Credit: scommessemondiali2014.com

I 33 minatori intrappolati a circa 700 metri di profondità per circa 70 giorni sono diventi protagonisti di una nuova vicenda, fortunatamente non c’è nulla di tragico. Anzi.

Le vittime di questa tremenda avventura, conclusa tra il 13 e il 14 ottobre 2010, hanno deciso di girare un bellissimo video a sostegno della loro nazionale di calcio, rivelata una grande sorpresa di questi mondiali brasiliani.
Realizzato in collaborazione con Banco de Chile, la seconda banca più grande dello stato, che è anche lo sponsor della squadra nazionale cilena, il filmato ha appunto come protagonisti i minatori, che incoraggiano così i loro giocatori: “La Spagna è difficile? L’Olanda è difficile? – urla davanti alla telecamera uno dei minatori, Mario Sepulveda Espinaze, con sullo sfondo i colleghi stretti in un caloroso abbraccio – Noi non abbiamo paura del ‘gruppo della morte’. Noi non temiamo la morte! Perché noi la morte l’abbiamo già sconfitta”.

Un video che ha fatto il giro del web e che ha caricato a pieno la squadra sudamericana, allenata dall’argentino Jorge Sampaoli, che ha ottenuto il passaggio agli ottavi di finale dopo aver brillato nel cosiddetto “girone della morte” con Olanda, Spagna e Australia.
La nazionale cilena ha infatti battuto prima l’Australia, per 3-1, e poi la Spagna, 2-0, ed ora si giocherà il primo posto nel girone nel big-match con l’Olanda.

Sicuramente il video, e il patriottismo che unisce tutto il popolo cileno, darà alla nazionale di Vidal e compagni ancora più coraggio e passione per affrontare l’avventura in Brasile.

[Credit: imperiapost.it]

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here