sabato, 11 Luglio 2020

Stili & Tendenze

Home Moda Stili & Tendenze
News e consigli su stili e tendenze glam del mondo della moda

I best moment della moda anni ’90

Gli anni ’90 sono gli anni delle felpe con il cappuccio, dei top con l’ombelico di fuori, degli anfibi portati con i calzettoni, dei jeans strappati con sotto le calze di nylon, dei colori fluo e delle camicie quadrettate. Tutti capi che pure oggi fanno tendenza.

Sì, perché gli anni ’90 sono tornati in grande stile, e ci sono capi che non hanno certo brillato per classe e raffinatezza, ma intanto stanno godendo di una certa rivalutazione, con grande successo, perché sono glamour e stilosi, dei veri must del 2014. I famosissimi crop top, tanto in voga quest’estate, derivano direttamente dai mitici anni ’90.

Lo stile grunge, tipico degli anni ’90, è stato rispolverato da alcune top model nel tempo libero, come Cara Delevingne o Kate Moss, che quegli anni li ha vissuti da vera icona di moda. Jeans strappati, aderenti e a vita alta abbinati con una canottiera che può essere larga o stretta, corta o più lunga, con sopra una bella camicia ampia e sbottonata, magari con fantasia a quadri.

stile-grunge

Se non avete voglia dei jeans, allora mettete la minigonna con sotto dei leggings colorati. Erano di tantissime e improponibili fantasie, ci voleva coraggio ad indossarli, ma molte di noi lo hanno fatto e lo fanno ancora, creando dei look non adatti proprio a tutte, o portati al posto dei pantaloni. Assolutamente out.

leggins

Come dimenticare gli anfibi, per essere precise le Dr.Martens, immancabili nell’armadio delle teeneger degli anni 90, portati con calzettoni o scaldamuscoli. Così come indimenticabili sono le t-shirt con stampe e scritte sotto alla giacca, i maglioni a righe slabbrati, in perfetto stile Freddy Krueger, i vestitini a fiori portati con t-shirt, moda lanciata dalle ragazze di Non è la Rai.

Ci sono anche tutte quelle cose che vogliamo dimenticare della moda anni ’90, come le matite per le labbra diverse dal colore del rossetto, i micro chignon, le mollettine a forma di farfalla, un classico pettinarsi i capelli all’indietro e fermare ogni ciocca con una farfallina, i capelli ricci con il gel, privi di morbidezza.

Tremendo anche il caschetto biondo ultra liscio, con tanto di riga al centro, di Nick Carter dei Backstreet boys. Gli anni ’90 erano anche gli anni delle orribili treccine allestite sulla testa di molti personaggi noti, sia maschi che femmine, decisamente poco igieniche, e noi siamo felici che non siano stati riproposti negli anni.

Icone indiscusse di stile degli anni ’90 sono stati senza dubbio i protagonisti di serie tv come Friends e Beverly Hills. Alzi la mano chi è rimasto immune dai look con frangiona di Brenda Walsh-Shannen Doherty o dal taglio scalato di Rachel Green-Jennifer Aniston, sognato da molte ragazze ed eletto “migliore acconciatura dell’anno” da numerose riviste femminili all’epoca.

Beverly Hills ha segnato davvero quei meravigliosi anni ‘90: non solo per le storie d’amore, ma soprattutto per i look dei protagonisti. Accessorio da dimenticare: le fasce per capelli di Brenda, realizzate in molti colori e in tessuti diversi, proprio per essere notate. Adesso, per fortuna, le vediamo solo al mare per gestire i capelli ribelli. Poi c’era il ciuffo, o meglio il doppio ciuffo, anch’esso da rimuovere dalla mentesfoggiato a rotazione da Kelly, Donna, Brenda e Andrea.

