Italia

Home Turismo Italia
News e destinazioni dal turismo in Italia

I consigli per una perfetta vacanza da single

ideeviaggi.zingarate.com

Vi siete lasciate da poco, dopo anni di fidanzamento o di matrimonio, e avete voglia di staccare un po’ la spina? O siete semplicemente stanche delle solite vacanze in famiglia? Quello di cui avete bisogno è proprio una vacanza da single.

In Italia sono quasi 5 milioni i single – circa l’11% della popolazione -, non contando i 2 milioni di separati, divorziati e vedovi. Ma, se un tempo, tutti i single erano costretti a rinunciare ai viaggi da soli per gli alti costi dei viaggi e degli alloggi, ora queste difficoltà sono diminuite: infatti sono numerosissime le opportunità di vacanze per tutti coloro che decidono di viaggiare da soli.

Una vacanza da single può avere diversi scopi: trovare la propria anima gemella o un compagno di avventure – un partner che possa far compagnia solamente durante il periodo delle vacanze -, conoscere nuove persone e farsi nuovi amici oppure stare un po’ di tempo da soli e dedicarsi completamente a se stessi.

Ma, in ogni caso, le parole fondamentali per una vacanza da single perfetta sono due: divertimento e buon senso. Prima di tutto, è importante divertirsi e fare ciò che più piace – soprattutto dopo la fine di una lunga storia o per cambiare dalle solite vacanze familiari -, ma è fondamentale stare sempre attenti e non correre rischi.

Ci sono varie tipologie di viaggio ideali per tutti i single: noi della Redazione di Blog di Lifestyle abbiamo selezionato le migliori.

Viaggio organizzato

Se la paura è soprattutto quella della solitudine, la soluzione migliore è quella di fare un viaggio organizzato. Scegliendo quella tipologia di vacanza le possibilità di rimanere soli sono veramente poche perché si fanno sempre gite, pranzi e cene in gruppo. In questo tipo di situazione infatti è abbastanza semplice fare amicizia, sopratutto con altre persone che viaggiano da sole.

Viaggio fai da te

Se non si ha voglia di stare in mezzo all’animazione, allora si può decidere di organizzare una vacanza per conto proprio. L’importante è scegliere posti non troppo sperduti e abbastanza frequentati e avere sempre la testa sulle spalle, stando attenti a tutto e a tutti.

Woman to woman

Questo viaggio è la soluzione intermedia tra il viaggio organizzato e il viaggio fai da te. Le agenzie di viaggio woman to woman, presenti in tutto il mondo, sono gestite da personale femminile e danno particolare attenzione alle esigenze delle donne, cercando di organizzare la vacanza migliore per ognuna di esse.

Interrail

È la soluzione perfetta per chi vuole visitare nuovi posti: ci si sposta in continuazione e non ci si annoia mai. Ed è anche un’ottima occasione per fare conversazione e conoscere nuove persone, soprattutto durante i lunghi spostamenti.

Crociera

Durante la vacanza in crociera è importante non credere di trascorrere del tempo in totale solitudine: infatti, stando in un posto chiuso e circoscritto per un periodo di tempo, è inevitabile farsi delle amicizie, o perlomeno, chiacchierare con qualcuno. Vacanza perfetta per rilassarsi e per dedicare del tempo a se stessi, ma anche per visitare nuovi e fantastici luoghi.

Centro benessere

Quale posto migliore per passare qualche giorno di totale relax? Sono ormai tantissime le terme, i centri benessere e le beauty farm presenti in tutta Italia – e non solo – al mare o in montagna. In questi posti si può trascorrere del tempo per pensare soprattutto al proprio benessere e anche per riflettere in totale solitudine, senza nessun disturbo.

Viaggio spirituale

Se ciò di cui si ha più bisogno è un periodo di riflessione non c’è scelta migliore del viaggio spirituale.
I pellegrinaggi sono l’occasione più adatta per poter meditare in particolare su se stessi. Ma sono anche i viaggi ideali per tutti coloro che desiderano non restare completamente soli: a partecipare sono migliaia di persone, di diverse età e culture.

