sabato, 6 Giugno 2020

Salute

Home Salute Pagina 119
Notizie sulla salute, sugli stili di vita, scoperte mediche, farmaci, diete, fitness

Olio di borragine proprietà e rimedi naturali

Olio di borragine: un altro insospettabile olio nostro alleato di cui non si sa molto solitamente.

Eppure dovrebbe essere fra gli oli da tenere in casa, perché ottimo per la salute ma anche perché è un ottimo cosmetico naturale! Quest’olio vegetale che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta Borago officinalis.

Proprietà dell’olio di borragine

L’olio di borragine contiene una grande quantità di alfa-acido linoleico (32-38%), acido linoleico (18-25%), acido oleico (15-19%) e fitoestrogeni efficaci contro i radicali liberi, i problemi ormonali femminili, la pelle disidratata e le infiammazioni cutanee poiché è un ottimo lenitivo.

5 buoni motivi per tenerlo in casa:

  1. se soffri di acne o di psoriasi o secchezza cutanea
  2. se soffri di smagliature o cominciano a comparire le prime rughe
  3. se hai problemi di cisti ovariche o legati al ciclo
  4. se hai unghie e fragili
  5. se hai problemi con il colesterolo

Uso interno ed uso esterno dell’olio di boraggine

L’olio di borragine si può acquistare in perle per un uso interno quindi come un integratore alimentare soprattutto per i problemi legati agli ormoni femminili poiché grazie ai fitoestrogeni presenti in quest’olio si ha un’azione riequilibrante del sistema ormonale femminile quindi si possono riscontrare miglioramenti circa il problema delle cisti ovariche, dolori e sindrome premestruale o i disturbi della menopausa. Per uso esterno naturalmente c’è l’olio.

Come utilizzare l’olio di borragine

Per un uso interno si consiglia di assumere una perla di olio di borragine 4 volte al giorno a stomaco pieno (prima di mangiare).

Per l’uso esterno per quanto riguarda il viso si possono miscelare 5 gocce di olio di borragine con 5 di olio di germe di grano e quindi applicare sul viso tenendo in posa per 15 quindi risciacquare con acqua tiepida. Si possono inoltre miscelare 10 gocce di olio di borragine alla crema idrante oppure miscelare 8 gocce di olio di borragine con 5 gocce di olio d’oliva da applicare la sera sulle zone infiammate o ruvide avendo cura di applicare uno strato di garza di modo da non sporcare i vestiti, il giorno dopo si procede con una normale doccia e si ripete il trattamento fino a che non si notano miglioramenti.

Idratazione: l’importanza di bere acqua

Idratazione, ci pensi sul serio?

Quanta acqua bevi al giorno?

Si raccomanda tanto di bere almeno 2 litri di acqua al giorno (qualcuno vi dirà anche oltre ma così potreste compromettere i reni) perchè in fin dei conti la maggior parte del nostro corpo è proprio costituito da acqua che noi perdiamo continuamente con il respiro, il sudore, urina, semplicemente muovendosi e che dunque va reintegrata.

Perchè è importante per l’idratazione bere tanto?

Il corpo va sempre mantenuto idratato ma non solo d’estate come si pensa comunemente perchè c’è più caldo e si suda di più ma anche in inverno perchè ad esempio l’acqua è importante per regolare la temperatura interna.

E’ vero che durante l’inverno è più difficile perchè si avverte meno lo stimolo di bere ma c’è da dire che la necessità di bere che noi avvertiamo in realtà è l’ultima soglia prima della disidratazione perchè in molti di noi la necessità di bere si presenta soltanto quando il corpo è in riserva, ma molti di noi sottovalutano questo fatto, si conti inoltre che negli anziani sovente lo stimolo di bere è proprio assente.

Idratazione: vale tutto?

In realtà tutti quei tè verde che consumi e quel latte di soia non sono il massimo, non ti sto dicendo di rinunciarci ma la bevanda principale deve essere l’acqua.

Un altro sbaglio che facciamo di sovente è anche quello di bere bevande zuccherate quando abbiamo sete nell’illusione che di dissetino, in realtà ci forniscono solo calorie inutili, idem per gli alcolici che danno l’illusione di dissetare in realtà invece accellerano il processo di disidratazione.

