venerdì, 29 Maggio 2020

Turismo

Home Turismo Pagina 124
News sul turismo, viaggi, vacanze, luoghi da sogno, strutture. Turismo 2.0

Tutti pazzi per l’Oktoberfest (FOTO)

photo credits: universityequipe

Sabato 19 settembre si è dato inizio al festival dell’Oktoberfest di Monaco di Baviera.
Il Festival della birra più famoso al mondo dura 16 giorni e comprende le ultime due settimane del mese di settembre e la prima del mese di ottobre.
Tanti i turisti che parteciperanno ai festeggiamenti in questa settimana e nelle successive, noi di Blog di Lifestyle abbiamo selezionato per voi le informazioni da sapere prima di partire per Monaco di Baviera.

Occhio agli orari

photo credits: oktoberfest.it
photo credits: oktoberfest.it

Di fondamentale importanza è la puntualità. Per vivere in maniera completa questo festival, infatti, è bene presentarsi nei pressi dei capannoni intorno alle 8 del mattino. Solo in questo modo potete evitare file, capannoni già affollati e tempo perso inutilmente.
I capannoni aprono alle 9 e chiudono alle 23, ma già dalle 22.30 non servono più birra.

Alloggiate nei posti giusti

photocredits: Oktoberfest
photocredits: Oktoberfest

Se trovate un alloggio al centro, non lasciatevelo scappare. I capannoni, infatti, distano solo 15 minuti a piedi da esso. In ogni caso scegliete un’alloggio comodo e dove potete spostarvi a piedi o in taxi in maniera rapida.

Si mangia

photo credits: nightlife cityguide
photo credits: nightlife cityguide

Ricordate che in ogni capannone si mangia e si beve solo se vi siete accomodati in un tavolo. Una cameriera si occuperà di prendere le vostre ordinazioni e di provvedere al servizio. Attenzione però, potete occupare un tavolo per non più di tre ore.

Mance e rincari

photo credits: universityequipe
photo credits: universityequipe

Nel momento in cui pagate le cameriere ricordate che accettano le mance e probabilmente non torneranno indietro per consegnarvi pochi euro di resto.
Una novità dell’ Oktoberfest 2015, riguarda il prezzo dei boccali che è aumentato di circa 40 centesimi.
Dieci euro e venti contro i nove euro e novanta centesimi dello scorso anno.

Tenendo conto di questi piccoli consigli non vi resta che divertirvi. Prosit.

I 10 mercatini di Natale più belli d’Europa (FOTO)

Credit photo: www.mercatinidinatale.com

Piazze illuminate, canzoni natalizie e casette di legno, dolci e prodotti tipici, eventi di ogni genere: sono questi i riti che caratterizzano il periodo dell’Avvento ed accompagnano le città fino all’arrivo del Natale. Un’atmosfera magica circonda moltissime località che, ogni anno, si preparano ad accogliere cittadini e turisti per i tradizionali mercatini di Natale. Ecco quelli più belli in giro per l’Europa.

Bolzano

Il mercatino più famoso di Bolzano, ma anche il più antico e tradizionale tra i vari mercatini d’Italia, è quello che si tiene in Piazza Walther, dove vengono esposti prodotti e cibi locali, capaci di attirare turisti da tutto il mondo. Inoltre Bolzano detiene il record di città con il più grande calendario dell’Avvento esistente: infatti, ogni anno, un palazzo di Piazza Parrocchia viene decorato a modi calendario e, tutte le sere, quando esso è illuminato, viene aperta la finestrina del giorno.

Credit photo: www.ioamoiviaggi.it
Credit photo: www.ioamoiviaggi.it

Praga

I vanocni trhy – sono chiamati così i mercatini di Natale a Praga – sono bene 6, ma i più famosi sono quelli in Piazza della Città Vecchia e nella parte bassa di Piazza San Venceslao. I prodotti esposti sono di tutti i tipi: oltre ai decori natalizi, all’oreficeria ed ai giocattoli, vengono venduti anche i cristalli boemi. Particolarissimo è il mercatino di Vystaviste Holesovice, dove c’è un’enorme casa fatta di panpepato che alla chiusura della festa viene mangiata da tutti i visitatori più golosi.

