Credits photo: www.bacchedigioia.it

Che sia per nervosismo, per noia, per abitudine o perché si è in cerca di un alimento che fornisca energia, la voglia improvvisa di dolce è la più diffusa e temuta soprattutto se si sta seguendo una dieta dimagrante.

Lo zucchero è sicuramente un alimento che fornisce energia ma, allo stesso tempo, va ricordato che non fornisce nessuna sostanza nutritiva rappresentando quindi delle calorie che vengono definite vuote, ovvero prive di nutrienti.

Sono tanti ormai gli studi che evidenziano come lo zucchero, specialmente quello bianco raffinato, crei una vera e propria dipendenza fisica, in quanto questa sostanza è in grado di agire direttamente a livello cerebrale stimolandone l’assunzione e provocando una sensazione di fame continua.

L’assunzione di zuccheri semplici attraverso l’alimentazione, innalza rapidamente i livelli di glucosio nel sangue (glicemia), che in condizioni fisiologiche è fondamentale per fornire energia a tutto l’organismo, ma laddove presente in quantità eccessive può innescare meccanismi pericolosi per il nostro benessere.

Il nostro organismo, infatti, per evitare che gli zuccheri nel sangue raggiungano livelli di tossicità pericolosi, innesca la produzione di insulina, un ormone prodotto a livello del pancreas, in grado di trasformare gli zuccheri, sottratti dal sangue, in glicogeno. Il glicogeno verrà poi immagazzinato nel fegato come fonte energetica.

L’introduzione attraverso la dieta di zuccheri semplici, detti anche ad alto indice glicemico, determina quindi un’immediata produzione a livello del pancreas di insulina, per poter abbassare velocemente i livelli di zucchero, ma il cui risultato finale sarà nuovamente la comparsa del senso di fame, innescando quindi un vero e proprio circolo vizioso in cui il soggetto sarà portato nuovamente ad assumere altro cibo, principalmente ricco in zuccheri, per riequilibrare i livelli glicemici.

Inoltre una dieta ricca in zuccheri rappresenta una delle cause principali di sovrappeso, obesità, diabete e patologie cardiovascolari.

Allora ecco qualche semplice consiglio per imparare a contrastare la voglia di dolce.

Come regolare il consumo di zucchero

Gli zuccheri non vanno completamente esclusi dalla dieta giornaliera, piuttosto è importante imparare a non eccederne scegliendo quelli giusti.

Quando avvertite la voglia di consumare qualcosa di dolce può essere utile soddisfarla scegliendo alimenti più sani e non troppo calorici.
Ad esempio potrebbe essere utile consumare uno spuntino a base di mandorle, naturalmente dolci ma ricche di nutrienti preziosi con un elevato potere saziante.

Allo stesso modo un ottimo rimedio è quello di utilizzare le spezie, come ad esempio la cannella, per arricchire di dolcezza yogurt magri, frullati e macedonie di frutta senza troppe calorie.

Se preparate dei dolci a casa, provate a ridurre il quantitativo di zucchero utilizzato sostituendolo con frutta e verdura, come mele, arance, pere, carote, patate, barbabietole, frutta secca macinata, in grado di conferire in modo del tutto naturale la dolcezza giusta alle vostre preparazioni, permettendovi però di ridurre la quantità di zucchero utilizzato.

Un altro prezioso consiglio è quello di non fare mai la spesa quando siete affamati in quanto i bassi livelli di zucchero nel sangue dovuti allo stato di digiuno vi porteranno ad acquistare principalmente alimenti dolci.

Inoltre introdurre nella dieta quotidiana cereali integrali, quali riso, pasta, orzo, farro, aiuta a mantenere costante il livello di glucosio nel sangue.

Introdurre gli spuntini nella dieta quotidiana

Introdurre degli spuntini intelligenti tra i pasti principali rappresenta un’ottima abitudine alimentare in quanto permette di mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue.
Infatti se non si mangia con regolarità, i livelli di zuccheri nel sangue tendono a scendere più facilmente, accendendo la voglia improvvisa di mangiare snack dolci o cibi zuccherati.

Sì quindi agli spuntini, ad esempio a base di frutta secca che, grazie alla presenza di triptofano, aiutano a contrastare il basso livello di serotonina, responsabile della voglia impellente di zuccheri.
Bene anche spuntini a base di frutta fresca che, grazie alla loro naturale dolcezza conferita dagli zuccheri contenuti, aiutano a compensare il desiderio di alimenti dolci.

Allo stesso modo anche le tisane possono rappresentare un ottimo rimedio per contrastare la voglia di dolce.
In commercio sono ormai disponibili tantissimi gusti, alla vaniglia, alla cannella, alla lavanda, ai frutti di bosco, tutti prodotti estremamente profumati in grado di appagare la voglia improvvisa di dolce.
Inoltre dolcificarle con del miele può aiutare ulteriormente ad assecondare questa voglia.

Imparare a gestire lo stress

Tensione, stress, nervosismo, rappresentano delle cause scatenanti che possono portare ad un consumo eccessivo di alimenti zuccherini.
Difendetevi dallo stress provando a consumare altri alimenti come frutta secca, banane o piccole quantità di un ottimo cioccolato fondente.

E se proprio non riuscite a resistere alla tentazione di concedervi un dolcetto una volta ogni tanto, cercate di compensare con una buona attività fisica, costante e regolare che vi aiuterà a smaltire gli zuccheri in eccesso.

Una buona alimentazione è amica della salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here