Siamo perennemente collegati attraverso i social, sempre connessi sul web, costantemente in contatto con svariati utenti. Non sappiamo più fare a meno della tecnologia mobile, che ha cambiato le nostre vite, le ha rese più facili, così come ha reso più immediate le operazioni che mettiamo in atto ogni giorno. Solo una cosa la tecnologia ha reso più difficile: l’amore.

Un’indagine condotta dall’istituto tedesco Forsa, ha confermato come il 43% degli italiani sia dipendente dal proprio smartphone, tanto da dedicargli più attenzione che al partner. E sì, già lo vedo lo sguardo moralista di voi che leggete. Le sopracciglia in su e l’espressione disgustata. Ma pensateci, quante volte mentre il partner ci sta parlando veniamo distratti da una notifica su Facebook, da un messaggio su whatsapp, da una mail in arrivo?

Lo sapevo, quello sguardo moralista è già sparito. Perché i numeri sono solo freddi indici di come i nostri rapporti e la nostra capacità relazionale stia risentendo della tecnologia. Un mezzo che si trasforma nell’elemento di disturbo, nel terzo incomodo che non ha più una folta chioma e gambe lunghissime, ma uno schermo e dei tasti. Così ci ritroviamo ad essere connessi con il mondo, ma non più con chi ci sta di fronte e ci guarda dritto negli occhi.

Delle 3.272 persone intervistate in Germania, Austria, Gran Bretagna, Francia, Italia e Spagna emerge che l’83% (per l’Italia il valore sale all’85%) desidera una maggiore e più sincera attenzione dagli altri. Allo stesso tempo c’è una chiara maggioranza (il 70%) che riconosce anche una propria responsabilità, dichiarando di poter dimostrare più attenzione al prossimo. Il 38% di loro, confida di tenere spesso il telefono cellulare sul tavolo quando è seduto con altre persone. Ma il 92% pensa che guardarsi negli occhi durante un colloquio sia importante. E all’84% dà fastidio se l’altra persona guarda lo schermo dello smartphone durante la conversazione.

Insomma, i numeri parlano chiaro, così come chiaro dovrebbero parlare le persone tra di loro. Ché il metro di una relazione, l’ingrediente segreto nella vita di coppia è proprio quello, l’attenzione. Facciamo a meno dello schermo, quando possiamo. Diamo meno baci su whatsapp e più baci dal vivo alla nostra metà. Quelli veri sono più belli.

91 COMMENTI

  1. what was viagra originally designed for
    canadian pharmacy viagra viaonlinebuy.us buy viagra online cheapest
    how many hours is viagra effective

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here