Le TOT cose che

Home Le TOT cose che
Le tot cose che, ovvero classifiche - sul mondo che ci circonda - stilate dalla redazione di Blog di Lifestyle

10 segnali che lui non è quello giusto

credits photo: d.repubblica.it

Donne: tacchi alti e romanticismo a go go. Siamo forti, anche se qualche stolto ci ha definite “il sesso debole”; eppure, talvolta, siamo talmente tanto accecate dall’amore da riuscire a rimanere in una relazione, pur essendo perfettamente coscienti che lui non è quello giusto. Guardiamo al di là dei suoi difetti e dei limiti della relazione, con la speranza che forse, un giorno, le cose possano cambiare.

Poi, però, trascorrono gli anni, e continuiamo a stare con lui. E questo, mie care, è l’errore più grande che possiamo commettere: accontentarsi. Eh già! Perché nella vita possiamo accontentarci di tante cose, come la destinazione delle vacanze di quest’anno, del colore di una maglietta, o dell’operatore telefonico. Ma assolutamente, due cose devono essere perfette nella vita di una donna: le scarpe e l’uomo della vita (sempre a patto che esista!).
Ecco 10 segnali che ci aiutano a capire se il nostro lui non è quello giusto.

1. Ti stai accontentando

Questo è il segnale peggiore in una relazione. Se il nostro partner non ci soddisfa da un punto di vista intellettuale, emotivo o sessuale, non è quello giusto. Dobbiamo essere oneste con noi stesse. Se stiamo con lui solo perché è piacevole la sua compagnia, o perché desideriamo l’anello, e in futuro una famiglia, la cosa migliore che possiamo fare, per lui e soprattutto per noi, è mettere un punto.


2. Ti critica continuamente


Il nostro partner dovrebbe essere il maggior sostenitore. Dovrebbe essere amico e complice. Se il supporto morale scarseggia, ma le critiche sono delle costanti nella relazione, potrebbe essere un problema.

3. Non condivide il tuo senso dell’umorismo


Potrebbe sembrare banale, ma se il tuo partner non ride con te, la relazione ha un problema. Nella vita si ha bisogno di qualcuno capace di donarci un sorriso, sempre e comunque. Non è il massimo avere accanto qualcuno che abbia sempre un’espressione triste e che prenda tutto molto seriamente.

4. Sei più innamorato dell’idea del tuo partner che di ciò che è realmente


Quando si è innamorati, si tende ad ignorare eventuali incompatibilità presenti, focalizzando l’attenzione sulla persona che potrebbe un giorno, forse, diventare. Non lasciamoci abbindolare da una probabilità, cerchiamo la certezza,
anche se a volte l’immaginazione è meglio della realtà.

5. Non ami la sua famiglia, o viceversa


Non lascia sperare in nulla di buono per il vostro futuro insieme, se hai conosciuto la sua famiglia e non vi siete piaciuti. La situazione peggiora se il partner continua a prendere le loro parti nelle discussioni piuttosto che le tue. Morale della favola: se ci tiene più alla sua famiglia che a te, corri.

6. Il suo comportamento non rispecchia quello che dice


I detti antichi non sbagliano mai: “Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare”. Infatti, se ci sono contraddizioni tra ciò che dice e ciò che fa, la relazione diventa problematica. Osservare i fatti è il modo migliore per conoscere la verità.
Anche se è doloroso, raramente i fatti mentono.

7. I vostri obiettivi personali sono in disaccordo

Un futuro insieme dovrebbe essere l’aspirazione primaria di una coppia. Le migliori relazioni sono costruite sulla collaborazione e sulla fiducia: bisognerebbe conoscere e rispettare i desideri dell’altro, e questi dovrebbero essere più o meno compatibili.

8. Questa relazione ti rende insicura

Non dovremmo mai perdere la nostra autostima. Il nostro valore dipende da chi siamo, non da chi ci circondiamo. Quindi, se il tuo partner non ti fa sentire amata o insicuro di te stesso, vuol dire che siamo in una relazione non adatta a noi. La relazione giusta dovrebbe aumentare la tua fiducia in te stesso e la tua soddisfazione, per riuscire a dare sempre il meglio.

9. Pensi a qualcun altro

Se fantastichi su come sarebbe la tua vita se tornassi a essere single, o peggio se pensi a come sarebbe se stessi insieme a quel bel fusto che hai visto la settimana scorsa, sicuramente non è quello giusto. Questo potrebbe dipendere da due fattori: o non ti piace la persona con cui stai, o hai bisogno di capire la vera ragione per cui non sei soddisfatto dell’altro.

10. Cambi chi sei per soddisfare il tuo partner


Non esiste una sola coppia al mondo che ami ogni singola caratteristica del proprio partner. Ma se per piacere al tuo partner, devi cambiare chi sei, non è quello adatto a te. Se non puoi essere te stessa con il tuo lui, qual è il senso della vostra relazione?

