sabato, 19 Settembre 2020

Gossip

Home Gossip
News di gossip, pettegolezzi d’autore e cronaca rosa

Vasco Rossi smentisce la relazione con Barbara D’Urso

Vasco Rossi ha avuto una relazione con Barbara D’Urso? Lui dice di no.

Attenzione non si tratta di una relazione attuale ma che sarebbe avvenuta anni fa e smentita in questi giorni.

Siete curiosi?

Anni ‘80 la relazione fra Vasco Rossi e Barbarella

Vi ricordate di Barbara negli anni ‘80? Vasco già cantava e lei da poco si affacciava sul mondo della tv.

Perchè i due avrebbero avuto una relazione?

Si diceva che “Brava” fosse una canzone dedicata da Vasco a Barbarella con cui avrebbe avuto una storiella.

Secondo la leggenda metropolitana la vera protagonista  ed ispiratrice della canzone sarebbe proprio Barbara D’Urso.

Una volta per tutte Vasco alza la voce, seccato ancora dalle chiacchiere in merito.

Vasco Rossi smentisce i gossip su Barbarella

Vasco smentisce categoricamente la storia.

Cos’è successo? Un utente ha chiesto in un commento, su un social, di ricordargli quale fosse la fantomatica canzone dedicata alla D’Urso e lui ha risposto piccato Nessuna!“.

Purtroppo girano tante leggende metropolitane attorno a Vasco e lui le ha smentite seccamente una per una:

“NON HO MAI espresso apprezzamenti negativi sul fatto che a San Siro mettano una mia canzone quando gioca il Milan. NON HO MAI scritto una canzone per Barbara D’Urso. NON HO MAI offeso il Sud con battute o altro. Io amo il Sud come il Nord e il Centro. NON HO MAI avuto un tumore ma una Infezione Batterica. NON HO MAI detto che mi sarei ritirato ma che volevo dare le dimissioni da Rockstar”.

C’è un però: è stata attribuita a Barbarella la frase “Con Vasco è stato un amore travolgente, era bello come il sole, magro e sano”. Ci stava prendendo in giro?

Tutti gli uomini di Barbara D’Urso

E’ noto che la D’Urso abbia avuto una storia con Memo Remigi e poi con Michael Bosé.

Nel 1982 frequentò Mauro Berardi è stata con lui per lungo tempo. Poi Michele Carfora con cui ha rotto perché lui le metteva le corna. E ancora: Stefano Bettarini, Fabio Galanti e anche con il personal trainer Marco Rustichelli.

Alcuni degli ultimi nomi sarebbero solo gossip, come per Vasco Rossi?

Salvini aggredito: in corsa verso l’Oscar come miglior attore

Salvini è stato “aggredito” e c’è chi pare intenzionato a comparare l’”aggressione” avvenuta ai danni dei bottoni della camicia con l’assassinio di Willy.

Signori non confondiamoci: uno è un attore di bassa lega che ha perso un rosario e qualche bottone mentre l’altro è Willy, ragazzino di colore, ucciso a botte da due picchiatori nazifascisti (bianchi ovvio).

Come al solito la stampa si rivela di alta professionalità: fra i titoli vediamo Libero che parla di Salvini aggredito da una donna nera e il Giornale che parla di magia nera vudù.

Io sono semplicemente scioccata.

Salvini aggredito possibile candidato per l’Oscar

Ora: a quanti di voi è venuto il dubbio che la signora sia stata pagata per fingere l’aggressione?

Berlusconi docet: gli fu tirata contro una statuetta ma si scoprì che era tutta una sceneggiata.

L’aggressione ha comportato come vittime: un rosario e i bottoni della camicia del noto politico.

Il Giornale si butta a capofitto in teorie complottistiche degne degli analfabeti funzionali: il gesto di strappare il rosario (che dubito la signora sapesse essere lì) può essere un atto di magia nera alias stregoneria vudù.

Ovviamente: donna di colore uguale magia nera vudù. E certo. E sarebbero loro quelli con l’anello al naso? No, io non direi.

Sono stati interpellati anche degli antropologici ma vi risparmio le immani fesserie dette.

Salvini incita all’odio e ne paga le conseguenze

Lo so che è una frase forte la mia, ma non si può non condannare pubblicamente la morte razziale di un ragazzo (no Salvini non l’ha fatto), gridare contro i migranti e gli extracomunitari e poi fare finta di essere Gandhi. Non regge, nessuno se la beve.

La destra incita all’odio, in America la polizia bianca commette omicidi razziale e la popolazione afro è giustamente in crisi: pur non giustificando l’ira della signora posso capire il suo smarrimento ed il suo sbrocco momentaneo.

Bisognerebbe mettersi nei panni delle persone di colore: attaccate da ogni dove per via del colore della loro pelle.

