Eventi

Home Moda Eventi
Gli eventi del mondo della moda, sfilate e fashion week

Vogue Fashion Night Out di Roma

In attesa della Vogue Fashion Night Out di Milano, Roma non è rimasta a guardare, offrendo una serata glam all’insegna dei migliori capi d’abbigliamento, moda, cocktail, ospiti vip, concerti, mostre o ovviamente tanto shopping. Ieri sera, 11 settembre, la capitale ha accolto, dopo un anno di assenza, la sua terza edizione della Vogue Fashion Night Out. Nonostante il brutto tempo della mattina, la serata è potuta svolgersi senza intoppi. I negozi delle vie principali del centro romano hanno aperto la notte bianca di shopping fino alle 23.30, offrendo gadget e divertimento assicurato per tutti, riempendo l’atmosfera con musica house-dance. Molti i romani che hanno voluto partecipare all’evento organizzato da Vogue, e anche tanti i vip della televisione.

vogue-fashion-night-out

Stroili Oro, sito in via del Corso, ha avuto come ospiti principali della serata Paola Cortellesi, Valeria Solarino e Laura Morante, tre bellissime dive del cinema italiano, che hanno presenziato a questa serata facendo impazzire il pubblico in fila che le aspettava.

Loriblu di Piazza di Spagna ha ospitato Stefania Orlando, Anna Pettinelli, Tiziana Rocca e Fanny Cadeo. Come gadget, il negozio rilasciava delle shopper dorate con il marchio a vista. La boutique ha contornato la serata con musica, un DJ set e un corner fotografico.

Il negozio Sephora di Via del Corso per la Vogue Fashion Night Out ha presentato il profumo “La vie est belle” di Lancome, consegnando poi a tutte le donne un simpatico gadget per profumare l’ambiente o gli armadi. Inoltre, la presenza dei make up artist della Shiseido ha animato la serata truccando, con la nuova collezione che calcherà le passerelle nel prossimo autunno, le ragazze in fila per l’evento.

Il Golden Lady è stato preso d’assalto da una folla di ragazzi, dove la madrina della serata era Federica Nargi, testimonial del negozio, che si è intrattenuta con il pubblico firmando autografi e facendo dei selfie insieme a loro.

Davanti Pura Lopez si è fermata una carrozza con tre modelle, che si sono fatte fotografare da tutti; altri modelli in vetrina alla Sisley, per la presentazione dei nuovi occhiali di Marc Jacobs all’Ottica Bernabei.

Da Nuvolari e da List, le persone hanno potuto rilassarsi bevendo un fresco cocktail. Tanti i partner della Vogue Fashion Night Out di Roma: dal canale QVC, che ha realizzato la t-shirt speciale dedicata alla serata a Lavazza, passando per l’Orèal, che aprirà le porte della sua accademia in Piazza Mignanelli.

L’assessore comunale al Commercio Marta Leonori si è detta soddisfatta del successo ottenuto dalla serata Vogue Fashion Night Out capitolina, mentre Sabrina Alfonsi, presidente del Municipio I ha dichiarato che “questa è la strada giusta per riqualificare il Centro”.

JdoubleC e Fidanzata Psicopatica, quando la moda nasce tra le mura di casa (EVENTO)

Credit Photo: Fotoengel

Passione e voglia di mettersi in discussione.
JdoubleC e Fidanzata Psicopatica sono i due nuovi brand che hanno sfilato a La Lumiera di Bologna, venerdì 11 luglio, accomunati dalla stessa voglia di donare nuove idee al mondo della moda.
Le proposte, infatti, raccontano ognuna un pezzo di storia di tutte coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questo nuovo progetto.
E durante la sfilata, la voce di Carlotta Savorelli, vocalist e una delle menti del marchio JdoubleC, ce lo ha raccontato.

JdoubleC è un marchio che nasce tra le mura di casa.
Dalla passione per la moda di mamma Jolanda, e delle sue figlie: Carlotta e Carolina, la J e la doppia C, diventano un brand.
Le donne di JdoubleC propongono una Refill Jacket.
Si tratta di una fantastica giacca in pelle componibile. Dal collo, alle maniche, le giacche JdoubleC sono tutte interamente intercambiabili. In modo da avere sempre l’alternativa valida, e in quanto a praticità, e in quanto a stili e tendenze. I pezzi di cui è composta una Refill Jacket, infatti, vanno dal classico e intramontabile nero, alle stravaganti fantasie zebrata e in camouflage, o, ancora, propongono un tocco di fucsia alla nostra giacca adattabile ad ogni occasione. Troviamo inoltre la variante in jeanas, quella floreale, must della stagione, il color cipria, sofisticato e intramontabile, e il classico in marrone.

