Cipolla rossa

Cipolla rossa, conosciuta anche come “di Tropea”, è una pianta erbacea bulbosa biennale che appartiene alla famiglia delle Liliaceae.

Più dolce e meno forte di quella bianca, ha molte benefiche proprietà. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere su questo bulbo.

Cipolla rossa: composizione e proprietà nutrizionali

Vediamo di quali valori è nutrienti si compongono le cipolle di Tropea:

  • 90 % di acqua
  • 1 % di proteine
  • 1,8 % di fibre
  • 4,2 % di zuccheri
  • 0,4 % di ceneri
  • minerali (potassio, fosforo, sodio, calcio, ferro, magnesio, cromo, iodio, zolfo, fluoro, rame, zinco, selenio e manganese).
  • Vitamine (vitamine B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, K e J, beta-carotene, luteina e zeaxantina). Sono inoltre presenti allicina e quercetina

Cipolla rossa: proprietà e benefici

Ecco i benefici che si traggono dal consumo della cipolle rosse:

  • antitumorale, secondo alcune ricerche previene la formazione di cellule cancerose o ne inibisce la proliferazione grazie alla quercetina
  • antiossidanti, poiché gli antociani aiutano a contrastare i danni dei radicali liberi
  • abbassano la pressione sanguigna pertanto sono fortemente suggerite agli ipertesi, prevengono dunque malattie renali, cardiache ed ictus
  • riducono la concentrazione del colesterolo cattivo nel sangue, pertanto proteggono il cuore ed il sistema cardiovascolare da danni come l’ictus, l’infarto e l’arteriosclerosi
  • depurano e disintossicano l’organismo, stimolano la diuresi ed aiutano a liberarsi da tossine e metalli pesanti
  • favoriscono la digestione e mantengono regolare l’attività intestinale
  • stimolano il sistema immunitario

Cipolla rossa: controindicazioni

Ovviamente non bisogna eccedere pena bruciore di stomaco, nausea e formazione di gas.

Inoltre dovrebbe essere evitata da chi soffre di diverticoli, gastrite e colon irritabile.

Cipolla rossa: rimedi naturali

Rimedi naturali con la cipolla di Tropea:

  • strofinarne un pezzetto sulle punture d’insetti per alleviare il fastidio
  • tagliarla a fette e porla in un vaso coperta di miele. Dopo 24 ore si filtra il succo e se assumono due cucchiaini al giorno contro la tosse
  • se ne fa bollire almeno un quarto per ottenere una tisana depurativa e diuretica

Cosa ne pensate?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here