Ma, in fondo, non abbiamo bisogno di alcun segnale per capire se è quello giusto. Perché quando accade, il cuore ha tutto un altro ritmo.

5 mosse per non rovinare i capelli d’estate

Credit: 361magazine.com

In determinati periodi dell’anno l’attenzione e la cura verso il nostro corpo deve essere più costante. Da pochissimo è arrivata l’estate, almeno per il calendario, e in questa meravigliosa stagione i nostri capelli sono stressati da una moltitudine di fattori come il sole, la sabbia o il sale. Le giornate calde passate al mare e le serate a fare festa con gli amici possono nascondere insidie feroci per la nostra adorata chioma. Oggi quindi sveliamo 5 mosse per non rovinare i capelli d’estate.

1. Seguire una dieta specifica

Si sa che la natura è perfetta, e per questo motivo esistono tantissimi alimenti capaci di rigenerare il capello, renderlo più forte ed anche più sano. Per crescere al meglio, i nostri capelli hanno bisogno di un corretto apporto di vitamine e di sali minerali. Provate dunque a consumare cereali integrali, legumi, ma anche verdure come le carote o gli spinaci, che contengono moltissimi di questi fattori nutrizionali.

Rame, selenio e zinco sono considerati tra i sali minerali che maggiormente possono contribuire a rafforzare i capelli. Questi sono contenuti nella frutta secca, come le noci o i semi di girasole. Uno degli alimenti considerati più adatti per rinforzare i capelli è costituito proprio dal miglio.

Non dobbiamo dimenticare che per mantenere i capelli d’estate splendidi e lucenti dobbiamo bere molto, ma non aperitivi e super alcolici, dobbiamo bere moltissima acqua per mantenerci idratati al massimo.

2. Lavare e asciugare i capelli nel modo giusto

Fare lo shampoo e la piega a noi sembra la cosa più scontata e facile di questo mondo, non sapete invece che la maggior parte delle donne, proprio durante questi passaggi così sottovalutati, sbagliano e tendono a rovinare i propri capelli.

Innanzi tutto lo shampoo va effettuato con un distacco temporale. I capelli non vanno lavati tutti i giorni ma ogni 2 in modo da non sfibrarli. Il lavaggio deve essere effettuato con acqua tiepida per non stressare i capelli, perciò addio alle docce bollenti o freddissime. I prodotti utilizzati per il lavaggio devono essere applicati con un massaggio molto lento sulla cute in modo da detergere il cuoio capelluto e il risciacquo deve essere accuratissimo.

Il post lavaggio deve essere effettuato con altrettanta attenzione. I capelli non devono essere strofinati ma tamponati con una salvietta. Bisogna stare attenti a non bruciare i capelli col phone, mantenendo una certa distanza, e pettinarli lentamente per non spezzarli ulteriormente. Evitate poi di passare ogni giorno la piastra o il ferro che li sfibra e li brucia.

5 mosse per non rovinare i capelli d'estate
cosmopolitan.it

3. Usare degli impacchi

Gli impacchi sono una mano santa soprattutto quando i capelli tendono a rovinarsi. Non per forza dobbiamo spendere tutto lo stipendio per comprare prodotti industriali, la natura ci aiuta anche i questo.

Avete i capelli secchi? Utilizzate un impacco di olio d’oliva tiepido. Va massaggiato qualche minuto e poi lasciato agire per mezz’ora, poi si procede con un normale lavaggio. Se invece al contrario si hanno capelli grassi è possibile sciogliere 2 cucchiaini di sale in un litro di acqua bollente, lasciare raffreddare e passarlo sui capelli appena lavati prima dell’ultimo risciacquo. Per combattere le doppie punte, infine, si mischiano 3 gocce di olio di jojoba, 3 gocce di olio di rosmarino e un cucchiaio di aceto di mele. Prima dello shampoo si passa il composto sui capelli asciutti e lo si lascia agire per cinque minuti. Poi lo si risciacqua e si procede con lo shampoo. Quest’ultima operazione va ripetuta 2 volte al mese.

Questi sono solo alcuni dei rimedi fai da te conosciuti per mantenere i capelli sani, sicuramente le vostre nonne ne conosceranno altri.

4. Stare lontani dal sole nelle ore più calde

In alcuni momenti della giornata estiva il sole “picchia” davvero sulla testa e tende a rovinare la nostra bellissima chioma. Per questo motivo dovremmo evitare di esporci al sole nelle ore più calde o almeno avere a portata di borsa un bellissimo cappello a tesa larga per riparaci dai raggi più assassini.

