Eventi

Home Moda Eventi
Gli eventi del mondo della moda, sfilate e fashion week

Cinema e cibo al Roma Film Fest 2014

Il Roma Film Fest 2014 inizia ad entrare nel vivo e lo fa con l’evento Short Food Movie, un progetto promosso dalla Fondazione Cinema per Roma (che dal 2007 organizza il Festival) e dal Centro Sperimentale di Cinematografia nell’ambito di Expo Milano 2015. Il Blog di Lifestyle ha seguito l’evento dal vivo.

Il progetto nasce con l’intento è quello di raccogliere, attraverso il sito del Short Food Movie, contributi video della durata dai trenta ai sessanta secondi, provenienti da tutto il mondo e ispirati al tema dell’Expo: Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita.

L’evento è iniziato con una serie di proiezioni, seguite da una tavola rotonda alla presenza di Dario Franceschini (Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo) e di varie personalità di spicco che presenzieranno all’Expo di Milano 2015, tra cui Sabrina Fiorentini dell’Associazione Italiana Food Blogger. Nel corso della discussione, è stato approfondito il tema, che verrà affrontato nuovamente all’Expo di Milano 2015, riguardante il nostro pianeta e i problemi che ne conseguono sul mal utilizzo delle risorse energetiche.

Uno sguardo importante è stato rivolto al rapporto tra cinema e cibo. “Sono convinto che anche il mondo del cinema possa offrire un contributo considerevole sul tema della sicurezza alimentare, come strumento di divulgazione e per sensibilizzare il grande pubblico su una delle sfide più importanti a livello globale”, ha dichiarato Maurizio Martina, Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali con delega Expo Milano 2015.

Short Food Movie è uno dei quattro progetti globali prescelti da Expo Milano 2015 per promuovere l’evento nel mondo in collaborazione con il programma delle Nazioni Unite “The Zero Hunger Challenge”. L’obiettivo di Short Food Movie è utilizzare gli strumenti offerti dalle nuove tecnologie per sensibilizzare la società sui temi come la salvaguardia del nostro pianeta, l’alimentazione e le risorse naturali che stanno scarseggiando, che saranno presentati all’Expo di Milano il prossimo anno. Chiunque può partecipare al progetto Short Food Movie: più persone sono coinvolte, e più il messaggio arriverà forte e chiaro. Feed you mind, film your planet.

Roma Film Fest 2014: gli eventi da non perdere

Prende il via la nona edizione del Roma Film Fest, la rassegna cinematografica dedicata al meglio delle pellicole italiane e straniere. Fino al 25 ottobre, la capitale italiana diventerà il teatro di una kermesse cinematografica che mai, come in questo 2014, si preannuncia interessante e ricchissima di appuntamenti immancabili. Tra le numerose opere in concorso (sono 51 i lungometraggi distribuiti sulle 4 sezioni del festival), il Roma FIlm Fest ospita una serie di eventi aperti al pubblico, all’insegna del glamour, con mostre fotografiche e cocktail di apertura e di chiusura. Andiamo a scoprirli.

Nel primo giorno del Roma Film Fest, da non perdere il cocktail d’inaugurazione alle ore 18, che includerà la presentazione della mostra fotografica “Actrices” di Kate Barry presso il Red Restaurant & Design, sempre sita all’Auditorium Parco della Musica, dove si svolge l’intera kermesse cinematografica. La mostra sarà visibile fino al 25 ottobre nel foyer della Sala Petrassi dell’Auditorium.

Allestita all’interno dell’Auditorium, c’è la mostra fotografica dedicata al film Premio Oscar “La grande bellezza”, la pellicola di Paolo Sorrentino che ha regalato all’Italia la statuetta dopo quindici anni di attesa. 150 scatti di scena del film del regista, fotografati da Gianni Fiorito, a cui si aggiungono i frame originali del film. Tutte le opere esposte saranno cedute e le donazioni andranno al progetto di FIRA Onlus a favore dei giovani ricercatori italiani. A cura di MocArt Gallery.