Credit photo: www.viaggi-lowcost.info
Credit photo: www.viaggi-lowcost.info

Norimberga

In piazza Hauptmarkt si tiene il mercatino principale della città, nel quale sono venduti oggetti di tutti i tipi, dai più caratteristici ai più strani. Non manca però lo spazio dedicato anche al cibo, specialmente quello locale. Ogni anno, durante l’inaugurazione del mercato, avviene il “prologo solenne“, pronunciato da Miss Gesù Bambino, scelta dopo delle selezioni: resta in carica tre anni e deve partecipare a numerosi impegni pubblici della città di Norimberga.

Credit photo: www.zingarate.com
Credit photo: www.zingarate.com

Napoli

A Napoli è sempre Natale. Il capoluogo campano ospita tutto l’anno botteghe artigiane, specializzate nella realizzazione di presepi e personaggi tradizionale di essi, ama anche statuette che raffigurano contemporanei e vip. Nel periodo natalizio però la città ha quel qualcosa in più che la rende invidiabile: basti pensare che nelle vie più famose del centro vengono organizzati mercatini di ogni genere e presenti viventi da lasciare senza parole.

Credit photo: napoli-bedandbreakfast.it
Credit photo: napoli-bedandbreakfast.it

Zurigo

Nell’area medievale della città, vicino al municipio, si trova i mercatino più antico di Zurigo, mentre la Stazione Centrale viene addobbata per formare il mercatino al coperto più grande di tutta Europa. All’interno di quest’ultima di trova un albero di Natale molto bello, alto 25 metri ed illuminato da 5000 figurine Swarovski. Nei mercatini di Zurigo si vendono prodotti di ogni genere, ma uno spazio particolare è riservato ai prodotti gastronomici.

Credit photo: ilportaledelturista.blogspot.com
Credit photo: ilportaledelturista.blogspot.com

Verona

La città di Romeo e Giulietta nel periodo natalizio assume un’aspetto ancora più magico. Luci, suoni e colori, in tutte le vie del contro storico creano un effetto “Champs Elysees”; proseguendo per le strade della città si arriva nella splendida Piazza Bra, con lo sfondo dell’arena romana e dell’imponente stella di Natale. Fino al 28 dicembre nella Piazza dei Signori, di Verona, c’è il tradizionale mercatino di Natale di Norimberga, con le caratteristiche casette in legno del “Christkindlmarkt” con prodotti tipici tradizionali, artigianali e dolci.
Verona 2

Courmayeur

Alle pendici del Monte Bianco, il nome Courmayeur ha fatto il giro del mondo sopratutto grazie alla bellezza e alla varietà delle sue piste da sci. Ma non solo. Courmayeur diventa una città ancora più leggendaria nel periodo natalizio, e Rhémy de Noël, il Babbo Natale del Monte Bianco, diventa per i bambini il protagonista del Natale. Per i più grandi bancarelle e mercatini caratteristici, addobbati ad hoc tra le neve della città.
525d1ef829d41b6810e451fe

Vienna

La capitale austriaca si tinge di magico per la manifestazione dei mercatini di Natale. Ammirato da turisti e cittadini è l’enorme albero, divenuto ormai una tradizione, nella Piazza del Municipio. In questa piazza, unica nel suo genere per il fascino che suscita la cornice del Burgtheater City Hall c’è il profumo del punch, del pan di zenzero tradizionale, delle mandorle tostate e del miele. Ideale per bambini, famiglie, coppie e amici.
Vienna 2

Lapponia

Nella Terra di Babbo Natale di respira la vera e autentica aria natalizia grazie al meraviglioso paesaggio decorato dall’aurora boreale. Rovaniemi, capoluogo della Lapponia (Finlandia) è una città fatta di neve e, secondo la tradizione è il luogo in cui viveva Babbo Natale, in una casa nascosta nella fiabesca atmosfera dei boschi innevati. La dimora di Babbo Natale è una casetta accogliente, dove è possibile fare la conoscenza anche degli elfi, che si occupano di costruire i regali.
Rovaniemi

Strasburgo

Per i Francesi, Strasburgo è la città del Natale, perchè è qui che si svolge il mercatino più antico: il Christkindelsmärik, il mercato “di Gesù Bambino”. Il cuore della festa è Place de la Cathédrale, ma poi si sviluppa in tutta la zona del centro storico, e chi passa da qui non può non assaggiare i bredle (biscotti al burro), e tornare a casa senza un ninnolo natalizio di tipico artigianato alsaziano. Splendide illuminazioni, decorazioni vecchio stile con angeli, Babbi Natale, fiocchi e pupazzi di neve per delle feste indimenticabili.

