Food

Home Food Pagina 2
Proposte dal mondo del cibo: ristorazione, dieta, ricette e cucina

Pasta e cannolicchi: ricette semplici e veloci

Pasta e cannolicchi: ricetta di mare facile e veloce

L’altro giorno trovandomi al mercato ittico non sapevo davvero cosa comprare visto l’imbarazzo della scelta delle buone cose che il mare ci offre. La mia scelta è stata però subito orientata verso i crostacei con i quali avrei voluto preparare una pasta, mi cade quindi l’occhio sui cannolicchi dei curiosi costracei in verità racchiusi in un lungo e stretto guscio che si acquistano a mazzetti.

Dunque pochi e semplici ingredienti per un piatto saporito e che profuma di mare.

Pasta e cannolicchi: ingredienti

Ecco gli ingredienti per 4 persone:

  • 4 mazzetti di cannolicchi
  • 400 gr. Di pasta
  • 350 gr di pomodorini freschi
  • 1 spicchio di aglio
  • olio e.v.o
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • prezzemolo
  • sale

Pasta e cannolicchi: come si fa

Questa ricetta va preparata con due ore d’anticipo durante le quali in un salatiere capiente si lasciano spurgare i cannolicchi in acqua salata.

Si procede dunque a scolare e sciacquare i cannolicchi ed a farli bollire in molta acqua, dopo circa 5 minuti da che l’acqua bolle si scolano nuovamente. Procediamo a ripassarli sotto un getto di acqua fredda e leviamo loro il guscio che a questo punto verrà via molto facilmente.

Versiamo un filo d’olio in padella e facciamolo scaldare, quindi schiacciamo l’aglio e facciamolo imbiondire.

Uniamo i cannolicchi interi o tagliati a metà e togliamo l’aglio.

Quindi prendiamo i pomodori li sciacquiamo, li tagliamo in quattro parti e li facciamo rosolare con i cannolicchi a fuoco vivave per una decina di minuti. Versiamo un bicchiere di vino bianco e facciamolo sfumare.

Aggiungiamo qualche cucchiaio di salsa per rimarcare il sugo. Ora abbassiamo la fiamma e copriamo, girando ogni tanto ed avendo cura che non si asciughi troppo. Mettiamo una pentola d’acqua e cuociamoci la pasta in acqua leggermente salata, scoliamola al dente e versiamola in padella, aggiungendo al sugo un mestolo d’acqua di cottura. Quindi spegniamo la fiamma e aggiungiamo un po’ di prezzemolo fresco tritato e un goccio d’olio piccante. Pronti per servire

Pollo con peperoni alla messicana

Pollo con peperoni alla messicana: come si fa?

Avete presente quando vi prende quella voglia di cucina straniera ed ovviamente vicino a voi non c’è niente di vagamente simile? Ebbene molti piatti stranieri si possono creare direttamente a casa propria con pochi ingredienti o con quello che troviamo al supermercato. Mettiamo che vi venga voglia di qualcosa di gustoso e di piccante, magari una serata a tema messicano con gli amici, non vi piacerebbe servire delle faijtas di pollo calde, succulente e molto forti?

Pollo con peperoni alla messicana: ingredienti

Ecco la preparazione di questo pollo piccante accompagnato da peperoni completo di pane.

Per quattro persone:

  • 2 petti di pollo
  • 3 peperoni rossi
  • 1 peperone piccolo giallo
  • 1 cipolla
  • salsa piccante
  • olio piccante
  • zenzero, curry e paprika
  • farina
  • 1 spicchio di aglio
  • olio evo
  • 2 pomodori maturi
  • ketchup

Pollo con peperoni alla messicana: preparazione

Prendiamo i peperoni laviamoli e mondiamoli quindi facciamoli rosolare in un tegame con due cucchiai di olio evo, una spruzzata di zenzero e lo spicchio d’aglio schiacciato. Cuciniamoli finchè non risultino un po’ abbrustoliti ed ammorbiditi.

Prendiamo il petto di pollo, laviamolo, asciughiamolo, quindi battiamolo un po’ con il batticarne ed infine tagliamolo a straccetti che andiamo ad infarinare in una ciotola.

Ora togliamo i peperoni dal fuoco e riponiamoli. Andiamo a rosolare gli straccetti di pollo con un cucchiaio di olio piccante ed una spruzzata di curry e paprika. Quando gli straccetti saranno dorati aggiungiamo i peperoni e la cipolla mondata e tagliata a fettine insieme ai pomodori lavati e tagliati grossolamente. Facciamo rosolare il tutto per abbondanti dieci minuti.

Abbassiamo il fuoco aggiungiamo due cucchiai di ketchup e copriamo il tegame. Lasciamo cuocere per almeno mezz’ora. Quindi spegniamo il fuoco e lasciamo sfreddare. Una volta che la nostra pietanza si sarà freddata aggiungiamo il peperone giallo tagliato finissimo e della cipolla ugualmente cruda tagliata molto sottile.