Venerdì 17 ottobre, spazio all’arte culinaria con un convegno “Short Food Movie”, presentato nell’ambito di Expo Milano 2015. L’evento servirà per presentare il progetto che invita a realizzare cortometraggi a tema nutrizione che costituiranno una video installazione a Expo Milano 2015. Si discuterà del rapporto tra cibo e cinema.

Sabato 18 ottobre, ci sarà l’incontro con Asia Argento, in occasione della mostra “Asia Argento: la strega rossa”: l’attrice e regista presenterà l’omonimo volume fotografico pubblicato dal Centro Sperimentale di Cinematografica ed edizioni Sabinae.

Sabato 25 e domenica 26 sono i giorni dedicati alla premiazione dei film, con una cerimonia che avrà luogo dalle ore 19, seguita infine da un cocktail di chiusura.

In attesa di vedere le stelle del cinema sul red carpet, il Blog di Lifestyle seguirà l’evento dal vivo.

Roma Film Fest 2014: Nicoletta Romanoff sarà la madrina

Sarà Nicoletta Romanoff a fare gli onori di casa nella nona edizione del Festival Internazionale del Film di Roma.

L’attrice romana, discendente dalla famosa Casa reale russa, condurrà la serata di apertura e quella di chiusura del Roma Film Fest 2014, assieme alla cerimonia di premiazione. Nicoletta avrà anche l’onore di assegnare i premi collaterali e gli altri prestigiosi riconoscimenti, conferiti quest’anno dal festival: il Marc’Aurelio Acting Award a Tomas Milian (17 ottobre), il Maverick Director Award a Takashi Miike (18 ottobre), il Marc’Aurelio alla Carriera a Walter Salles (20 ottobre), il Marc’Aurelio del Futuro a Aleksej Fedorcenko (22 ottobre).

È per me un onore prendere parte ad un evento di prestigio come il Festival di Roma“, ha detto l’attrice, “Questa sarà un’edizione speciale, che chiama in causa il pubblico in un momento in cui il cinema necessita del suo coinvolgimento. Il voto popolare mostra l’essenza della manifestazione e in più dimostra quanto sia fondamentale il ruolo dello spettatore, come parte attiva in questo magico mondo che profondamente amo. L’invito del direttore mi ha lusingata ed entusiasmata, dalla sua descrizione del festival di quest’anno ho subito capito che si trattava di un evento unico, di un programma ricco e coinvolgente“.

roma film fest

Quindi, 10 giorni di cinema e di festa, che inizieranno il 16 ottobre e si concluderanno il 25. 51 lungometraggi nelle sezioni ufficiali, 24 prime mondiali, 6 internazionali e 11 europee. Quattro sezioni. 6 milioni di euro, molto meno che gli scorsi anni, il budget, e Marco Muller che fa il tris da direttore. Sono solo alcuni dei numeri della kermesse che si svolge all’Auditorium Parco della Musica, il gioiello che, Renzo Piano ha regalato alla Capitale. A decidere i vincitori per la prima volta non sarà una giuria ma, come avviene al Sundance, gli spettatori.

Aspettiamo con ansia i look della madrina e delle altre stelle del cinema sul red carpet. Qui tutte le news riguardanti il Roma Film Fest 2014, perché Blog di lifestyle seguirà l’evento dal vivo.

nicoletta romanoff

Paris Fashion Week, il meglio delle collezioni primavera/estate 2015 (FOTO)

Dopo una settimana di moda, lusso e glamour a ogni passo, si è conclusa oggi la Paris Fashion Week, durante la quale sono state presentate le collezioni primavera/estate 2015. Tante le sfilate e gli eventi, così come le nuove tendenze lanciate, già addocchiate e imitate dagli amanti del fashion. Una donna declinata in colori, forme e linee diverse. C’è quella corazzata di Alexander McQueen, quella rivoluzionaria di Chanel e quella sensuale e romantica di Elie Saab. L’abito la rende più o meno intraprenente, più o meno romantica, ma pur sempre donna, nelle sue mille sfumature. Ogni stilista ha saputo cogliere un lato del mondo femminile, declinandolo in tutte le forme a sua disposizione, mostrandoci quella che sarà la linea femminile della prossima primavera/estate 2015. Ecco alcune tra le colleizoni più attese, che hanno illuminato le passerelle di Parigi.