L’ebbrezza del volo tra Dolomiti, Valtellina e Basilicata

credits photo: parcolucano.it

Volo dell’angelo, volo dell’aquila, volo in parapendio. Sono i nomi dei voli più famosi in voga nelle località turistiche italiane, dedicati ai più avventurosi, ma anche a chi vuole provare almeno nella vita l’ebbrezza del volo a decine di metri sospesi in aria.

Volo dell’angelo sulle Dolomiti Lucane e in Valtellina

Un’esperienza a 400 metri di altezza, scivolando su una fune.
È il volo dell’angelo, un’attrazione turistica delle Dolomiti Lucane, tra i due paesi di Castelmezzano e Pietrapertosa.
Il meccanismo è semplice quanto sicuro: un carrello a cui vengono appese una o due persone a pancia in giù scorre liberamente su una fune d’acciaio sospesa tra le vette di questi due paesi. L’ebbrezza del volo si potrà provare su due linee differenti il cui dislivello è rispettivamente di 118 e 130 m.
La prima, detta di San Martino che parte da Pietrapertosa (quota di partenza 1020 m) e arriva a Castelmezzano (quota di arrivo 859 m) dopo aver percorso 1415 m raggiungendo una velocità massima di 110 Km/h. La linea peschiere, permetterà invece di lanciarsi da Castelmezzano (quota di partenza 1019m) e arrivare a Pietrapertosa (quota di arrivo 888 m) toccando i 120 Km/h su una distanza di 1452m.

Seconda alle Dolomite Lucane è il volo dell’angelo nel cuore della Valtellina, più precisamente in un paesino di 365 abitanti nella Valle del Bitto. Il meccanismo resta lo stesso, ma ci si lancia da un’altezza di 900 metri, con una fune d’acciaio sospesa tra i due versanti opposti della Valle del Bitto, per un totale, tra andata e ritorno, di 2,5 km in 2,5 minuti.
Durante l’estate, i turisti più coraggiosi si sono lanciati addirittura in suggestivi voli notturni e curiose cene in quota. Dondolandosi leggeri sopra la vallata magica del paesino.

Volo dell’aquila a San Costantino Albanese (Parco del Pollino)

Il volo dell’aquila è un’attrazione di San Costantino Albanese, nel cuore del Parco del Pollino. Lungo 1.125 metri, consente a un minimo di quattro persone alla volta di provare la simulazione di un volo in deltaplano fino a raggiungere gli 80km/h.
Il volo dura 6-7 minuti e l’impianto consente di effettuare 6/7 voli all’ora. I turisti interessati si posizioneranno nella stazione di valle, sul veicolo a forma di aquila a quattro posti, corredato da maniglioni e poggia-piedi dopo essere stati opportunamente imbracati.

Volo in parapendio in Sicilia

La Sicilia offre l’ebbrezza del volo in parapendio sopra le più belle località dell’isola: Capo Calavà, San Vito lo Capo, Pollina, San Cipirello e Piana degli Albanesi.
Grazie all’esperienza dei piloti professionisti appartenenti alla Federazione Italiana Volo Libero è possibile provare il volo, attraverso il parapendio ‘in tandem’, che si svolge in assoluta sicurezza e non richiede ai passeggeri alcuna competenza tecnica, né dote atletica. Per effettuare un volo in parapendio non occorre lanciarsi da nessuna parte, ma basta sfruttare la superficie della vela che, grazie ad una piccola rincorsa da parte del pilota, si riempie d’aria e permette il graduale sollevamento da terra.
Il volo, che dura circa 20 minuti, è reso molto piacevole dalla presenza delle termiche ascensionali che permettono al velivolo di planare fino al dolce atterraggio.

