Diete

Home Food Diete Pagina 2
Diete, consigli e trucchi per dimagrire

La dieta quasi vegetariana di Tom Brady e Gisele Bundchen

credits: http://www.grazia.it

Non c’è da stupirsi se Tom Brady, campione di Super Bowl e Gisele Bundchen, celebre top model, siano una delle coppie più in forma del mondo dello spettacolo. Ciò è dovuto al loro stile di vita che, oltre all’attività fisica regolare, prevede un rigido regime alimentare, basato sul rispetto della natura.
Il loro chef personale, Allen Campbell, ha rivelato in un’intervista che l’80% della loro dieta è costituita da verdure e il 20% da carne magra, come manzo e pollo, e da pesce, in particolare il salmone. Per quanto riguarda i cereali invece, la coppia consuma riso integrale, quinoa e miglio.

Campbell, grande sostenitore della dieta vegetariana, spiega che un’alimentazione di questo tipo può portare notevoli benefici ed è utile per prevenire le malattie.
Tra gli alimenti banditi ci sono lo zucchero bianco, la farina, la caffeina, i funghi e i latticini. La coppia inoltre utilizza l’olio di cocco e al posto del sale iodato il sale rosa dell’Himalaya.

Tra le verdure, invece, sono vietati i pomodori, i peperoni e le melanzane, a causa della loro natura infiammatoria e Tom evita anche la frutta.
Anche i bambini seguono la stessa dieta e Gisele, per merenda, prepara loro frutta o biscotti al cioccolato poveri di grassi.

Allan Campbell segue spesso Gisele e Tom nei loro impegni in giro per il mondo ma, quando non è possibile, dà indicazioni molto precise ai ristoranti degli hotel in cui le due star sono ospiti. Quando la coppia vuole concedersi qualcosa di più succulento, optano per il sushi, ma solo quello vegetariano.

Tom e Gisele non sono le uniche celebrità ad aver scelto una dieta prevalentemente verde. L’anno scorso anche Beyoncè ha fatto notizia annunciando la sua scelta di diventare vegana e il cuoco Jamie Oliver ha rivelato che sta riducendo il consumo della carne.

La ragione è soprattutto di natura salutistica, in quanto, come spiega Roberta Anding, direttrice della nutrizione sportiva presso l’Ospedale dei bambini del Texas, una dieta vegetale aiuta a combattere le malattie cardiovascolari, abbassa la pressione sanguigna, l’indice di massa corporea, il grasso corporeo e i trigliceridi.

Kim Kardashian svela la sua dieta post-parto (FOTO)

credits: https://intothegloss.com

Kim Kardashian, la regina dei social network, ha da poco svelato, proprio tramite un post su Twitter, come è riuscita a tornare in forma dopo il parto.
Durante la gravidanza del suo secondogenito Saint West, nato il 5 dicembre scorso, aveva preso ben 31 chili ed ora è già riuscita a perderne 14, grazie alla dieta Atkins.

Sono così emozionata! – scrive la regina dello showbiz –Ad oggi ho perso 14 chili, ma ne devo perdere ancora 17. Sono molto concentrata. Vi mostrerò i miei allenamenti e il mio piano dietetico Atkinsons“.
La signora West sembra proprio entusiasta dei suoi progressi, dovuti ancora una volta a questo tipo di dieta, a cui già si era sottoposta dopo la nascita della sua prima figlia.
Questo regime dietetico, seguito da moltissime celebrities, come Rihanna, Jennifer Aniston e Demi Moore, prevede un’alimentazione basata soprattutto su proteine magre, mentre i carboidrati sono limitati.

La Kardashian assume 2000 calorie giornaliere, suddivise tra i tre pasti principali più due spuntini, uno la mattina e uno il pomeriggio. I cibi concessi sono le proteine magre, i grassi “buoni”, contenuti ad esempio nelle nocciole e nell’avocado, oltre che, naturalmente, tanta frutta e verdura. Quelli da evitare sono invece pane, pasta e alcol.

La dieta, ovviamente, prevede anche un intenso programma di esercizio fisico, tra cui running, allenamento cardio e delle sessioni di pilates per tonificare gambe e glutei.
Kim non ha mai nascosto quanto sia importante per lei mantenere la linea ed aveva ammesso di essere spaventata da come il corpo cambi durante la gravidanza. Dopo nascita del figlio, infatti, ha preferito non farsi vedere in pubblico e ha confessato di non sentirsi a proprio agio.

Nonostante tutto quello che accade al fisico, la trentaduenne non ha mai nascosto quanto sia stata grande per lei la gioia del parto. “È davvero tutto così orrendo, ma alla fine hai il tuo prezioso bambino. Al 100% ne vale davvero la pena“.
La Kardashian è più motivata che mai a riottenere le sue famose curve e ad essere una mamma sana e perfettamente in forma.

Come disintossicarsi dopo le feste

Con oggi, 6 Gennaio, se ne va anche il giorno che tutte le feste si porta via: l’Epifania.
La magia del Natale è finita, così come i postumi post-sbornia del Capodanno e non abbiamo più scuse, bisogna rivedere le cifre e cercare di far tornare i conti.

