giovedì, 4 Giugno 2020

Diete

Home Food Diete Pagina 3
Diete, consigli e trucchi per dimagrire

Nuova tendenza alimentare fra le star: la dieta del cotone

bigodino.it

Di diete se ne sentono e se ne trovano ogni giorno di nuove. Dalla Dukan alla Detox, dalla dieta al gelato alla Dash, tutte che mirano alla perdita di peso per rimanere in forma.

Questo è anche l’obiettivo dell’ultima frontiera del dimagrimento: la dieta del cotone. Si tratta di un regime alimentare che proviene dall’Est Europa e che viene utilizzato principalmente dalle modelle russe, alle quali è richiesto un fisico costantemente in linea e perfetto.

La dieta prevede una pratica alquanto assurda e bizzarra: mangiare alcuni batuffoli di cotone prima di iniziare un pasto. Il tutto per avere la sensazione di avere lo stomaco pieno e di essere sazi in modo da far passare la fame e mangiare quindi a tavola il minimo indispensabile.

La tabella di marcia alimentare è la seguente: a colazione è concesso consumare una tazza di caffè con un frutto; divieto assoluto di spuntini a metà mattina. Il pranzo prevede invece due o tre batuffoli di cotone seguiti da un frutto per la merenda del pomeriggio e da altri due o tre batuffoli per cena.

Basta poco per capire che si tratta di una dieta senza criterio che qualsiasi medico ragionevole sconsiglierebbe. Prima di tutto per un fattore “di gusti”: il cotone infatti non ha per niente un buon sapore e ingoiarlo potrebbe risultare un’operazione piuttosto spiacevole.

In secondo luogo, data l’assenza di qualsiasi valore nutrizionale, i batuffoli di cotone rischiano di danneggiare l’apparato gastrointestinale. Problema, quest’ultimo, che viene ovviato dalle star che consigliano questa dieta attraverso l’assimilazione di una grande quantità d’acqua o di frullati di frutta e verdura che rimedierebbero – almeno in parte – ai danni causati all’intestino da questa dieta sconsiderata.

E se accettarsi per come si è risulta un’impresa così ardua e difficile, quantomeno l’unica dieta veramente ragionevole e che veramente fa del bene alla propria salute è quella che recita ‘di tutto un po”. Perchè si può essere belle e perfette senza dover rinunciare a niente.

Estate nuova, dieta nuova. Provate la dieta Dash

Estate nuova, dieta nuova. E quest’anno spopola la dieta Dash, acronimo di Dietary Approaches to Stop Hypertension: si tratta di approcci dietetici per controllare l’ipertensione.
La dieta Dash è infatti particolarmente raccomandata per le persone con pressione alta, ma anche per coloro che, seguendo un preciso menù, precisi schemi e perfetti piani vogliono perdere peso.

Nella costruzione di un’opportuna ed efficace dieta Dash bisogna tenere conto di tre precisi obiettivi:
1) Spartire in maniera ottimale il fabbisogno giornaliero tra i principali pasti quotidiani (prima colazione, spuntino di metà mattinata, pranzo, eventuale spuntino pomeridiano, cena)
2) Variare giorno per giorno gli alimenti, cercando di non ripetere troppe volte lo stesso cibo (la dieta diventerebbe monotona e in alcuni casi dannosa) cercando alternative dalle stesse caratteristiche nutrizionali
3) Risparmiare denaro cercando cibi a prezzi vantaggiosi, ma senza rinunciare alla qualità
Quindi nessun divieto e nessuna preclusione, ma entro i limiti consentiti (l’unico vero nemico della dieta Dash è il sale).

Generalmente, un ragazzo di 20-30 anni che pratica attività fisica regolarmente, dovrà consumare all’incirca 2400 calorie, mentre per chi si trova in età avanzata (dopo i 50 anni, sempre di sesso maschile e sotto le stesse condizioni) l’apporto scende alle 2000 calorie.
Per le donne invece è diverso, e si tratta di 1600 calorie in età avanzata, e 2000 per le giovani fino ai 30 anni circa).
In base all’apporto calorico giornaliero la dieta Dash prevede il consumo di 6/8 piccole porzioni di cereali al giorno, a scelta fra pane, riso e pasta, 4/5 porzioni di verdura e 4/5 di frutta, 2/3 porzioni di latticini a basso contenuto di grassi, latte scremato o yogurt e 6 porzioni di pesce, pollame o carne magra. I dolci non sono banditi, ma ovviamente devono costituire uno sfizio da concedersi ogni tanto e non un’abitudine: nella dieta ne sono previste 5 porzioni alla settimana.

Ma oltre ai benefici per la “pancetta”, la dieta Dash è molto altro.
Alcuni ricercatori dei National Institutes of Health hanno confrontato questo tipo di dieta con altri tre regimi dietetici, sottolineando la capacità della prima di promuovere le buone abitudini alimentari.
Secondo i ricercatori, infatti, “i pazienti affetti da ipertensione che hanno seguito la dieta hanno avuto un calo medio di 6 mmHg della pressione sistolica e 3 mmHg della pressione diastolica”, riducendo anche il rischio di infarto.

