Turismo

Home Turismo
News sul turismo, viaggi, vacanze, luoghi da sogno, strutture. Turismo 2.0

Posti di Londra dove pare di essere in Star Wars (FOTO)

Parte ufficialmente il countdown: mancano davvero poche settimane all’uscita nelle sale italiane dell’ultimo atteso episodio di ‪Star Wars ‬- Il Risveglio della Forza. Una saga che appassiona tutti, dai più fidelizzati, informatissimi su tutte le curiosità al riguardo, passando per i fashionisti, fino ad arrivare agli esperti di musica e di motori, senza tralasciare gli effetti che la pellicola ha avuto persino in fatto di marketing.

Star Wars, insomma, è un fenomeno non passa inosservato e pervade ogni aspetto della realtà. Persino la città di Londra, con cui il film sembrerebbe non avere alcun legame, ne è stata investita. E, nonostante le riprese di tutte e tre le puntate di Star Wars siano state realizzate a venti minuti di treno dalla capitale inglese, agli Elstree Studios, molti sono i posti londinesi che rievocano particolari della famosa saga. Basta soltanto usare un po’ di creatività e di immaginazione.

Nel grosso edificio chiamato ‘Stalinist ski slope’ nei pressi dell’Olympic Park, per esempio, si può riscontrare una somiglianza sbalorditiva con i sandcrawler dei Jawa. E per tutti coloro che sentono che ‘la Forza è con loro’, basterà farsi un giro in barca sull’estuario del Tamigi per rendersi conto che la serie di fortini risalenti alla Seconda Guerra Mondiale danno un’impressionante familiarità: sembra di essere sulla Luna boscosa di Endor. Che dire, poi, dei grattacieli post moderni che assomigliano a alla R2D2 Tower? O delle logge per gli spettatori del Royal Festival Hall, che sono la riproduzione spiccicata della Grande Camera delle Convocazioni del Senato di Coruscant? Si potrebbe persino cominciare a dubitare di trovarsi effettivamente in questa galassia.

Le spiagge più strane e colorate del mondo (FOTO)

travel.fanpage.it

Le vacanze, ormai, sono arrivate a capolinea. Niente più sole e relax. E – soprattutto – niente più mare, almeno fino alla prossima estate.

Noi della Redazione di Blog di Lifestyle, però, siamo un pò nostalgiche e abbiamo deciso di fare un viaggio virtuale per andare a scoprire alcune tra le spiagge più particolari e colorate del mondo. Spiagge in cui la natura si mostra in tutta la sua bellezza, spesso anche inaspettata e sconosciuta. Spiagge dai colori e dalle sfumature molto strane, tutti dovuti a cause naturali.

Verde

La spiaggia di Papakolea, chiamata “Green Sand Beach”, è conosciuta per il suo caratteristico colore verde.
Tale colore è dovuto all’olivina, un minerale di origine vulcanica ricco di ferro e di magnesio, che si è depositato su questo paradiso terrestre – situato nell’isola maggiore dell’arcipelago delle Hawaii – dopo un’eruzione.

Rosa

Le più famose spiagge rosa del mondo sono due: una si trova ad Harbour Island, nell’arcipelago delle Baahamas, l’altra è nell’isola di Budelli, nell’arcipelago della Maddalena.
Il colore deriva dal guscio mineralizzato dei foraminiferi, organismi marini unicellulari con una corazza rossastra che si dissolve nella sabbia, trasformandone il colore da bianco a rosa.

Nero

Il colore nero della sabbia è dovuto alla sua composizione di basalto, roccia ignea che nasce da bocche vulcaniche sottomarine e si solidifica quando entra a contatto con l’acqua ghiacciata.
Ecco la spiaggia di Punalu’u Beach, alle Hawaii, e la spiaggia dell’isola di Stromboli.

Bianco

La spiaggia più bianca del mondo, che proprio per questo è entrata nel Guiness World Record, è quella di Hyams in Australia.
Il litorale è bianco perchè formato da piccole particelle di quarzo: i turisti devono indossare occhiali da sole per proteggersi dai raggi del sole che il candore della spiaggia riflette fortemente.

Rosso

Un colore forte, acceso e deciso, dovuto alle lastre di roccia sedimentarie che circondano la spiaggia.
Le spiagge rosse più conosciute sono quelle nell’isola di Santorini e la spiaggia di Prince Edward Island in Canada. Ma la più caratteristica è una spiaggia sull’isola di Maui, nella Hawaii: proprio per la sua atmosfera spaventosa è stata paragonata all’inferno dantesco.