Va servito caldo dentro una piadina arrotolata.

Uova in purgatorio: ricetta facile e veloce

Uova in purgatorio: ricetta facile e veloce

Anche voi siete dei fan dei programmi di cucina? Se sì avrete senz’altro già sentito questa ricetta reinterpretata in vari modi che ha scatenato la mia curiosità e la mia voglia di saperne di più. Anche io, come forse molti di voi, conoscevo una delle tante varianti di questa ricetta che prevede più o meno gli stessi ingredienti ma una diversa preparazione.

Il loro vero nome sarebbe ova ‘mpriatorio, che come avrete intuito è napoletano, e deriverebbe dal fatto che negli altari votivi vi è sempre un angolo dedicato alle anime del purgatorio che vengono rappresentate come figure bianche avvolte dal fuoco…proprio come le uova circondate dal pomodoro!

E’ un piatto di quelli semplici, veloci, gustosissimi quasi consolatori per quelle giornate un po’ così in cui magari non si ha l’entusiasmo il tempo necessario per stare ai fornelli.

Uova in purgatorio: ingredienti

Per preparare la ricetta per due persone ci occorrono:

  • due uova
  • uno spicchio d’aglio
  • olio d’oliva q.b.
  • cipolla (facoltativa)
  • sale & pepe
  • formaggio grattuggiato (facoltativo)
  • peperoncino tritato q.b.
  • 1 scatola di pomoro pelato o polpa di pomodoro

Uova in purgatorio: procedimento

Ponete un goccio d’olio d’oliva, a vostro piacere, in una padella e fatelo scaldare a fuoco vivace quindi muniti di schiaccia aglio schiacciate lo spicchio d’aglio e versatelo nell’olio lasciandolo imbiondire per poco. Se è di vostro gusto aggiungete anche della cipolla affettata. Aggiungete il peperoncino tritato nel quantitativo che è di vostro gradimento avendo cura che non diventi nero e che quindi non si bruci, ciò conferirebbe un cattivo sapore alla nostra pietanza.

A questo punto versate nella padella il barattolo di pomodori pelati o di polpa di pomodoro. Attendete almeno una decina minuti rimestando la salsa con un mestolo di legno. Aggiustate di sale e pepe.

Ora potete unire le uova una per volta con delicatezza di modo che il tuorlo si mantenga integro. Coprite la padella con un coperchio e lasciate cuocere a fuoco basso.

Quando il bianco si sarà rappreso ma il tuorlo sarà rimasto ancora morbido è il momento di spegnere il fuoco. Se invece gradite il tuorlo più cotto attendete ancora qualche minuto.

Quindi potete guarnire con una spolverata di formaggio grattuggiato altrimenti è perfetto così ed ovviamente si mangia con del buon pane casereccio a fette.

Sformato di pasta: la ricetta

Sformato di pasta: la ticetta facile e veloce.

La pasta è buonissima ma alla lunga può venire a noia, perchè bene o male le solite ricette le conosciamo, le abbiamo già assaggiate. Eppure forse questa non la conoscete. Si tratta di uno sformato di pasta, un timballo, un’insalata o come preferite voi con pochi e semplici ingredienti, molto ideale per quando si hanno tanti invitati e poco tempo per cucinare o poca voglia di preparare tante portate elaborate. Lo sapete bene voi che avete famiglie numerose e che dovete allestire sostanziosi pranzi e cene specie la domenica, giornata in cui di solito la voglia di cucinare è al minimo storico.

Sformato di pasta: ingredienti

Per quattro persone ci occorrono:

  • 500 gr. Di pasta corta tipo penne o rigatoni
  • 4 zucchine
  • 5 uova
  • farina
  • olio per frittura
  • mortadella o prosciutto cotto
  • 1 cipolla
  • salsa di pomodoro
  • olio evo

Sformato di pasta: procedimento

Lavate le zucchine sotto il getto dell’acqua corrente quindi tagliatele a bastonicini non troppo sottili, immergete questi bastoncini nella farina e friggeteli in olio caldo. Quando avrete terminato la frittura adagiateli su della carta assorbente.

Ora rassodiamo le cinque uova in acqua bollente per circa dieci minuti e nel mentre prepariamo il sugo. Affettiamo e tritiamo la cipolla che andiamo a rosolare in un cucchiaio di olio evo dentro una padella, una volta dorata uniamo la salsa di pomodoro e le fette tagliate grossolanamente di mortadella o prosciutto cotto.

Scoliamo le uova e lasciamole sfreddare.

Cuociamo quindi la pasta in abbondante acqua leggermente salata.

In una capiente pirofila di vetro versiamo i bastoncini di zucchine e le uova mondate e tagliate a rotelle.

Quindi una volta scolata la pasta uniamo aggiungiamo anche quella nella pirofila e condiamo il tutto con il sugo caldo. Informiamo per un buon quarto d’ora nel forno a duecento gradi. Possiamo completare con una spolverata di parmigiana o con del formaggio filante a tocchetti.