www.datamediahub.it

Avete mai sentito parlare di Snapchat? Se non avete mai utilizzato il social con l’icona del fantasmino vuol dire che siete rimasti un tantino indietro in fatto di tendenze social. Io, ad esempio, mi ci sono iscritta subito ma non ho mai utilizzato il mio contatto. Troppo pigra per gestire contemporaneamente Facebook, Instagram, Twitter, Google Plus e pure Snapchat.
Eppure pare che le star ne siano davvero dipendenti, così come i comuni mortali che lo usano per spiare le loro vite glam attraverso il web.

Ma veniamo al punto: come funziona tecnicamente Snapchat? Partiamo con il dire che si tratta di un sistema di messaggistica istantanea (sia pubblica che privata) nonché di una rete sociale attraverso cui la gente comunica mediante immagini e video.
A differenza degli altri social tutto quello che direte, scriverete e mostrerete verrà cancellato in pochissimo tempo.
Alcuni contenuti vengono rimossi dopo sole 24 ore mentre altri vengono eliminati solo pochi istanti dopo la loro pubblicazione.
Attualmente viene usato dalle celebrità per filmare momenti privati della propria vita e generare la curiosità dei fans, che sono letteralmente impazziti per i loro Snap. Immaginate Snapchat negli anni ’60: quanto sarebbe stato figo spiare Jhon Lennon e Marlon Brando?

Per iscriversi basta meno di un minuto, dopo di che bisogna ‘autorizzare’ la fotocamera per la registrazione e la pubblicazione dei vostri contenuti. Una volta fatto ciò non vi resta che creare la vostra rete personale aggiungendo amici, conoscenti e le celebrità che adorate. Se schiacciate il tasto centrale una sola volta scatterete una foto, se lo tenete premuto invece verrà fuori un video (che non potrà durate più di 10 secondi). Se non vi va di inquadrare il vostro volto ma ciò che avete di fronte a voi, dovete cliccare il tasto in alto a destra.
Snap, in italiano, significa letteralmente ‘schiocco’; a differenza di tutti gli altri social network esso è stato progettato per persone che amano farsi vedere, che sono autoironiche e un po’ fuori di testa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here