Credit photo: www.zingarate.com
Credit photo: www.zingarate.com

[a cura di Camilla Dalloco e Miriam Tagini]

Il mondo si tinge del tricolore francese (FOTO)

Credits photo: www.tpi.it

Non ci sono parole per descrivere gli eventi che ieri hanno coinvolto la Francia, causando oltre 120 morti e 200 feriti. Dopo gli attentanti dello scorso gennaio, Parigi ed il mondo intero tornano a tremare, di paura, di rabbia e di tristezza perché cose del genere sono un attacco a tutta l’umanità.

Per far capire che siamo tutti vicini alla Francia, alcuni importanti monumenti in giro per il mondo si sono illuminati con i colori della bandiera francese. Blu, bianco e rosso regnano sovrani su numerose città, in segno di solidarietà ai parigini.

Il municipio di San Francisco, lo stadio Wembley a Londra, il Nation Anthem a Washington, il One World Trade Center di New York, il Convention Center a Dublino, Dallas e Città del Messico, ma anche il Cristo Redentore a Rio de Janeiro e il Cn Tower a Toronto: il tricolore francese fa il giro del mondo.

Le applicazioni più utili per viaggiare in Italia

Credit photo: www.chefuturo.it

Quando si viaggia, ormai, non c’è più bisogno di riempire borse e zaini con mappe, cartine e guide turistiche: per conoscere un posto basta avere con sé il proprio smartphone – con internet incluso, ovviamente. Esistono, infatti, delle ottime applicazioni, sia gratis che a pagamento, che vi aiuteranno al meglio in caso di necessità durante la vostra vacanza.

Ecco un elenco di applicazioni molto utili in ambito di viaggi e di turismo italiano.

iNeed fuel

Applicazione perfetta per chi viaggia in macchina. Grazie a iNeed fuel – e al GPS – potete scoprire qual è la stazione di servizio più vicina a voi – con l’indicazione dei chilometri – e anche più economica.

Gambero Rosso

L’Italia è il paese migliore quando si tratta di cibo. L’app di Gambero Rosso, con più di 2000 locali nelle varie categorie, vi saprà far scegliere il posto più adatto alle vostre esigenze.

Sixt Rent a Car

Per trovare macchine a noleggio questa è una delle applicazioni migliori. È presente in 3500 località in 90 stati diversi.

TripAdvisor

Una delle applicazioni più conosciute quando si parla di viaggi e vacanze. TripAdvisor è utilissima per cercare hotel e ristoranti, leggendo anche le recensioni dei precedenti ospiti: così siete sicuri di non sbagliare.

Google Goggles

Se siete curiosi riguardo ad un quadro, un monumento, un’immagine famosa, basta puntare il vostro smartphone su di esso e Google Goggles vi darà tutte le informazioni che cercate.

ProntoTreno

L’applicazione di Trenitalia permette di accedere al suo database con tutti gli orari dei treni. Si può controllare la puntualità, cambiare le prenotazioni e chiedere un rimborso.

Sygic

Per viaggiare ed informarci sugli itinerari che vogliamo visitare questa è l’app perfetta. L’importante è scaricare le mappe delle regioni che vogliamo visitare così da poter usare l’app anche senza connessione 3G.

Turisti per caso

Quest’applicazione è una sorta di guida che permette di restare in contatto con vari turisti, leggendo le loro esperienze, e conoscere la storia dei posti che state visitando.

Foursquare

Foursquare funziona un po’ come i social network: si racconta la propria esperienza di viaggio in tempo reale, corredata di foto e di tutto ciò che può documentare al meglio la vostra vacanza.

TripIt

Applicazione che serve per chi deve programmare viaggi d’affari e controllare impegni e appunti. Nell’app sono presenti anche delle mappe e delle funzioni speciali per chi viaggia in aereo.