Idratazione e disitrazione: i sintomi

Dunque per mantenere la pelle idratata occorre bere molta acqua, mangiare alimenti ricchi d’acqua come frutta e verdura e prestare attenzione ai sintomi della disidratazione: l’emicrania ne è uno, la pelle secca che tira, le articolazioni che fanno male, i dolori muscolari.

Un ruolo molto importante lo giocano anche i cosmetici ed i prodotti che utilizziamo per la pulizia se sono molto aggressivi ci seccano la pelle, privilegiamo prodotti naturali che mantengono la pelle idratata d’estate contro il caldo d’inverno contro freddo, neve e vento che tendono ad aggredire il derma e quindi rendono la pelle screpolata.

Ricordiamo inoltre che l’acqua aiuta a depurarsi perchè favorisce un ricambio continuo: più si beve, più si urina quindi più si eliminano tossine più il corpo si mantiene pulito ed idratato.

Gli integratori vitaminici fanno bene o fanno male

Gli integratori vitaminici ormai vengono assunti con molta facilità quasi senza accorgercene. Sono pratici, li si può prendere ovunque, una compressa e via.

Tuttavia sorgono sempre numerosi dubbi e questioni intorno a questi integratori vitamici, ci si domanda sempre se facciano realmente bene o se in realtà causino problemi.

Integratori vitaminici: giusti o sbagliati?

Gli integratori ormai si prendono per tutto: raffreddore? Dolori vari? Prevenzione dei tumori?Ricrescita dei capelli? Prendi la magica compressa, per la gioia delle industrie farmaceutiche, ed avrai la soluzione di tutti i problemi.

Questo si deve a Linus Pauling un nobel della chimica che fu grande sostenitore della vitamina C che presa ogni giorno preverrebbe diversi disturbi fra cui l’influenza e si lanciò in una campagna a favore di quest’integratore di cui chiaramente si raddoppiarono le vendite. Nonostante i dubbi sollevati dalla scienza Pauling continuò la sua campagna ad oltranza introducendo anche l’idea che la vitamina C fosse ottima per prevenire i tumori avvallata da alcuni risultati inviatigli da un chirurgo scozzese ma che furono smentiti.

Ebbene nel corso degli anni grazie a numerose ricerche nel corso degli anni si è arrivati a scoprire che non solo le vitamine in compresse che assumiamo non hanno un rilevante effetto anti tumorale ma anzi combattendo i radicali liberi aumenterebbero la possibilità di sviluppo dei tumori. Questo si deve al fatto che i radicali liberi che creano danni quelli che si cerca di estirparne a colpi di vitamine) sono gli stessi che decimano le cellule tumorali quindi va da sè che estirparli del tutto non sia poi una così ottima idea.

Gli integratori vitaminici fanno bene o fanno male?

Dunque assumendo un quantitativo eccessivo di vitamine in compresse si rischia di sbilanciare il numero di radicali liberi che a loro volta causano uno squilibrio nel sistema immunitario meno “pronto” contro gli attacchi dei virus ed il proliferarsi di cellule maligne. Quindi si tratta di un falso mito che gli integratori prevengano il cancro e le malattie cardiache.

Purtroppo dobbiamo rivelare che si tratta di un argomento poco discusso anzi contrariamente medici, specialisti e i mass-media continuano a bombardarci proponendoci l’assunzione di vitamine sempre più sintetiche e meno naturali, ormai ci sono integratori specifici per qualunque cosa.

Attenzione: non stiamo dicendo che siano le vitamine il problema ma gli integratori chimici assunti tutti i giorni. Al contrario occorrerebbe promuovere il consumo di frutta e verdura e di quegli alimenti che forniscono il naturale fabbisogno di vitamine e nutrienti che il nostro corpo assimila ed utilizza nella giusta quantità. Si diminuirebbe così il rischio di contrarre virus, si rafforzerebbe il sistema immunitario e ci si depurerebbe dai veleni, in modo totalmente sicuro e naturale.

La prossima volta che vi prescrivono o vi consigliano degli integratori guardate nel vostro piatto e modificate il vostro menù.