Diete

Home Food Diete Pagina 17
Diete, consigli e trucchi per dimagrire

Per dimagrire basta solo la ‘dieta della razione di cibo’

Combattere il proprio peso, i chili di troppo, la cellulite e le maniglie dell’amore – che più che maniglie, sono dei portoni? Provare la dieta della razione dei cibo sembra essere l’unica soluzione.

Carolyn Ekins ricorda il giorno in cui sua suocera ha rivelato il momento clou della sua infanzia in tempo di guerra. “Il ‘trattamento’ settimanale per lei e sua sorella, per mangiare e sopravvivere, era la condivisione di un semplice uovo fritto”, dice. “Ho pensato: ‘Wow, come hai fatto a resistere?'”
Un appassionato di storia aveva notato che, cucinando ricette di questo tipo, solo per divertimento per molti anni, aveva permesso al “periodo di guerra frugale” di essere il più sano e positivo per la popolazione – nonostante le carenze alimentari – di quanto non lo fosse mai stato prima.
“C’era una grande squadra presso il Ministero della Salute, durante la guerra, che lavorava su ricette sane che contenevano un sacco di verdure”, ha poi continuato.

Questo è ciò che realmente ha catturato la mia attenzione: si può vivere su un terreno meno favorevole per condizioni economiche, di salute e sociali, ma sentirsi comunque bene su di esso. Mi ha colpito questo modo di vivere e mangiare in tempo di guerra: in questo modo si può comunque portare cibo allo stomaco senza spendere un patrimonio”.

Moltissimi di quelli che hanno provato le più famose diete Slimfast, WeightWatchers e Slimming World hanno confermato come la “dieta della razione del cibo” sia davvero efficace. “Ho avuto un certo successo, preferisco mangiare di meno piuttosto che fare affidamento su alimenti trasformati pieni di conservanti”.

“Quello che ho fatto è stato per lo più mettere le verdure nelle torte, senza dir nulla ai miei bambini o ai miei familiari, perché se avessi detto che stavo facendo il piatto utilizzando, ad esempio, le carote, non l’avrebbero mai mangiato”, commentano in merito alle nuove tecniche di cucina.
Per la cena di Natale, Caroly ha servito la torta con marzapane finto (farina, margarina, lo zucchero e l’essenza di mandorle), senza uova, e un budino di Natale e Anatra Mock a base di carne di salsiccia (vegan nel suo caso).

Quindi, al posto delle barrette energetiche o sostitutive dei pasti, e frullati e beveroni che avevano in precedenza invocato la soluzione migliore per la dieta, meglio cominciare a nutrire se stessi e la propria famiglia in maniera più salutare: basta solo una crostata di albicocche fatta con carote e Lord Woolton Pie.

Dieta al gelato, attenzione agli eccessi

dottorsport.info

Una dieta a base di solo gelato. Un sogno? No, una realtà che è stata proposta ai clienti dell’Ice Cream Shop di Kippy a Venice, in California.

Una gelato-pulizia della durata di 4 giorni, in cui ci si nutre esclusivamente di gelato Kippy. Un alimento che ha la particolarità di essere organico, crudo e di avere una base al cocco.

Ma fatta la legge è presto scoperto l’inganno. L’esperto Brooke Alpert, fondatore di B Nutritious, ha subito messo in guardia da questo particolare tipo di dieta. Basare i propri pasti su un alimento come il gelato, che per di più ha una base di cocco, non garantisce al proprio corpo il giusto apporto di sostanze nutritive che invece esso richiede.

Si corre quindi il rischio di andare incontro a carenze nutrizionali importanti, come quelle di sali minerali e vitamine di cui il corpo normalmente necessita.

Brent Rose, che scrive per Gizmodo, il sito che promuove le nuove tendenze tecnologiche, ha provato questa dieta: il risultato è stata la perdita di ben 6 chili di peso corporeo, tutti però ripresi immediatamente nel weekend successivo.

Questo, secondo Alpert, è spiegabile se si tiene conto che una persona tende a perdere peso nel momento in cui i suoi pasti sono formati da porzioni limitate di cibo. Ma se il cibo offerto è un gelato, una volta interrotta la dieta, è inevitabile recuperare tutto ciò che si era perso, in quanto uno stile di vita basato solo su tale alimento non è sostenibile.

C’è però una buona notizia, anzi due. La prima è che, secondo il palato di Rose, il gelato di Kippy merita veramente in fatto di bontà e delizia. La seconda viene invece da Alpert, che non crede assolutamente all’abolizione del gelato in una dieta normale ed equilibrata, ma ne limita il consumo a qualche occasione particolare. Insomma viva il gelato. Sì, ma senza eccedere.

“Whittling diet plan” la nuova dieta a stelle e strisce

Keira Knightley, la bella compagna di Orlando Bloom in Pirati dei Caraibi, alla Paris Fashion Week si è presentata con un vestitino bianco e nero firmato Chanel, suscitando grande scalpore; questo abito è stato soprannominato paralume dato le sue forme strane.

E fino qui niente di strano, le star fanno sempre scalpore. Ma se si guarda attentamente la figura di Keira si nota un giro vita strettissimo rispetto al resto del corpo, sarà anche il gioco di forma del vestito ma la bella star ha deciso di seguire un nuovo piano di dieta: “Whittling diet plan“.

Recenti ricerche hanno rivelato che il tipo di grasso che si forma attorno alla sezione centrale del corpo è differenti rispetto al grasso accumulato altrove.
Si avvolge attorno gli organi interni e rilascia sostanze chimiche tossiche che aumentano notevolmente il rischio di incorrere nel diabete, malattie cardiache e alcuni tipi di cancro.