Hanno presentato, inoltre, la versione invernale delle refill jacket, caratterizzata da un fantastico maculato.
Ma non solo. La donna pensata da JdoubleC è dotata di una fantastica Cover Bag. Intercambiabile anche lei, la borsa che si presta ad un qualsiasi tipo di abbinamento, anche quello dell’ultimo minuto: sul sito shop.jdoublec.it sono visibili tutte le varianti.

JdoubleC ha pensato al carattere di ogni donna.
Purché sia una Fidanzata Psicopatica. A completare l’outfit delle modelle che hanno sfilato venerdì sera alla lumiera, infatti, la maglia Fidanzata Psicopatica di Selene Maggistro, che sembra mettere d’accordo tutte le donne. Fidanzata Psicopatica ha scaturito l’interesse di donne di ogni età. Selene ha dato loro, infatti, la possibilità di esprimere il più discusso dei sentimenti, la gelosia, ma di farlo con stile.

Paris Fashion Week, il meglio delle collezioni primavera/estate 2015 (FOTO)

Dopo una settimana di moda, lusso e glamour a ogni passo, si è conclusa oggi la Paris Fashion Week, durante la quale sono state presentate le collezioni primavera/estate 2015. Tante le sfilate e gli eventi, così come le nuove tendenze lanciate, già addocchiate e imitate dagli amanti del fashion. Una donna declinata in colori, forme e linee diverse. C’è quella corazzata di Alexander McQueen, quella rivoluzionaria di Chanel e quella sensuale e romantica di Elie Saab. L’abito la rende più o meno intraprenente, più o meno romantica, ma pur sempre donna, nelle sue mille sfumature. Ogni stilista ha saputo cogliere un lato del mondo femminile, declinandolo in tutte le forme a sua disposizione, mostrandoci quella che sarà la linea femminile della prossima primavera/estate 2015. Ecco alcune tra le colleizoni più attese, che hanno illuminato le passerelle di Parigi.

Alexander McQueen

Quella di Alexander McQueen è una donna guerriera, tra fiori in 3D, bande di latex sul viso e disegni dark che la proteggono dagli attacchi esterni. Sarah Burton, direttrice creativa di Alexander McQueen ha ereditato a pieno tutte le espressioni del dualismo intenso e lacerante che da sempre caratterizza la maison. Si tratta di una donna che non perde mai il centro di se stessa, forte e in continua sfida tra tenerezza e determinazione. Questo contrasto si avverte anche in scena: la grande orchidea bianca che domina la scenografia è un’oceano di purezza, così come la palette di colori tenuta al minimo tra il nero, il bianco, e piccoli tocchi gentili di rosa pallido, rosso intenso e grigio metallizzato. La donna guerriera, pronta a tutto, in grado di affrontare le intemperie di una vita intera cercandone il lato più dolce e tenero è pur consapevole che si dovrà continuare a combattere.

Chanel

Per la collezione primavera estate 2015, Karl Lagerfeld passa dall’utilizzo di un supermercato come scena per il suo spettacolo, alla strada, dove mette in scena una sfilata manifestazione. Le modelle portano infatti in passerella gli abiti della nuova collezione, accompagnate anche da cartelli con slogan di protesta per marciare e manifestare contro tutto e tutti. Karl ha deciso di abbracciare attraverso questa scelta tutti gli “argomenti caldi” e quindi sotto lo slogan di “Liberté, Egalité, Chanel!” troviamo cartelli per la difesa dell’ambiente e contro il riscaldamento globale, cartelli in cui viene invocata la fine di tutte le guerre, la libertà di espressione per le donne e il diritto al matrimonio per tutti indipendentemente dall’orientamento sessuale e quindi la difesa dei diritti dei gay. Si tratta di una sfilata sopra le righe, in cui troviamo mise in bianco e nero con dettagli oro, stampe floreali, classici completi e vestitini in lana bouclè proposti in versioni più leggere e dai toni fruttati con applicazioni tridimensional.