Se parliamo di Sex and the City nel 1998, ci sono due sole parole che ci vengono in mente: Carrie Bradshaw. Non possiamo nemmeno contare quante sono le tendenze che il personaggio di Sarah Jessica Parker ha lanciato, ma molti dei marchi di moda più noti al mondo, come Manolo Blahnik, gli devono sicuramnete un po’ di ringraziamenti.

carrie-bradshaw

Anche icone del mondo della musica hanno dettato le mode di adolescenti e non di quegli anni. Proprio a metà degli anni ’90 il Regno Unito è stato invaso da cinque signore frizzanti e tutto pepe, in abiti appariscenti. Le Spice Girls hanno celebrato il girl power, creando look unici che le giovani donne di tutto il mondo hanno ammirato. Siamo in grado di accreditare alle Spice Girls la popolarità di zeppe, codine nei capelli, e, naturalmente, un sacco di glitter per il corpo.

spice girls

La fine degli anni ’90 ha inaugurato anche l’era delle principesse del pop, con Britney Spears in testa al gruppo. Il suo sexy look da studentessa nel video di “Baby One More Time” ha aperto la strada ai jeans a vita bassa, ai piercing all’ombelico, alle minigonne e canottierierine che hanno caratterizzato lo stile della fine del decennio. Poco dopo, signore come Christina Aguilera, Mandy Moore e Jessica Simpson hanno debuttato con propri colpi di scena, in fatto di look, incubo di tutti i padri di ragazzine adolescenti di quel periodo.

Che nostalgia questi anni ’90.

Denim. Il tessuto evergreen è must have quest’estate (FOTO)

Credit: stylosophy.it

Classico, trasformista, minimal o ricercato; non importa com’è, basta che ci sia.
Stiamo parlando del tessuto che più invecchia più diventa di moda: il denim sarà il “basic” più cool di questa nuova stagione.

Tela forte per abiti da lavoro, il cui nome è noto fin dal 1567. Una storia lunga, dunque, che ha avuto una svolta nel 1951, quando a Bing Crosby, vestito in denim, viene negato l’accesso in un grande hotel. La Levi’s interviene subito a favore di Crosby sorprendendo tutti con lo smoking in jeans, aprendo così al tessuto le porte dell’intero guardaroba e della storia.
E se quest’estate volete veramente essere cool e alla moda, allora lasciatevi tentare dal trasformismo denim.

Protagonista della passerella e dello street style, adatto per ogni tipo di look – minimal di giorno e impreziosito di sera. Le ultime tendenze? Lo vedono techno per leggings e skinny identici al jeans, OverDarks nei toni del nero per gli shorts più hot, e capi morbidi e ispirati al “pigiama comfort” per le tute over – richiamano gli anni ’80. Vintage per gonne fascianti e giacche stile marinerie, e infine tagli e stampe al laser per effetti couture.

Il risultato finale ottenuto è niente meno che un mix perfetto tra seduzione e praticità, in ogni caso originale. Perché un denim è per sempre.

[Credit: sfilate.it]

Il look giusto per una festa in spiaggia (FOTO)

Estate è sinonimo di mare, sole, vacanze, relax, serate sotto le stelle e feste in spiaggia. E dopo il look da scegliere per andare al mare, Blog di Lifestyle vi consiglia il look giusto per una festa in spiaggia.
Come non ricordare quelle fantastiche serate con il falò che colora la pelle, la sabbia sotto i piedi, il rumore del mare al chiaro di luna e tanto divertimento insieme agli amici.
Ma qual è il look più adatto?

Ecco una gallery con i consigli di moda per avere un look glamour adatto ad una festa in spiaggia che non vi farà passare in osservato.

Cosa indossare?

Partiamo dal basso:sandali, ballerine, espadrillas e piedi nudi sono il passe-partout per l’outfit da party in spiaggia.

Si sconsigliano: tacchi e zeppe perché vi impediranno di camminare nella sabbia; scarpe chiuse perché rischierete di riempirle continuamente di sabbia.

Cosa non deve mancare: il costume da bagno. Bikini, trikini o intero il costume da bagno per un party in spiaggia è assolutamente necessario, sia che l’evento sia di pomeriggio che di sera, perché durante un beach party un tuffo a mare è inevitabile.

Optate per la comodità, ma non dimenticatevi di renderla glamour: scegliete short e salopette di jeans, o di altre tonalità, mini dress a fantasia o a righe per entrare in tema “sea”, gonne lunghe o asimmetriche, onde evitare che striscino troppo sulla sabbia, caftano dai mille colori e fantasie e mini tute a pantaloncino. Scegliete tanto colore.

