate assolutamente di aver fatto o detto nulla. E’ una sensazione snervante vero?

Un attimo di smarrimento, vi sforzate, poi cercate qualche traccia: avete preso un appunto, parlato con qualcuno?Ripercorrete il tempo indietro per ricostruire quell’attimo che è andato perso chissà dove.

O avete presente quando parlate con qualcuno e vi sfugge il nome di quel tipo/a, luogo/cosa e quanto è frustrante ravanare in una marea di fogli, nomi, ricordi e non trovare quello giusto?E poi attaccate il telefono, entrate a casa, chiudete la chat e vi viene in mente dopo due secondi.

Letture a casa: Ti ricordi di me? di Sophie Kinsella

Stavo passeggiando fra gli scaffali di un centro commerciale alla ricerca di qualcosa di stuzzicante da leggere, niente di serio o impegnativo, una cosetta leggera e divertente…come quando vi prende il solletico alla pancia e non avete certo voglia di un piatto di pasta o una bistecca ma di una barretta al cioccolato o un sacchetto di patatine. Ecco. M’imbatto in Ti ricordi di me? Della Kinsella.

Ho letto qualcuno dei suoi “I love shopping” e se inizialmente mi parevano divertenti dopo un po’ cominciavano a stufarmi e a farmi saltare i nervi. E mi veniva da chiedermi “ma chi me l’ha fatto fare”.

Come dev’essere svegliarsi un giorno e non sapere più chi si è?Non riconoscere i luoghi o le persone a cui si vuol bene?O peggio aver rimosso interi periodi della propria vita e scoprire di essere diversi dalla persona che si credeva di essere?

Letture a casa: Ti ricordi di me? di Sophie Kinsella

Questo succede a Lexi che una sera esce da un locale con le amiche, dopo l’ennesima delusione con il suo ragazzo e dal lavoro e cercando di fermare un taxi scivola e batte la testa.

Si sveglia il giorno dopo in ospedale e s’incolpa per aver bevuto troppo. Questo è quello che crede lei. Solo che ci sono alcune cose che non quadrano: ha unghie perfette mentre la sera prima erano smangiucchiate, ha dei denti perfetti che la sera prima erano storti, dei capelli freschi di parrucchiere e una borsa costosissima mentre lei è povera in canna. Allarmata chiede spiegazioni e viene informata d’aver avuto un brutto incidente stradale a bordo della sua Mercedes. Ma Lexi non sa guidare e quando ha mai avuto una mercedes?

Eppure è tutto vero. Nessuno scambio di persona. Niente alieni, niente misteri. Un altro piccolo problema Lexi sa di avere 25 anni ma in realtà ne ha 28 e si trova nel 2007 mentre la serata con le amiche che ricorda lei e che sostiene essere avvenuta il giorno prima risale al 2004.

Con terrore Lexi apprende di aver perso due anni di vita, ma non è stata in coma anzi ha vissuto e alla grande ma tutto è cambiato…

Se vi capita di prenderlo in mano non aspettatevi chissà cosa, ma se cercate una lettura veloce è il libro giusto. Alla fine non vi lascia granchè, non vi rimarrà dentro e non vi lascerà nulla di così significativo da dire “cavolo che gran bel libro” o da farvi emozionare etc… ma almeno per un po’ vi distrarrà da lavoro/famiglia/bollette/casini vari.

Letture a casa: Il titolo di questo libro è Segreto

Letture a casa: Il titolo di questo libro è Segreto di Pseudonymus Bosch.

Ieri stavo seguendo un video su youtube a proposito del fatto che i giapponesi coltivano molto la giovinezza. Mi spiego: c’è spazio per peluche, pupazzi, cartoni e letture per ragazzi anche nella loro vita adulta.

In Occidente siamo molto più rigidi, c’è una netta linea di demarcazione fra l’essere giovani e l’essere adulti.

Questa linea è stata molto evidente con l’uscita di Harry Potter, libro per bambini che è affascinato tantissimi adulti che hanno ritrovato il loro bambino interiore con questa lettura.

Quindi la società occidentale si è interrogata: perché non c’è posto per il bambino interiore nella nostra vita da adullti.

Dunque oggi parliamo di una lettura a casa, per ragazzi, che può interessare anche gli adulti.

Letture a casa: Il titolo di questo libro è Segreto

Il titolo di questo libro non si sa oppure si chiama proprio Segreto?

Non solo non si conosce nemmeno l’autore perché si firma con uno pseudonimo! Curioso vero?

Sapete tenere un segreto?Davvero?

Allora avrete accesso a questo libro…ma lo stesso Bosch ci avverte: i libri sono pericolosi, leggerli è pericoloso, perciò da alcuni libri è meglio tenersi alla larga.

I libri suscitano pensieri ed emozioni che poi diventano azioni, e guai se ci son di mezzo dei segreti.

Questo libro è pieno zeppo di segreti e non solo: misteri ed enigmi…

I protagonisti sono due ragazzini prodigio, Cass e Max e il loro covo di ritrovo è una bottega da rigattiere. Qui giungono un giorno per caso gli oggetti di un mago (misteriosamente scomparso in un incendio) fra cui si trova una scatola con 99 fialette di odori (la sinfonia dei profumi). I due decidono quindi di recarsi a casa del mago (tale Pietro Bergamo) per trovare indizi e scoprono che il mago da giovane lavorava in un circo con il suo fratello gemello…sulla loro strada si porranno i perfidi Dottor L e la signorina Mauvais che sono disposti a tutto pur di carpire i segreti dell’immortalità.

Un ottima letteratura per i ragazzi ma forse anche una scusa per noi per tuffarci nella magica fantasia che spesso ci dimentichiamo di aver avuto…come sopra dicevo!