5 mosse per non rovinare i capelli d'estate
svagonews.com

5. Evitare la coda a tutti i costi

Si sa che d’estate, soprattutto per chi porta i capelli lunghi, la coda di cavallo è la salvezza per giornate di afa insopportabile. Questo rimedio anti calura estiva però tende a rovinare i capelli e a spezzarli a causa dell’elastico troppo stretto. Allora il consiglio è quello di legare i capelli con elastici e pinze adeguate e cercare di non stringere troppo. Si possono fare trecce o chignon per ovviare al problema e cambiare pettinatura.

10 cose da non fare durante le vacanze

Credit: www.vacanzestudioallestero.com

L’estate è alle porte, anzi per molti è già cominciata, si avviano partenze, prenotazioni, viaggi organizzati e last minute, ma spesso, oltre allo spazzolino o alla ciabatte, ci si dimentica come godersi a pieno lo stacco da studio e lavoro.
Ecco quindi 10 consigli sulle cose da non fare assolutamente una volta varcata la soglia di casa, in direzione riposo, relax e divertimento.

1. Non passate più tempo a postare foto che a godervi il panorama

I momenti social ormai sono parte integrante del nostro stile di vita. Si comincia col post del buongiorno, poi un selfie veloce sulla strada per il lavoro o l’università, e poi ancora l’aperitivo con le amiche, il bacio con il fidanzato e via dicendo. Ma in vacanza tutto ciò non è ammissibile, godetevi quindi il panorama in diretta e affrontate il tramonto con gli occhi piuttosto che con lo smartphone. Come dice il nuovo tormentone dell’estate made by Fedez e J-Ax : “Tutto questo sbattimento per far foto al tramonto, che poi sullo schermo piatto non vedi quanto è profondo“.
La vacanza è lì per voi e non per i vostri seguaci su Facebook.

2. Non portatevi da studiare o il lavoro extra

O si studia o ci si rilassa, le cose insieme non vanno e non potranno mai andare. Una vacanza contaminata da impegni di vario genere non è una vera vacanza. Organizzatevi in modo da finire gli impegni prima o dopo, ma abolite i doveri, sarà anche più piacevole per chi è in vacanza con voi.

3. Non alzatevi tardi

È vero, se non si dorme in vacanza quando si può farlo? Ma dipende da dove si è deciso di andare in ferie. Se siete in una location piena di posti fantastici da visitare non è consigliabile cominciare la giornata all’una. Scegliete un orario umano per rendervi conto del programma del giorno, senza troppi sacrifici, ma abolite la sveglia a mezzogiorno.

4. Non portatevi le scarpe nuove

Le scarpe nuove vanno testate, provate, usate prima di ogni avvenimento importante. Le vacanze sono uno dei momenti principali dell’anno, è un peccato farsele rovinare da passeggiate e serate affrontate con la scarpa sbagliata. Vesciche, taglietti, e dolore vi impediranno di proseguire in serenità il programma, le scarpe nuove possono aspettare, l’escursione o la festa in spiaggia no.

5. Non fidanzatevi con i maschietti del posto

Si sa, l’estate è sinonimo di nuovi amori, spesso lontani. E sul momento è tutto così esotico e bellissimo, e per quanto Miguel rispecchi esattamente tutte le nostre visioni dell’uomo perfetto, a metterci lo zampino sarà la distanza. Certo all’inizio vi prometterete mare e monti, visite bisettimanali o mensili, ma siate realistiche e rendetevi conto che il seguito sarà più doloroso che altro e il ricordo dei bei momenti in spiaggia svanirà con la sveglia per tornare in ufficio o in aula.

6. Non portatevi amici che hanno abitudini diverse dalle vostre

Le vacanze si fanno solo con amici veri e fidati. Le abitudini hanno il potere di guastare anche il più bello dei viaggi. Si dice che per testare un’amicizia sia necessario partire insieme e vedere come va. Se ve la sentite di provare con le vacanze estive, siete sicuramente coraggiosi e avventurieri. Rimane il fatto che per assicurarvi un soggiorno senza litigi e musi lunghi sia meglio partire con amici di vecchia data.

7. Non rimanete senza alternative

Potrebbero capitare – Dio non voglia – giorni di pioggia e mal tempo. Pensate fin da subito a delle alternative e ad attività da poter fare al chiuso. Che siano le parole crociate, un bel libro o la visita ai musei, siate previdenti e stabilite cosa vorreste fare in caso il tempo vi si metta contro.

8. Non litigate

Che sia coi genitori, col fidanzato, il marito, la migliore amica o il gruppo, evitate a tutti i costi i litigi, che potrebbero distruggere tutta l’organizzazione, amorevolmente pianificata e condivisa. Respirate, mantenete la calma, se potete adeguatevi o in alternativa risolvete il misfatto pacificamente.