Si sconsigliano: jeans lunghi o pantaloni a zampa d’elefante, troppo scomodi per l’occasione; long dress perché camminando a piedi nudi, o con i sandali, rischierete di calpestare l’orlo; vestiti e gonne a tubino.

Borsa si o borsa no?

Indossare una borsa durante una festa in spiaggia potrebbe risultare scomodo e ingombrante, ma senza la borsa il nostro look potrebbe risultare incompleto e poi noi donne non ce la facciamo proprio a separarcene.

Dunque, per un party in spiaggia la risposta è: borsa assolutamente sì. Basta che sia a tracolla, magari a frange o dai colori pastello, oppure è meglio optare per lo zainetto che, dagli anni ’90, è tornato di nuovo a far tendenza, diventando senza alcun dubbio l’accessorio glamour del 2014.

Si sconsigliano: maxi bag, bauletto e clutches.

Accessori

Un caloroso sì agli accessori che servono per far da contorno al vostro look: dai maxi cappelli, agli orecchini pendenti, alle collane, bandane, occhiali da sole e bracciali a go go. Tutto rigorosamente abbinato al resto dell’outfit.

Si consiglia di preferire le tonalità pastello o il gold, must have dell’estate 2014.

Il look giusto per andare in discoteca (FOTO)

Discoteca e incubo vestiti: un binomio sempre presente all’ordine del giorno, cosa mi metto? Tacco sì, tacco no? Ecco alcuni consigli utili per scegliere l’outfit più adatto per una serata in disco.

Un outfit per ogni occasione

Per prima cosa bisogna capire la situazione: ci sono outfit diversi per ogni occasione, che sia all’aperto o al chiuso, d’estate o d’inverno, in una serata glam-vip con un certo target o una semplice nottata con amici tra discoteche e pub.
Per valorizzare il proprio fisico meglio indossare un pantalone aderente o un leggins, sempre di colori scuri, così da abbinare maglie, canotte e top di qualsiasi colore. Sì a jeans stretti, vita alta e shorts corti, soprattutto se con qualche strappo o uno stile vintage. Perché non osare con un croptop?
Perfette anche gonne larghe e morbide, gonne a fascia strette in vita e magliette di rete che lasciano scoperti il busto e/o la schiena, magari con una fascia o un top colorato che risalti attraverso la trama. Successo per i look rock-glam, per i colori scuri e i tessuti particolari.

Per una serata più fashion, invece, meglio un vestito medio-lungo, magari anche in colori pastello, con qualche dettaglio in vita o sulle spalle. Ok anche pantaloni sigaretta neri o nei colori neutri, con una bella maglietta o canotta di seta o raso, morbida sul corpo, e una giacca maniche lunghe per un outfit elegante e alla moda.

Tacco sì, tacco no, questo è un problema

No al tacco nelle serata in disco con gli amici, è scomodo, fastidioso e ci fa soffrire. Sì a scarpe basse, stivaletti e sandali particolari: il dolore ai piedi sarà solo un lontano ricordo e potrete vivere tranquillamente la vostra serata. Scarpe alte solo se comode: tronchetti e tacchi larghi con un plateau alto.
Sì al tacco nelle grandi occasioni: una serata fashion, un locale super alla moda, un evento della movida. Meglio non esagerare con leopardati improponibili o trampoli 47 centimetri.

Accessori

Puntate moltissimo su collane o su orecchini: se scegliete uno dei due l’altro deve essere più “soft”. Sono perfette le grandi collane, stile etnico o di corda, meglio se con delle applicazioni a scendere. In questo caso orecchini semplici, punti luce colorati o perle dello stesso colore.
Se, al contrario, scegliete orecchini importanti, ear cuff o pendagli di grosse dimensioni, o lasciate libero il petto o mettete una catenina lunga.
Sì ad anelli, bracciali, fasce, elastici, smalti strong e cinte.

Borse, un incubo

Un vero e proprio dilemma: borse sì o no? Sono scomode e ci impediscono di ballare. Meglio lasciare in guardaroba insieme al cappotto, giubbotto o giacca. Niente borse grandi o capienti: sì a pochette, clutch, buste e tracolle. Colori scuri: nere, blu, marroni, di pelle.
Per occasioni più alla moda meglio colori accesi.