Alexander McQueen

Quella di Alexander McQueen è una donna guerriera, tra fiori in 3D, bande di latex sul viso e disegni dark che la proteggono dagli attacchi esterni. Sarah Burton, direttrice creativa di Alexander McQueen ha ereditato a pieno tutte le espressioni del dualismo intenso e lacerante che da sempre caratterizza la maison. Si tratta di una donna che non perde mai il centro di se stessa, forte e in continua sfida tra tenerezza e determinazione. Questo contrasto si avverte anche in scena: la grande orchidea bianca che domina la scenografia è un’oceano di purezza, così come la palette di colori tenuta al minimo tra il nero, il bianco, e piccoli tocchi gentili di rosa pallido, rosso intenso e grigio metallizzato. La donna guerriera, pronta a tutto, in grado di affrontare le intemperie di una vita intera cercandone il lato più dolce e tenero è pur consapevole che si dovrà continuare a combattere.

Chanel

Per la collezione primavera estate 2015, Karl Lagerfeld passa dall’utilizzo di un supermercato come scena per il suo spettacolo, alla strada, dove mette in scena una sfilata manifestazione. Le modelle portano infatti in passerella gli abiti della nuova collezione, accompagnate anche da cartelli con slogan di protesta per marciare e manifestare contro tutto e tutti. Karl ha deciso di abbracciare attraverso questa scelta tutti gli “argomenti caldi” e quindi sotto lo slogan di “Liberté, Egalité, Chanel!” troviamo cartelli per la difesa dell’ambiente e contro il riscaldamento globale, cartelli in cui viene invocata la fine di tutte le guerre, la libertà di espressione per le donne e il diritto al matrimonio per tutti indipendentemente dall’orientamento sessuale e quindi la difesa dei diritti dei gay. Si tratta di una sfilata sopra le righe, in cui troviamo mise in bianco e nero con dettagli oro, stampe floreali, classici completi e vestitini in lana bouclè proposti in versioni più leggere e dai toni fruttati con applicazioni tridimensional.

Jean Paul Gaultier

Sfilata molto importante per Jean Paul Gaultier, che con la collezione presentata in questa occasione ha detto addio, dopo 40 anni di successi ed esaltazione fashion, al suo pret-à-porter. Applausi infiniti e lacrime da parte dei suoi 1500 invitati. “Adesso voglio fare solo ciò che mi piace, dedicarmi all’haute couture, ai profumi, al rapporto con le star. Questo non è un addio alla moda ma una porta aperta per un futuro di felicità e creatività!”, racconta Jean Paul Gaultier alla fine della sfilata spettacolo.

Christian Dior

Un enorme cubo specchiato all’interno del cortile del museo del Louvre è stata la scenografia del fashion show della Maison Christian Dior. Lo stilista ha presentato una collezione a metà strada tra il vecchio mondo e l’ultra moderno, un viaggio nel tempo con abiti neri e abiti di corte alla francese, cappotti che si mescolano a uniformi di piloti e astronauti.

Elie Saab

Elie Saab non si smentisce mai e anche con la collezione primavera/estate 2015 crea un’atmosfera fiabesca con cui ha fatto sognare i suoi invitati. La collezione è una vera e propria rapsodia in blu e stampe, che scorrono a ritmi costanti e armonici, in una serie di variazioni di blu, verde, giallo e rosso. Tutto porta a immagini di lagune, cieli e tramonti lontani.

Louis Vuitton

Linee decise e forti, così come stampe e colori freddi. Forme rigorose, quasi formali per giacche e abiti. Questi sono gli elementi della collezione primavera estate di Louis Vuitton. Si alternano vestiti corti a completi da lavoro, si susseguono numerosi pantaloni, alcuni in denim pulito e altri dal taglio maschile e caratterizzati da numerose stampe, tra cui auto, smalti e rossetti. Bellissime anche le bluse, così leggere e svolazzanti, che sembrano incarnare il movimento delle onde, tra lacci incrociati e piccoli inserti trasparenti.