Insieme ai – finti – buoni propositi per l’anno nuovo, ecco dunque farsi strada anche l’idea di considerare il digiuno totale l’unica soluzione possibile.
Ovviamente rimarrà solo un’idea, perché a farci tornare a due chili fa ci penserà una dieta disintossicante pratica e non eccessivamente faticosa.

Solo qualche giorno e il regime alimentare tornerà a essere quello di sempre, evitando di prolungare -soprattutto per quelle più restie a grandi rinunce- dolorosissime voglie implacabili.

Ma cosa significa dieta disintossicante?

All’interno di questo semplice regime, i cibi grassi e calorici delle feste lasciano spazio ad alimenti ricchi di fibre e proteine e quelli preconfezionati a frutta e verdura a volontà.
Meglio escludere i carboidrati, almeno per qualche giorno e se proprio risultasse impossibile, utilizzare quelli integrali.
Un netto no all’alcol e altrettanto ai fritti, ovviamente.

Tra la frutta da prediligere, sicuramente le mele, le pere e l’uva; è poi consigliato fare scorta di legumi che vengono assimilati in tempi più lunghi e ci danno una maggiore sensazione di sazietà.
Mentre per la verdura è meglio dare precedenza a quella foglia verde tipo le verze, i cavoli, i broccoli e gli spinaci, utilissimi per smaltire le tossine. Via ai carciofi, che con la loro azione diuretica purificano il fegato che ormai starà chiedendo aiuto, dopo tutti i brindisi degli ultimi giorni.

Per le insalate è bene scegliere scorzonera, porri, barbabietole e songino e aggiungere poi frutta secca come pinoli, mandorle e noci che assicurano minerali e omega 3 e benefici al tratto intestinale. Per il condimento: olio extravergine di oliva e limone.
La colazione è più salutare se fatta con yogurt e avena, utili per il processo di smaltimento e purificazione.
Sì ai centrifugati, specialmente quelli a base di finocchio, carote, sedano e kiwi.

Non riuscite a dimagrire? Ecco perché (FOTO)

Credits: bimbisaniebelli.it

Non basta seguire una sana dieta ipocalorica e praticare attività fisica, per riuscire a dimagrire.
Spesso il nostro corpo non riesce più a bruciare calorie e di conseguenza non riusciamo più a perdere i chili di troppo perché commettiamo almeno uno dei seguenti errori.

Accendere i riscaldamenti

credits photo: cosmopolitan.it
credits photo: cosmopolitan.it

Accendere i riscaldamenti, soprattutto di notte, potrebbe rallentare il nostro metabolismo. Questo perché il tessuto adiposo bruno si attiva maggiormente a temperature più basse, per cercare di mantenere una temperatura normale all’interno dell’organismo.
Questo piccolo sacrificio, ci permette di bruciare più calorie durante il giorno.
È stato infatti dimostrato che le persone che dormono in stanze più fredde bruciano più calorie.

Eliminare i carboidrati

Credits: www.blitzquotidiano.it
Credits: www.blitzquotidiano.it

È forse l’errore maggiore che si può commettere, quello di eliminare i carboidrati dalla nostra alimentazione, per cercare di dimagrire più velocemente.
Per perdere peso non bisogna eliminarli, anzi, i carboidrati contengono il glicogeno, elemento richiesto dal nostro corpo per ottenere energia che ci permette di svolgere un’attività fisica.
Avendo più energia, il nostro organismo sarà in grado di bruciare più calorie.

Saltare gli spuntini

Credits: faidatemania.pianetadonna.it
Credits: faidatemania.pianetadonna.it

Gli spuntini ci permettono di arrivare meno affamati ai pasti principali.
Molti li eliminano pensando di assumere meno calorie, ma poi si ottiene l’effetto contrario perché al pasto successivo tenderemo a mangiare di più.
L’ideale sarebbe fare due spuntini al giorno, almeno uno dei quali a base di frutta secca.
Le noci in particolar modo, grazie ai grassi polinsatuturi in esse contenute, favoriscono l’eliminazione dei grassi.

Eliminare il sale

Credits: www.anagen.net
Credits: www.anagen.net

Il sale – marino integrale o iodato – rende i cibi molto più saporiti ed erroneamente si crede che faccia ingrassare.
Nulla di più sbagliato. Certo, non bisogna esagerare nell’utilizzarlo ma, il sale se usato nelle giuste dosi può essere un valido alleato della silhouette, stimolando il funzionamento della tiroide, e quindi il metabolismo.

Dormire troppo

credits photo: store.obit8.com
credits photo: store.obit8.com

Svegliarsi tardi al mattino permette di bruciare meno calorie. Essere mattinieri invece, aiuta il metabolismo ad essere più veloce.
Secondo alcuni studi, fare jogging al mattino col sole rende il metabolismo attivo, in grado quindi di bruciare più calorie.