Credit: Spedix.it

La sua storia è complicata, dibattuta. È stata paralizzata per 40 anni dalla sua divisione, ma si è trasformata velocemente in una delle capitali più affascinanti dell’Europa.
Parliamo di Berlino, una città in continua evoluzione e, soprattutto oggi, in piena fase realizativa. Si è scrollata di dosso gli anni di oppressione straniera, ora sta rinascendo e viene paragonata sempre più spesso alle città di tendenza come New York, Londra o Parigi.

A causa della sua storia è priva di un vero centro ma è comunque ricca di monumenti e attrazioni, distribuiti equamente su tutto il territorio. Meta perfetta per molti turisti è una destinazione ottima per chi è alla ricerca di un mix eccezionale tra cultura e divertimento.

Eventi

Che sia arte, cultura o musica, a Berlino succede sempre qualcosa.
A gennaio ad esempio ci può assistere alla International Green Week: una manifestazione internazionale unica nel suo genere, dedicata all’alimentazione, all’agricoltura e all’orticoltura. Di genere diverso i principali eventi di febbraio, che si concentrano principalmente sull Festival Internazionale del Cinema di Berlino che, nato nel 1950, è la manifestazione più prestigiosa nel calendario degli eventi culturali della città.
I mesi primaverili si caratterizzano con le fiere internazionali, specialmente quella del turismo e quella aerospaziale, e lunghe notti ai musei. Da giugno poi il calendario si infittisce: Carnevale delle Culture, International Design Festival, la Christopher Street Day, cioè una festosa parata per celebrare e rivendicare i diritti dall’omosessualità.
A settembre la Berlin Marathon e a Ottobre il Festival of Lights. Infine, per gli appassionati di moda di tutto il mondo, la Berlin Fashion Week, evento in cui le modelle e gli stilisti più famosi portano le passerelle direttamente sulle strade della città.

Luoghi da visitare e attrazioni turistiche

Alexanderplatz – che prende il nome dallo zar Alessandro I – è certamente una delle più celebri piazze di Berlino, ma è famosa soprattutto perché è la più grande della Germania.
A rappresentare l’unità della città c’è la Brandenburger Tor (La Porta di Brandeburgo). Ispirata all’antica Acropoli di Atene, l’opera architettonica, realizzata in pietra arenaria, rappresenta inoltre uno degli esempi più belli di classicismo tedesco.
Il Duomo di Berlino, completato nel 1905, è il più grande luogo di culto protestante della città, luogo di sepoltura della famiglia reale prussiana degli Hohenzollern. Gravemente danneggiato a causa della Seconda Guerra Mondiale, il Berliner Dom è rimasto chiuso fino al 1993, mentre i restauri sono proseguiti fino al 2006, quando sono stati resi visibili anche gli otto mosaici della cupola: ora si può visitare in tutto il suo splendore.
Dalla cattedrale religiosa alla cattedrale del traffico, la Berlin Hauptbahnhof, cioè la stazione centrale: uno dei progetti architettonici più spettacolare della città. Poi ancora il “ragazzo smilzo di Berlino”, cioè la torre della radio (Funkturm), il monumento alle forze armate, e gli edifici più moderni e funzionali costruiti dopo la disfatta della guerra: come la grande vela in alluminio del Kant-Dreieck di Charlottenburg, realizzata da Josef PaulKleihues, è il simbolo della nuova Berlino.


Per gli amanti della lettura c’è la Literaturhaus, dove l’atto di leggere è un’esperienza da condividere. Qui si incontrano le persone che amano i libri e i loro autori per ascoltare insieme le stesse voci, lasciare che le parole prendano vita e seguire insieme la propria immaginazione.

E infine, tra mostre, musei e castelli, non può mancare una visita alle parti del Muro di Berlino – caduto nel 1989 – ancora visibile, dove c’è inoltre la più lunga galleria d’arte all’aperto al mondo e ospita oltre cento dipinti murali originali: East-Side-Gallery.

Cucina e alloggi

L’internazionalità tipica di Berlino caratterizza anche la sua cucina: dalle specialità tipiche della cucina tedesca a ristoranti di tutto il mondo. La più antica tavola calda di Berlino si chiama Konnopke, poi c’è Blisse 14, un ristorante davvero speciale dove cucinano e servono persone affette da handicap, senza che nessuno lo noti. Infine il leggendario locale Loretta am Wannsee (sul lago Wannsee), con una nuova birreria all’aperto e un ristorante di nuova realizzazione, si presenta agli ospiti affamati, che hanno sete e cercano relax.


Secondo TripAdvisor i tre migliori hotel in cui alloggiare sono: Regent Berlin, Das Stue e, sul gradino inferiore del podio, Adina Apartment Hotel Berlin Hackescher Markt.

[Credit photos: visitberlino.de; Serena Bonamassa]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here