martedì, 7 Luglio 2020

Tendenze

Home Costume & Società Tendenze

Se i ragazzi imitassero le ragazze su Instagram (FOTO)

Credit photo: www.boredpanda.com

Ormai Instagram, il famoso social network che raccoglie foto di milioni e milioni di utenti, ha invaso totalmente le nostre vite. Tutto ciò che facciamo deve essere fotografato, per essere subito postato, con tanto di hashtag per avere il maggior numero di like: dalla colazione alla corsetta pomeridiana insieme alle amiche, dalla giornata al mare alla serata passata in casa a guardare un film. Senza dimenticarci delle foto alle insalate, ai gelati e ai bicchieri di vino, magari bevuti mentre si fa un bagno rilassante tra le bollicine del bagnoschiuma.

A volte, però, non ci accorgiamo che la situazione ci sta davvero sfuggendo di mano: quelle che dovrebbero essere belle fotografie si trasformano in qualcosa di costruito, fino ad arrivare a sfiorare il ridicolo. Soprattutto quando gli hashtag #selfie, #bff, #followforfollow, #likeforlike, #foodporn e chi più ne ha più ne metta occupano quasi metà della home.

A farci rendere conto di quanto a volte le nostre foto possano essere – almeno un pochino – imbarazzanti ci ha pensato un gruppo di ragazzi che ha creato un nuovo account su Instagram dal nome “Bros Being Basic“. L’idea, nata dopo che una loro amica ha postato una sua immagine con l’hashtag #ootd – outfit of the day, ovvero look della giornata – ha come scopo quello di prendere in giro le foto delle ragazze che sommergono le bacheche di Instagram, pensando a come sarebbero se a farle fossero i ragazzi. L’effetto sarebbe lo stesso?

A voi il giudizio: ecco, nella gallery, qualche post del nuovo account.

Tatuaggi animati, quando l’inchiostro si muove (VIDEO)

Credit: http://news.discovery.com/

I tatuaggi, oggi come mai prima, si stanno spandendo a macchia d’olio.
Le tecniche si affinano, le mode cambiano e le innovazioni si scontrano a colpi di macchinette.
L’errore sta nel pensare che tutto finisca qui, quando tutto è appena cominciato e ci auguriamo prosegua.
Parliamo di un meraviglioso, straordinario, affascinante progetto che dà vita ai disegni impressi sui corpi delle persone in tempo reale.

Si chiama mappatura di proiezione ed è una tecnica animata che permette di far vivere i tatuaggi direttamente addosso alle persone.
A capo del nuovo processo innovativo le due menti artistiche e geniali di Oskar e Gaspar, un collettivo di artisti visivi e multimediali residenti in Portogallo, che hanno organizzato un evento estivo l’anno passato – ma perché non l’abbiamo saputo prima – chiamato “Ink Mapping“, nel quale la mappatura di proiezione è stata utilizzata per trasformare i tattoo in vere e proprie opere d’arte dinamiche.

La tecnica prevede un adattamento 3D alla tradizionale tecnologia di proiezione, all’interno dei confini dati dai tatuaggi. In questo modo è possibile riprodurre, a partire dall’architettura di base del disegno, una sequenza animata di colori, linee, luci e curve che andranno a muovere la staticità dell’opera.
La cosa che più impressiona è che tutto ciò che di meraviglioso accade si può vedere in tempo reale, senza aspettare che qualche macchina processi il meccanismo.

I due professionisti, che già avevano utilizzato l’idea per altri progetti scientifici, hanno pensato bene di sfruttare questa loro capacità per una passione a loro comune. Sembrava qualcosa di scontato e immediato dal loro punto di vista far coincidere questi due tipi di arte, così due anni fa hanno iniziato a lavorare sui loro stessi tatuaggi, realizzando quanto ciò che avevano sperimentato potesse diventare incredibilmente bello.

La serata ha visto la presenza di almeno 40 esperti del settore che hanno lavorato sui setting, sulle luci e sui modelli. Ogni animazione ha visto il suo inizio con le foto del tattoo prescelto, che è stato poi rielaborato in 3D e di conseguenza all’interno della proiezione animata.

Ecco così che i volti si esprimono, i mandala si allargano e s’illuminano, le stelle si aprono all’universo e gli uccelli di carta si spostano lungo le braccia, mentre Dalí guarda tutto con occhio critico e con un sopracciglio devastante.

Il tatuaggio affonda le sue radici nella storia e si può dire che sia una delle arti più antiche e questo è meraviglioso, la tradizione ci insegna e ci guida, ma quando i tempi moderni rivoluzionano con visioni così magiche concetti così statici, il connubio diventa incredibilmente azzeccato.