Così la Knightley ha deciso di pensare alla salute ed al suo futuro, difatti ridurre il giro vita offre seri benefici per il benessere del corpo.

Bene, ora non rimane che seguire piccoli passi per imparare a mettere davanti a tutto la salute futura.

Bisogna innanzitutto armarsi di un metro da sarta per misurare il giro vita, come si fa?
Per misurare il girovita correttamente si deve trovare il punto che c’è a metà strada tra la fine delle costole e l’ osso dell’anca, avvolgervi il metro, et voilà.
Se le vostre misure giro vita più di 94 cm per gli uomini o 80 cm per le donne, si deve correre ai ripari.

Tuttavia il lato positivo, perdendo appena due centimetri da questa zona, si ridurrà il rischio di morte precoce con una percentuale del 60%, oltre ad avere un aspetto migliore anche.

Si sa che la zona più difficile per perdere peso è proprio la pancia ed il giro vita, ma seguendo questa dieta per un mese e mezzo circa potrete uscire vincitori di questa sfida.

Le regole:
– Per prima cosa scegliere carboidrati bassi di zucchero
Gli esperti ritengono che è lo zucchero il vero colpevole del rigonfiamento e dell’ accumulo di grasso.
Torte, pane bianco e pasta sono tutti carboidrati ad alto indice glicemico che il corpo converte rapidamente in zucchero ( in questo caso ciccia).
Mangiare troppo può sovra-stimolare la risposta insulinica del corpo, che fa così immagazzinare il grasso attorno alla vita” afferma Linda Foster, nutrizionista americana.
Secondo uno studio svolto dal Journal of Clinical Nutritionl il passaggio dai carboidrati scritti sopra a quelli integrali, come pane integrale e la pasta integrale, può aiutare ad eliminare il grasso in eccesso dalla vita.

– Pensare prima di bere
L’ ultima ricerca mostra che le bevande gassate, alcool ed affini sono tutte a base di zucchero, e con molta probabilità fanno ingrassare più velocemente.
Un altro colpevole dei centimetri in eccesso nel giro vita è il succo di frutta, che nonostante il suo contenuto di vitamine non è una buona alternativa, alla spremuta di frutta, in quanto ha un alto contenuto di zucchero.
Ovviamente la bibita migliore resta l’acqua naturale, che è priva di calorie, aiuta a sentirsi pieni e scongiura il look “pancia gonfia”.

– Bere ogni giorno almeno una tazza di latte
Questo punto può sembrare strano ma si è dimostrato che le donne che bevono il latte quotidianamente perdono più peso, in particolar modo nel giro vita, rispetto a chi di latte non ne vuol sapere.
Gli scienziati ritengono che questo fenomeno accade perché il calcio è un composto, chiamato acido linoleico, che aiuta a scomporre il grasso corporeo.
Nota bene: non deve essere latte scremato! Gli studi hanno dimostrato che i bambini cresciuti con latte a basso contenuto di grassi hanno più probabilità di divenire obesi in età più avanzata, rispetto a quelli che sin da sempre hanno bevuto il latte intero.

– Muoversi di più
A differenza del punto 3, questo è scontato. Sarebbe troppo bello e facile bere del latte ogni giorno per dimagrire un po’. Ma bisogna faticare si sa..
Quindi il numero totale di ore passati a poltrire seduti, che sia al lavoro o davanti alla TV, è il fattore decisivo quando si tratta di ingrassare.
Così il messaggio importante della “Whittling diet plan” è quello di muoversi a più non posso, ma questo non deve significa iscriversi ad ogni maratona.
L’esercizio fisico è la chiave: una lunga passeggiata, yoga, saltare la corda etc, va bene perchè non bisogna iscriversi in palestra per forza.

– Respirare
La ricerca della Yale University, negli Stati Uniti, ha scoperto che anche le donne magre, quelle più fortunate per costituzione, hanno più probabilità di immagazzinare il grasso in eccesso intorno alla vita se si sentono regolarmente stressate.
Quando il corpo produce il cortisolo, un ormone che fa ammucchiare il grasso intorno allo stomaco, è perchè l’uomo è in una condizione di stress acuto.
Si consiglia di combattere la stanchezza, lo stress, con la meditazione e dei lunghi bagni prima di andare a letto così da favorire un buon riposo notturno, con l’accortezza di limitare il consumo di caffè a non più di due tazze al giorno.

Alimenti top:
NOCI: Un recente studio spagnolo ha scoperto che le persone che hanno aggiunto una manciata di noci miste nella dieta quotidiana, hanno perso più peso nel giro vita, ottenendo un minor rischio di malattie cardiache e diabete.

SEDANO: É un diuretico naturale, contribuisce a diminuire la ritenzione di liquidi ed elimina il senso di fame.

YOGURT: Contiene alti livelli di “probiotici”, batteri amici, che migliorano la digestione eliminando il gonfiore.

SALMONE: Grande fonte di leptina, una proteina che agisce, come un ormone, per controllare l’appetito avendo quel senso di appagatezza.

PEPPERMINT: Lavora per ridurre il gonfiore e l’indigestione del tratto intestinale. Da noi non è molto diffuso come nel resto del mondo ma si può sorseggiare il tè alla menta al posto del tè ordinario, per avere un effetto simile se non guale.

Questa “Whittling diet plan” seguita nel modo giusto non risulta essere molto proibitiva e faticosa, ma di certo può aiutare a migliorare il benessere corporeo.