Va però ricordato che prima di iniziare una qualsiasi dieta è doveroso rivolgersi al proprio medico curante affinché verifichi le condizioni di salute iniziali, valutando al meglio la propria idoneità fisica verso la cura dimagrante.
Su DietaDash.it tutte le informazioni e i consigli utili per voi.

Insalate detox, sfiziose e salutari

Perdere i kg accumulati durante le vacanze può essere davvero facile, se la verdura è una buona amica e la fantasia non manca. Esistono un sacco di ricette per preparare ottime e gustose insalate detox, così come esistono un sacco di ingredienti dalle proprietà drenanti e disintossicanti.

Ma partiamo dalla base: la verdura dalle foglie verdi è una delle più ricche fonti di vitamine. Lattughe, indivie e cicorie, spinaci, bietole e verze sono un piccolo esempio di quanto la famiglia sia numerosa.

Ma per colorare un po’ la nostra insalata e renderla appetitosa sia agli occhi che al palato, occorrono altri ingredienti.

Agrumi

Gli agrumi, come tutti sanno, sono ricchissimi di vitamina C, ma sono anche rinfrescanti e disintossicanti.
Un’idea sfiziosa potrebbe essere una composta a base di arance rosse, pompelmi, lattuga, succo di lime, pomodori e avocado e condita con succo di limone e un filo di olio d’oliva a crudo.

Ravanello

Poco utilizzato in cucina, ma utilissimo per stimolare i meccanismi renali, il ravanello è un ottimo ingrediente per gustose insalate. Combatte la cellulite, dona energia ed è assolutamente detox: una volta provato è insostituibile.
Perché non provare, dunque, un’insalata con mela verde, due cetrioli, un cuore di sedano, tanti ravanelli, lattuga e lime?

Barbabietole rosse

Fonte di ferro, magnesio, zinco e calcio, oltre che di vitamina B3, B6, C e beta-carotene: in un aggettivo, miracolose.
Per perdere gli ultimi kg con gusto, fantasiosa può essere una versione con insalata valeriana, pomodorini tipo Pachino, feta e una pioggia di noci.

Sedano e mele

Diuretici, depurativi e a quasi zero calorie: questi due ingredienti sono freschi e perfetti per tutte le soluzioni. Uniti a carote e pomodorini e conditi con aceto balsamico diventano poi, assolutamente sensazionali.

Altri ingredienti da prendere in considerazione sono i semi di sesamo, protettori del fegato, i broccoli e cavoli.

Buon appetito senza alcun senso di colpa.

Non riuscite a dimagrire? Ecco perché (FOTO)

Credits: bimbisaniebelli.it

Non basta seguire una sana dieta ipocalorica e praticare attività fisica, per riuscire a dimagrire.
Spesso il nostro corpo non riesce più a bruciare calorie e di conseguenza non riusciamo più a perdere i chili di troppo perché commettiamo almeno uno dei seguenti errori.

Accendere i riscaldamenti

credits photo: cosmopolitan.it
credits photo: cosmopolitan.it

Accendere i riscaldamenti, soprattutto di notte, potrebbe rallentare il nostro metabolismo. Questo perché il tessuto adiposo bruno si attiva maggiormente a temperature più basse, per cercare di mantenere una temperatura normale all’interno dell’organismo.
Questo piccolo sacrificio, ci permette di bruciare più calorie durante il giorno.
È stato infatti dimostrato che le persone che dormono in stanze più fredde bruciano più calorie.

Eliminare i carboidrati

Credits: www.blitzquotidiano.it
Credits: www.blitzquotidiano.it

È forse l’errore maggiore che si può commettere, quello di eliminare i carboidrati dalla nostra alimentazione, per cercare di dimagrire più velocemente.
Per perdere peso non bisogna eliminarli, anzi, i carboidrati contengono il glicogeno, elemento richiesto dal nostro corpo per ottenere energia che ci permette di svolgere un’attività fisica.
Avendo più energia, il nostro organismo sarà in grado di bruciare più calorie.

Saltare gli spuntini

Credits: faidatemania.pianetadonna.it
Credits: faidatemania.pianetadonna.it

Gli spuntini ci permettono di arrivare meno affamati ai pasti principali.
Molti li eliminano pensando di assumere meno calorie, ma poi si ottiene l’effetto contrario perché al pasto successivo tenderemo a mangiare di più.
L’ideale sarebbe fare due spuntini al giorno, almeno uno dei quali a base di frutta secca.
Le noci in particolar modo, grazie ai grassi polinsatuturi in esse contenute, favoriscono l’eliminazione dei grassi.

Eliminare il sale

Credits: www.anagen.net
Credits: www.anagen.net

Il sale – marino integrale o iodato – rende i cibi molto più saporiti ed erroneamente si crede che faccia ingrassare.
Nulla di più sbagliato. Certo, non bisogna esagerare nell’utilizzarlo ma, il sale se usato nelle giuste dosi può essere un valido alleato della silhouette, stimolando il funzionamento della tiroide, e quindi il metabolismo.

Dormire troppo

credits photo: store.obit8.com
credits photo: store.obit8.com

Svegliarsi tardi al mattino permette di bruciare meno calorie. Essere mattinieri invece, aiuta il metabolismo ad essere più veloce.
Secondo alcuni studi, fare jogging al mattino col sole rende il metabolismo attivo, in grado quindi di bruciare più calorie.