9. Non stressatevi

Chiamate dal lavoro, da casa o dall’amica che si è lasciata col ragazzo? In quel momento nessun problema che non riguardi voi in particolare è vostro. Spegnate il telefono, il pc non portatelo nemmeno. Siete lontani e non potete fare nulla. Non fatevi affliggere da situazioni più o meno negative che vadano al di là del vostro telo mare. La vostra vacanza è solo per voi, nessuno ha il diritto di rovinarvela.

10. Non rimate incinte

Un po’ scontato, ma mai banale. Va bene divertirsi, ma attenzione alle conseguenze.

Le otto scuse che usiamo per non aver superato la prova costume

credits: www.passionfitness.it

L’estate è alle porte, la bella stagione sta arrivando. Il sole, il caldo, le belle giornate ci rendono più allegri, felici e spensierati; ci viene voglia di andare a mare, stare al sole per abbronzarci o mangiare un gelato e rilassarci.
Tutto questo sarebbe bello se solo non ci fosse la temutissima prova costume.

La prova costume è probabilmente una delle prove, a cui siamo ogni anno sottoposti, più difficile, indipendentemente dall’essere uomo o donna, giovane o anziano.

Tutti abbiamo paura di non piacerci in costume e allora facciamo in modo di prevenire il problema, attuando in tempo, delle strategie. Decidiamo di andare in palestra per perdere quel kilo in più o per modellarci, decidiamo di mangiare più correttamente e in modo più sano.

Ma poi ci sono loro, quelli che temono la prova costume, pensano a delle strategie per risolvere il problema, ma le pensano e basta. Sono quelli che trovano tutte le scuse possibili pur di giustificarsi per non aver superato la prova costume.

credits: www.nortacfootball.fr
credits: www.nortacfootball.fr

1. “Quest’anno sono stata troppo stressata e quando sono stressata mangio

Questa è la tipica frase detta da chi usa come scusa, quella dello stress legato al lavoro o del nervosismo legato allo studio, per giustificare lo scarso controllo a tavola; sono tutti stati colpiti dalla famosa fame nervosa, quella che fa mescolare le emozioni con l’assunzione di cibo.

2. “Ho avuto tanti compleanni, lauree, feste varie e ho mangiato sregolata

Ogni anno ognuno di noi si trova spesso a dover partecipare a feste come compleanni, lauree, durante le quali ci abbuffiamo perché solitamente si mangiano dei cibi super buoni e super calorici. Ma a meno che non ci sia una festa al giorno, quindi 365 feste, è strano che non si riescono a trovare dei giorni in cui mangiare in modo più regolare.

3. “Ho un metabolismo troppo lento

Si parla di metabolismo lento, quando i processi necessari al nostro organismo per sopravvivere e cioè tutti quelli che bruciano e producono energia, per qualche ragione rallentano; è vero che il metabolismo può rallentare e provocare aumento del peso ma è anche vero che esistono tanti modi per riportarlo alla normalità nella maggioranza dei casi. Diciamo che oggi è una scusa un po superata.

4. “Mi sono impegnato in palestra, ma non riesco a fare a meno del dolce dopo pranzo

Iscriversi in palestra per perdere un po di peso o per meglio modellarsi è un passo fondamentale per superare la prova costume; peccato che alcuni decidono di iscriversi a maggio e che non correlano all’attività fisica una corretta alimentazione, come per esempio non saper rinunciare al dolce dopo pranzo.

5. “Alla fine un po’ di pancetta non guasta, va di moda il curvy

Questa è la tipica scusa usata da quelli che eliminano il problema alla base: hanno la pancia e restano con la pancia; non gli importa effettivamente di dimagrire e si giustificano usando come scuse le mode del momento.

6. “Sono in fase premestruale, è normale essere più gonfia

Vero è che la fase premestruale tende a far gonfiare l’addome della donna, peccato che non dura tutta l’estate.

7. “Ieri ho fatto l’aperitivo

L’aperitivo è un momento ricreativo, la scusa per trascorrere tempo con gli amici, in cui si mangia e si beve senza ovviamente fare caso alla quantità o all’apporto calorico dei cibi che ci servono; solo che ieri equivale a tutti i giorni che vanno da gennaio a giugno.

8. “Il prossimo anno andrà meglio

E poi alla fine ci sono quelli che hanno perso le speranze, e sperano che l’anno successivo andrà meglio o, forse, è quello che dicono ogni anno ma poi non cambia niente.

Le scuse che si possono trovare per giustificare il mancato superamento della prova costume sono davvero tante. Ma diciamolo che poi fondamentalmente il problema è uno: a tutti piace mangiare ed esagerare col cibo, quello buono, quello più calorico possibile.

Allora concludiamo con una celebre promessa:”Ad ottobre mi iscrivo in palestra“. Sarà vero?