La Puglia è la regione più felice d’Italia

La Puglia è la regione più felice d’Italia. A confermarlo è il blog Sentimeter del Corriere della Sera. Il tacco dello stivale che mantiene e sostiene il peso di tutta la nazione.

Clima mite, mare cristallino e ottima cucina alcune delle “motivazioni”: la Puglia regala ai suoi turisti – e a chi la Puglia la vive fin dal primo giorno di vita – tempo sempre caldo, luminoso e soleggiato; lascia spazio ad acquazzoni e temporali, con sporadiche nevicate, soprattutto nelle zone costiere e pianeggianti. Il mare è il più bello, il più pulito, limpido, chiaro: le spiagge pugliesi, tra sabbia bianca stile Maldive e ciottoli sparsi sulle zone più aspre. La cucina è un mix di sapori tradizionali e grande innovazione ai fornelli.

La ricerca si è basata sulla raccolta complessiva di circa 40 milioni di tweet giornalieri tra gli utenti di Twitter e ha incoronato la Puglia, insieme ad un’altra regione, l’Emilia Romagna, come la regione con gli abitanti più felici d’Italia.

National Geographic e Lonely Planet avevano già premiato la Puglia come una tra le mete turistiche mondiali preferite; fu infatti definita la più bella del mondo perché “è una terra dove è possibile vivere un’esperienza unica, non solo per il suo mare, i suoi borghi, la sua realtà rurale e moderna, i suoi castelli e le cattedrali, ma soprattutto per la sua autenticità e la sua enogastronomia”, avevano detto.

Puglia ed Emilia Romagna sono le regioni più felici nella classifica di IHappy con una percentuale del 66%.

Vieni a ballare in Puglia.

Il foliage è la magia dell’autunno: dove trovarlo

Il foliage è un fenomeno che lascia a bocca aperta. Tipico dei paesaggio autunnali, il termine foliage non ha una traduzione esatta in italiano, ma con esso si vuole intendere il fenomeno che riguarda il grande cambiamento stagionale sulle foglie degli alberi. Il mutamento naturale della colorazione delle foglie, che avviene appunto nei mesi autunnali, crea una tavolozza di colori che rende il paesaggio unico, romantico, evocativo e ricco di poesia.

Il foliage è un evento molto conosciuto soprattutto negli stati del Nord America, in particolare nella zona del New England, ma anche in Italia si sta sviluppando un tipo di turismo legato all’ immersione negli spazi boschivi o collinari che permettono di ammirare l’esplosione dei colori caldi della natura in autunno.

Dal sud al nord, le mete per passeggiare all’ interno di parchi, boschi, foreste che permettano di essere immersi nel verde mescolato al giallo, all’ arancio, al rosso, all’ ambra, sono diversi e distribuiti in ogni regione dello stivale.

In Valle d’Aosta, nel Parco nazionale del Gran Paradiso, vengono organizzate anche delle escursioni con trekking fotografico, per poter immortalare la bellezza delle fronde degli alberi in autunno.

Sui Colli Piacentini invece si possono ammirare le foglie dei vigneti tingersi di colori che vanno dal rosso al marrone, partecipando a pic nic autunnali.

Sulle montagne del Casentino, in Toscana, si può partecipare all’ evento dell’Autunno Slow organizzato all’ interno del Parco del Monte Penna, ammirando gli alberi intorno e i loro colori così pieni di sfumature.

Anche il Trentino offre splendidi paesaggi per poter ammirare il foliage nelle sue valli e lungo i pendii delle montagne ma non si può tralasciare il sud con i suoi parchi. Ad esempio, il Parco nazionale della Sila, in Calabria, offre passeggiate tra grandi faggi colorati di tinte autunnali ma anche la possibilità di ammirare i Giganti di Fallistro, alberi che raggiungono i sei metri di diametro.

In autunno, la natura chiama, anzi si rende ancora più bella dei mesi caldi, assumendo tonalità mozzafiato ed inaspettate che avvolgono il cuore e lo sguardo di chi respira quell’ aria più frizzantina del solito.