Ovviamente non possiamo non presumere che la signora sia stata manipolata o pagata.

Sapremo mai la verità?

Meghan ed Harry saldano i conti e fissano il prezzo

Meghan ed Harry, più lanciati che mai, firmano con Netflix e saldano il conto reale.

Ma non è tutto: hanno deciso di fissare un prezzo, molto salato, per ogni loro contributo ergo discorso/apparizione.

Meghan ed Harry saldano il debito reale

Anche la questione Frogmore Cottage è stata archiviata: gli ex duchi hanno restituito i 2,4 milioni di sterline che erano serviti per la ristrutturazione della loro ex dimora in Inghilterra.

Il pagamento, come tutti ormai sappiamo è stato finanziato in parte con il contratto firmato per Netflix (150 milioni di dollari per produrre contenuti e documentari ricordiamo).

Gli ex reali hanno saldato il conto tutto in una volta (erano previste rate per vent’anni) restituendo i soldi dei contribuenti alla regina.

La Markle sogna ancora l’Oscar ma per ora deve accontentarsi…

Meghan ed Harry fissano il prezzo

I coniugi ex royal, da buoni venditori, hanno deciso di fissare il prezzo e le regole:

  • il pagamento dovrà essere dichiarato in anticipo (si dice un milione di dollari a discorso); 
  • chi compra dovrà compilare il modello di quattro pagine dal titolo «modulo di richiesta evento virtuale» (causa covid19)
  • vogliono conoscere anticipatamente tutti quelli che contribuiscono a finanziare l’evento
  • vogliono essere a conoscenza di cosa il pubblico vedrà sullo schermo, se ci sarà un marchio visibile e come verrà trasmesso l’evento (in caso di discorsi virtuali)

Harry e Meghan dicono addio alla paghetta

I coniugi non ricevono più alcuna assistenza finanziaria da parte del principe Carlo.

Carlo ha deciso di chiudere i cordoni della borsa e i due se vogliono mantenersi devono lavorare (capirai).

Sono però giorni di polemiche: Harry e Meghan sono stati ferocemente criticati perché avrebbero «abbandonato» i veterani di guerra annullando gli Invictus Games 2021 che avrebbero consentito di raccogliere almeno un milione di sterline in loro favore. Il motivo sarebbe che l’evento benefico doveva andare in onda su Amazon, che di Netflix è concorrente diretto.

I reali non sono per nulla contenti, Carlo in primis.

Ma così è la vita.

Gossip Girl reboot: riprese ad ottobre della nuova serie


Gossip Girl è di nuovo in cantiere: partiranno le riprese del reboot ad ottobre.
Siete curiosi di sapere davvero tutto sulla serie tv che ha fatto del gossip il protagonista princpale?

Il cast del reboot di Gossip Girl


Il sequel vedrà nel cast: Emily Alyn Lind nel ruolo della protagonista, Thomas Doherty (visto in Legacies),  Tavi Gevinson, Adam Chanler-Berat e Zion Moreno.

Il reboot sarà ambientato nello stesso universo della serie originale e i ragazzi protagonisti frequenteranno la Constance/Billard.

Kristen Bell sarà di nuovo la voce di Gossip Girl.

Josh Schwartz ha detto che la porta è aperta per il ritorno degli attori della serie originale, tra cui Blake Lively e Leighton Meester che come ben sappiamo non ci pensano nemmeno. La carriera di Blake è decollata e Leighton ha rivelato che se tornasse indietro non rifarebbe mai Gossip Girl.

Gossip Girl: a ottobre si gira il reboot

La nuova serie tv è stata ufficialmente ordinata e sarà disponibile sulla nuova piattaforma streaming di Warner Bros. “HBO Max”.

HBO Max ha ordinato 10 episodi di questo reboot. La nuova serie parlerà anche di come i social media hanno cambiato la situazione a New York. Un gossip girl in salsa social.

Le riprese della serie tv, che arriverà sulla piattaforma HBO Max, dovevano iniziare in primavera, ma la pandemia di Covid-19 ha costretto tutti a chiudere il set e rimandare i lavori a nuova data.

Un portavoce della Warner Bros. ha confermato che le riprese inizieranno a fine ottobre, mentre la pre-produzione è già cominciata a Vancouver e Los Angeles.

Questo significa che vedremo il nuovo GG nel 2021.

Le novità sul reboot di Gossip Girl

Il progetto di HBO Max si presenta come un sequel piuttosto che remake, ambientato otto anni dopo la fine della serie originale.

Si parlerà di argomenti queer e le storie parleranno delle dinamiche di potere della ricca società, mentre riguardo ai contenuti per adulti, la nuova generazione sarà coinvolta in attività ancora più scandalose.