La Milano Fashion Week 2014 è agli sgoccioli, ma il penultimo giorno è un tripudio di colore, stampe, originalità e sensualità sulle passerelle milanesi.

Pitone e motivi grafici, l’eleganza per Ferragamo, sensuale e barocca, la donna per Dolce & Gabbana, colorata e artistica, per Laura Biagiotti, sexy e rock per John Richmond. Questo e molto altro sulle passerelle della quinta giornata della Milano Fashion Week 2014.

Dolce & Gabbana

Per Dolce & Gabbana, in passerella sfila una collezione ad alto tasso erotico, con corsetti neri e abiti scollati, veri capi must. Dolce & Gabbana si ispirano alla cultura e al simbolismo spagnolo nella primavera estate 2015 alla Milano Fashion Week, anche se l’ispirazione all’amata Sicilia è sempre vivo. La passerella è un’esplosione di rosso, nero e gold, con abiti creati per sedurre. La cultura etnico-folk spagnola viene rivisitata in chiave sexy, con lo stile torero e delle madonne di Siviglia.

Corsetti, tubini tempestati di cuori sacri, giacchini da torero e culotte ricamati, mantelle con frange, da portare con sandali dal tacco che incorpora un tabernacolo, sono le particolarità della collezione, in cui dominano incontrastati il rosso e il nero, il pizzo, i merletti e le applicazioni gioiello gold, tutto perfettamente in stile barocco.

La donna di Dolce & Gabbana sa come far girare la testa ai maschi con fiori rossi tra i capelli e corone. Sacro e profano si intrecciano in un simbolismo molto marcato, in una scenografia dal forte impatto.

Salvatore Ferragamo

Dal mitico sandalo arcobaleno “Rainbow”, che Salvatore Ferragamo disegnò nel 1938 per Judy Garland, che parte la decisa e colorata collezione di Ferragamo. La donna Ferragamo veste abiti in maglia con gonne ampie, portati con giubbini trapuntati, come la famosa suola Rainbow.

Spolverini in pitone o mise total black, interrotte da tasche in pelle. Molti gli abiti sfrangiati e con dettagli animalier pitonati e corpetti intrecciati di pelle di serpente. “Elegante e gioiosa, fatta di pezzi unici“, queste le parole di Massimiliano Giornetti, designer del brand.

Marni

Abiti graziosi per Marni, che mette in scena i fiori. Consuelo Castiglioni sceglie per la sua collezione giacche da gusto orientale, con cinture stile karate, dai colori inizialmente della tela grezza, ma che poi si caricano di verde, argento, giallo, rosso, per dare vita a stampe floreali. La donna di Mari è intellettuale e concettuale, anche negli accessori. Le scarpe si presentano con tacchi grossi e ortopedici.

Laura Biagiotti

Un omaggio al futurismo per la stilista romana. Tutti gli abiti sono speciali e ricordano esperienze, emozioni, sorrisi e malinconie, proprio come un’opera d’arte. Lavinia Biagiotti spiega la collezione, ispirata alle opere di Giacomo Balla, uno dei più importanti artisti di questa corrente: “Sarà una collezione “da collezione”: oltre a contaminazioni con l’arte, la geometria ricoprirà un ruolo fondamentale“. Le stampe geometriche allegre sono le protagoniste sugli abiti da cocktail e gli shorts.

Bianco, verde acido, corallo e azzurro sono le tonalità che spiccano di più e trasformano l’intero outfit in un’opera d’arte. Sulle camicie di seta, sono applicate fantasie floreali in movimento. E la sera è tripudio di luce con abiti charleston che brillano sulla passerella, impreziositi da frange, pietre, perline e ricami preziosi, come anche gli abiti in chiffon, fluidi e morbidi.

John Richmond


La Primavera/Estate 2015 di John Richmond, va in scena con una collezione sexy, aggressiva, con un tocco rock. I look in passerella vedono soprattutto trasparenze con diversi motivi ricamati tono su tono e disegni simili a tatuaggi, che celano le silhouette delle modelle, non nascondendo nulla, nemmeno la lingerie. Femminili e sensuali gli abiti, soprattutto quelli lunghi, dai colori che vanno dal bianco, al rosso, al nero.

I tessuti vanno dal satin, utilizzato soprattutto per i bomberini e per gli abiti più street abbinati a sneakers chic, e la pelle, nera o bianca, traforata, che troviamo in qualche abito e minigonna.

MSGM


Massimo Giorgetti, inventore del marchio, si affida ad abiti accattivanti per la sua collezione, con uccellini stampati e ricamati, ispirati al romanzo “Fredoom” di Jonathan Franzen. I volatili sono l’ossessione del brand MSGM.

Trussardi


Gaia Trussardi punta tutto sullo stile “atletico chic“, molto in voga negli ultimi tempi. Gonne in pelle da tennista, soprabiti di camoscio, tute sportive chic e bomber in pellami preziosi. Il tacco a cilindro dei sandali è un omaggio al design di Joe Colombo. Il lusso è di casa Trussardi nella collezione 2015.

Au Jour Le Jour

Frutta, gelati e cartoon japan sugli abiti stile ginnico di An Jour Le Jour. Il grande protagonista della collezione di moda di Au Jour Le Jour è il cibo. La collezione sembra essere un menù uscito da un ristorante molto strano: banane, fragole, ciliegie, sushi, biscotti, coni gelato, sui minidress, talvolta dal gusto rock, bluse più femminili e sportive, ma sempre chic, gonne corte e pantaloni larghi.

Gli accessori cult sono i morbidi stivali che si avvolgono sulle gambe delle modelle e pochette rigide molto trendy e glamour, proposte in tonalità accese. Il colore, l’ironia e la freschezza sono le caratteristiche principali di questa collezione, che mette l’acquolina in bocca.

Roccobarocco

Omaggio a Paolina Bonaparte e alle divinità greche per Roccobarocco, che ha rivisitato lo stile neoclassico in una versione punk, tutta black and gold. Pezzo must-have: il tubino nero con i cammei, che raffigurano la sorella di Napoleone, i top ricamati in oro e le gonne con stampe neoclassiche, il tutto portato con grandi collane con la testa di leone. Meravigliose inoltre le tuniche bianche, ispirate alle divinità greche, eteree e trés chic.

Per le gallery: credits www.vogue.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here