Credit photo: de.normandie-tourisme.fr

La natura è in grado di regalarci spettacoli meravigliosi, come ci sta dimostrando proprio in questi giorni. Grazie all’eclissi di Sole del 20 marzo, per la quale tutto il mondo si è preparato nel modo migliore possibile, si è verificato anche un altro fenomeno spettacolare, quello che è stato denominato “marea del secolo”.

Proprio il 21 marzo, giorno direttamente successivo all’eclissi, l’allineamento tra Sole, Luna al perigeo e Terra ha avuto un effetto particolare in alcune parti della Francia Settentrionale, del Regno Unito e dell’Olanda, provocando una marea che ha lasciato i milioni di turisti – accorsi apposta per l’evento – senza fiato.

Ma il vero spettacolo si è avuto nella baia di Mont Saint-Michel, in Normandia, località arroccata su un rilievo e collegata alla terra solamente attraverso una striscia di terra molto sottile. In questo luogo l’oceano si è alzato di ben 14 metri – contro gli 8,7 metri soliti – e ha trasformato la baia in una vera e propria isola. Livelli veramente da record, che si verificano ogni 18 anni, avvenuto l’ultima volta nel 1997 e che potremmo rivedere nel 2033.

In questo primo giorno di primavera il primo picco di marea si è avuto alle 7.45, ma è stato al di sotto delle attese, soddisfatte poi la sera, verso le ore 20 circa, quando c’è stato il vero e proprio picco, che ha lasciato a bocca aperta i 10 mila turisti accorsi per assistere dal vivo a questo meraviglioso evento.

Ma questo non è stato un caso isolato perché, almeno a quanto dicono gli esperti, già un mese fa si stava iniziando ad avere a che fare con questi fenomeni di alta marea, che vedono in questo 2015 un anno veramente al top. E, se vi siete persi l’evento di Mont Saint-Michel di sabato scorso, non preoccupatevi perché di occasioni per rifarvi ce ne sono, almeno altre quattro: sono attesi, infatti, nei prossimi mesi altri picchi da far paura, anche se non allo stesso livello di questo. Prendete carta e penna e segnatevi le date sul calendario: 19 aprile, 31 agosto, 29 settembre e 28 ottobre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here