Coniglio alla cacciatora: la nostra ricetta.

Se amate i piatti di carne non potete non provare questa ricetta che probabilmente è abbastanza diversa dalle tradizionali ricette di coniglio alla cacciatora che trovate in rete e nei ricettari.

Piccola annotazione: il coniglio è una carne poco grassa, tenera e deliziosa se cucinata bene, non ha granchè importanza se è allevato naturalmente o se è acquistato in macelleria per quanto riguarda la cottura, appena la carne diventa bianca va tolto dal fuoco o correte il rischio di ottenere una carne dura e legnosa.

Si tratta di un piatto molto robusto e saziante che è bene accompagnare con delle fette di pane fresco e del buon vino (un bel dolce alla frutta per chiudere in bellezza).

Coniglio alla cacciatora: ingredienti

Dunque vediamo gli ingredienti:

  • coniglio in pezzi
  • carote
  • pomodori
  • aglio
  • cipolla
  • vino bianco (o aceto)
  • olive
  • pancetta a strisce
  • aromi e sale
  • olio d’oliva
  • dado
  • capperi

Coniglio alla cacciatora: procedimento

Procedete così: lavate bene i pezzi del coniglio (il fegato è buono non lo buttate), eliminate il grasso in eccesso ma non del tutto e fate scaldare un tegame dal fondo largo, nel mentre ungete i pezzi di coniglio con un emulsione d’olio d’oliva e sale.

Quindi adagiate i pezzi nel tegame e fate rosolare fino alla doratura su tutti i lati.

Ora cospargete con mezzo bicchiere di vino bianco oppure aceto e lasciate che si riduca. Nel mentre mondate le verdure tagliatele ed unite il tutto al coniglio. Versate un bicchiere d’acqua, quindi unite il dado la pancetta tagliata grossolanamente e le olive.

In ultimo gettate una manciata di capperi e gli aromi che preferite (maggiorana, timo, erba cipollina, rosmarino, origano, sale ed un pizzico di pepe).

Dunque coprite e fate cuocere a fuoco lento per almeno tre quarti d’ora verificate che la carne sia bianca ed a questo punto non vi resta che servire. Sentirete che profumo e che gusto!

4 COMMENTI

Comments are closed.