Dorato

La spiaggia dorata si trova sull’isola di Gozo, nell’arcipelago maltese. I colori vanno dall’oro all’ambra, passando per l’arancione.
Questi colori hanno origine grazie ai sedimenti calcarei e ai depositi vulcanici da cui la spiaggia è formata.

Arcobaleno

Nella spiaggia di Pfiffer, in California, si possono ammirare tutti i colori dell’arcobaleno: i minerali da cui il litorale è circondato gli hanno conferito queste sfumature di colori.

Evanescente

Esistono anche le spiagge evanescenti: la sabbia appare e scompare in base alle diverse correnti.
Queste spiagge si trovano in Thailandia, in particolare nell’isola di Ko Taleng Beng.

I 5 paesaggi più incredibili da vedere (FOTO)

Credits photo: thousandwonders.net

In giro per il mondo, c’è una varietà immensa di paesaggi che sembrano quasi surreali. In realtà questi derivano da un insieme di fenomeni atmosferici o da caratteristiche peculiari del territorio. Ecco i 5 più belli.

Zhangye Danxia, China

Credits photo: huffingtonpost.com
Credits photo: huffingtonpost.com

Le montagne del Zhangye Danxia riflettono i colori di un arcobaleno che si estende dalla pianura sino alla vetta. Questo effetto surreale è dato dal colore rosso delle rocce e dai minerali che si sono depositati lungo un arco di tempo di 20 milioni di anni.

Mendenhall Ice Caves, Alaska

Credits photo: panoramio.com
Credits photo: panoramio.com

All’interno del ghiacciaio Mendenhall di Juneau in Alaska si trovano delle cave di ghiaccio. Per arrivarci occorre affrontare il viaggio in kayak e arrampicarsi sui ghiacciai.

Banos, Ecuador

Credits photo: banios.com
Credits photo: banios.com

Uno dei paesaggi più spettacolari dell’Ecuador è la casa dell’Arbol. Si tratta a tutti gli effetti di una staazione di monitoraggio per il vulcano Mt. Tungurahua. La struttura attaccata ad uno dei rami appare però come un’altalena. Questo luogo vi riporterà indietro nel tempo sino alla vostra infanzia.

Isole Vaadhoo, Maldive

Credits photo: meteoweb.eu
Credits photo: meteoweb.eu

Sembra un mare di stelle, in realtà non lo è. La scia luminosa su una delle spiagge delle isole Vaadhoo è la conseguenza del fitoplancton luminoso nelle acque che lo genera. Vi sentirete come se passeggiasye sulle stelle.

Hitachinaka Ibaraki, Giappone

Credits photo: thousandwonders.net
Credits photo: thousandwonders.net

Hitachi Seaside Park è una distesa di colline fiorite. Il nome delle piante è kochia. Queste diventano rosse durante l’autunno.

Luoghi abbandonati che riprendono vita in questi scatti (FOTO)

Luoghi abbandonati che riprendono vita in una foto
dailybest.it

I luoghi abbandonati hanno un che di magico, di surreale. Tu sei consapevole del fatto che da lì sono passate centinaia di persone, e quasi ne senti i passi e le voci ma la Natura si è rimpossessata di tutto.
Matthias Haker è un fotografo tedesco, classe ’84, che ha uno speciale interesse artistico nei confronti delle varie sfumature architettoniche dei tanti edifici abbandonati che incontra. Prima solo in Germania e ora in tutto il mondo fotografa alberghi, ospedali,chiese e più in generale luoghi ormai in disuso per ritrarne il lento declino.

Attraverso le sue immagini vivide Haker restituisce il senso della dignità a ciascuna delle vecchie strutture. Al primo sguardo le sue fotografie quasi appaiono come dipinti per mettere in evidenza la bellezza che risiede comunque in quei luoghi abbandonati dall’uomo.

Le immagini sono state raccolte dalla serie “Impermanence”; un titolo che fa riferimento alla natura transitoria delle cose, evidenziata da fotografie che mostrano la Natura che lentamente recupera il dominio sugli edifici abbandonati .

Risulta impossibile risalire al luogo esatto in cui è stata scattata la foto in quanto l’artista evita di rivelarlo per mantenere i curiosi lontani e preservarne la bellezza decadente.