Jean Paul Gaultier

Sfilata molto importante per Jean Paul Gaultier, che con la collezione presentata in questa occasione ha detto addio, dopo 40 anni di successi ed esaltazione fashion, al suo pret-à-porter. Applausi infiniti e lacrime da parte dei suoi 1500 invitati. “Adesso voglio fare solo ciò che mi piace, dedicarmi all’haute couture, ai profumi, al rapporto con le star. Questo non è un addio alla moda ma una porta aperta per un futuro di felicità e creatività!”, racconta Jean Paul Gaultier alla fine della sfilata spettacolo.

Christian Dior

Un enorme cubo specchiato all’interno del cortile del museo del Louvre è stata la scenografia del fashion show della Maison Christian Dior. Lo stilista ha presentato una collezione a metà strada tra il vecchio mondo e l’ultra moderno, un viaggio nel tempo con abiti neri e abiti di corte alla francese, cappotti che si mescolano a uniformi di piloti e astronauti.

Elie Saab

Elie Saab non si smentisce mai e anche con la collezione primavera/estate 2015 crea un’atmosfera fiabesca con cui ha fatto sognare i suoi invitati. La collezione è una vera e propria rapsodia in blu e stampe, che scorrono a ritmi costanti e armonici, in una serie di variazioni di blu, verde, giallo e rosso. Tutto porta a immagini di lagune, cieli e tramonti lontani.

Louis Vuitton

Linee decise e forti, così come stampe e colori freddi. Forme rigorose, quasi formali per giacche e abiti. Questi sono gli elementi della collezione primavera estate di Louis Vuitton. Si alternano vestiti corti a completi da lavoro, si susseguono numerosi pantaloni, alcuni in denim pulito e altri dal taglio maschile e caratterizzati da numerose stampe, tra cui auto, smalti e rossetti. Bellissime anche le bluse, così leggere e svolazzanti, che sembrano incarnare il movimento delle onde, tra lacci incrociati e piccoli inserti trasparenti.

Milano Vintage Week: primo giorno (FOTO)

È iniziata oggi la Milano Vintage Week, ed entrando nello show-room – in via G. B. Piranesi – si respira già un aria diversa.

Colpisce subito alla vista il tripudio di colori che allestisce il locale: vestiti, magliette e pantaloni, cappelli, cravatte e occhiali da sole; in tutti i vari stand dominano i colori, prevalentemente brillanti e allegri. E gli oggetti esposti sono di tutti i tipi, per tutti i gusti.
Bottoni dalle forme più strane e particolari, abiti più o meno appariscenti, borse vintage che non hanno nulla da invidiare alle it-bag del momento, e gioielli colorati che, nonostante il tempo, non hanno perso la loro brillantezza.
Poi ancora, mobili e oggetti d’arredo, cartoline vintage che raccontano storie segrete, e libri che vogliono essere sfogliati.

Nell’odierno pomeriggio si potevano scoprire i cosmetici freschi fatti a mano come una volta, e Lush offriva a tutti la lettura del colore con “Emotional Brilliance”, una degustazione olfattiva e un trattamento di bellezza per le mani. C’era, inoltre, una truccatrice a disposizione di tutte le interessate. Erano incontri assolutamente da non perdere.

Due tocchi di classe poi nello show-room all’insegna del vintage: meravigliosi abiti da sposa degli anni ’30, ’50, ’60, ’70, e una mostra, dal titolo “un foulard per sempre”. Si tratta di un’esposizione di fantasie e immagini, di cavalieri, fiori, animali, e di “Cosmos”, un Carrè Hermès in seta illustrato da Phillippe Ledoux. Altro che foulard, sembrano veri e propri quadri, opere d’arte.

La Milano Vintage Week è una mostra-mercato del vintage di qualità realizzata in collaborazione con A.N.G.E.LO, alla quale è stato dedicato uno spazio apposito nel locale. Vestiti, top, scarpe di tutti i tipi, jeans che non passano mai di moda e cappelli da fare invidia a quelli della Regina Elisabetta.

Colpisce l’elevata percentuale di giovani che si addentravano negli spazi dell’esposizione. Affascinati, curiosavano e osservavano con interesse visibile ogni singolo dettagli di questo nuovo-vecchio mondo.
Molti gli eventi irrinunciabili dei prossimi giorni, restate aggiornati seguendo BlogdiLifestyle.

[Credit photos: Miriam Tagini]