Fiori: l’ultima tendenza chic per decorare l’albero di Natale (FOTO)

Parliamo ancora del periodo più magico e romantico dell’anno e delle nuove idee che tutti gli anni fanno del Natale una vera fiera del design e delle idee sempre più originali e innovative.

Normalmente, tra i cristalli di ghiaccio, le palline colorate, le lampadine perennemente ingarbugliate e la neve finta, l’ultima cosa che salterebbe alla testa di noi comuni mortali sarebbe andare a comprare fiori disidratati per decorare il simbolo più riconosciuto del Natale.
Per qualcuno, invece, ecco che fiori finti, veri o secchi sono diventati un ‘must’ per il loro sempreverde natalizio, nonché la nuova moda del momento.
Non è chiaro a chi si possa attribuire il titolo di precursore di questa tendenza chic, ma possiamo affermare con una certa decisione che il risultato sia straordinario e mozzafiato.

Sul sito Design Love Fest molti hanno seguito il tutorial dedicato alla nuova pratica degli addobbi e si sono lasciati trasportare dai petali per dare al loro bellissimo albero un’aria fresca, romantica ed elegante.

Quindi sì alle innumerevoli rose rosse, ai gigli dal candore accecante, alle margherite dai colori forti e decisi, alle stelle di Natale – perfette per l’occasione – alle peonie e alle magnolie voluminose e sgargianti, per avere un risultato sofisticato e originale.
La loro disposizione può essere altrettanto decisiva per il risultato. Si possono, infatti, alternare alle decorazioni già presenti, oppure si può ricreare una spirale di fiori misti o identici che circondi l’albero a partire dalla punta per arrivare alla base o, in alternativa, se ne possono usare pochi e grandi sparsi su qualche ramo.

Ecco di seguito gli alberi più belli decorati con i fiori, utili anche per prendere spunto per l’anno prossimo magari.

È tempo di Blackout, la nuova tendenza tattoo spopola in rete (FOTO)

Credit: www.qnm.it

Chester Lee ha appena lanciato una nuova tendenza nel mondo degli inchiostri su pelle che ha ribaltato Instagram, si chiama Blackout e ha, naturalmente, a che fare con un colore in particolare: il nero.

Abbiamo superato varie fasi nel corso di questi ultimi anni, in particolar modo da quando il tatuaggio ha aperto le sue porte a più consumatori di quanti ce ne si potesse immaginare, sdoganando anche in culture che sembrava mai avrebbero accettato un rituale del genere.
Così, passato il momento del simbolo dell’infinito, passato quello delle ancora – che vengono comunque richieste con una certa regolarità – e poi ancora quello delle corone, delle stelline, dei nomi e delle dediche, eccoci approdare verso qualcosa di molto più complesso e impegnativo.

La nuova tendenza in fatto di tattoo prevede una copertura totale di una particolare zona del corpo con l’inchiostro nero, in alcuni casi con l’intento principale di nascondere vecchi tatuaggi scomodi.
Per altri, invece, è semplicemente gusto personale ed estetico, sì perché il Balckout non si limita a rivestire di nero un braccio o una gamba, ma forma una base per un lavoro certosino di contrasto, spesso reso dal colore naturale della pelle o dal bianco dell’inchiostro usato per lo più per i punti luci.
Il contrasto dato dai disegni fatti con il bianco o con le strisce non tatuate di pelle valorizza ancora di più il nero e focalizza lo sguardo sulla decorazione, che spesso ha un tema geometrico o classico, come teschi e rose.
Per una resa decisa e pulita, però, è necessario che il lavoro venga fatto con precisione, capacità e pazienza.

Sia il nero usato per una copertura così fitta, che il bianco sono colori davvero molto complessi da utilizzare.
È necessario che la zona scura non riveli punti bianchi e che sia netta e uniforme, mentre per il bianco è fondamentale sapere quale usare e come usarlo, essendo un tono così chiaro, infatti, tende a dover essere lavorato con maggior attenzione, perché potrebbe non rendere da subito.

Per il momento questa nuova attitudine può dirsi abbracciata da un pubblico prettamente maschile, anche se non escludiamo che entro breve anche le ragazze potrebbero dedicare una parte del loro corpo a una base nera, decorata magari da fiori di loto – un richiamo giapponese molto interessante – mandala e altri elementi con un significato decisivo.

Vi lasciamo con qualche immagine che vi spieghi meglio il risultato incredibile di questa nuova moda che potrebbe affascinare molti.