rentvillasinibiza.com

Trasgressione e natura incontaminata. Queste sono le due caratteristiche essenziali rispettivamente di Ibiza e Formentera, le isole sorelle dell’arcipelago delle Baleari. Apprezzate dai turisti di tutto il mondo, questi territori offrono due approcci all’ambiente completamente differenti. Mentre Formentera ospita un paesaggio ancora selvaggio fatto di spiagge, mare e parchi verdi e incontaminati, Ibiza è il regno delle notti brave e delle discoteche aperte fino a giorno inoltrato.

Le due isole sorelle sembrano proprio state create l’una per l’altra: dopo le scatenate notti a Ibiza quale luogo migliore dove rilassarsi se non la vicina Formentera? Le isole sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco: non a caso, poiché entrambe possiedono ricchezze culturali e risorse naturali degne di ricevere questo titolo.

Eventi

Sia Ibiza che Formentera offrono un ricco calendario di eventi e festività, all’insegna della cultura e del divertimento.
Formentera nei mesi estivi si anima con i festival di San Joan – un falò dove si bruciano tutti gli oggetti legati alle brutte esperienze vissute durante l’anno – e di Sant Jaume, dove viene celebrata la bellezza non solo dell’isola ma dell’intera Spagna.
La Virgen del Carmen – la festività che celebra il patrono della gente del mare – ricorre in tutte le isole che compongono l’arcipelago delle Baleari. Festeggiata il 16 luglio, questa manifestazione si caratterizza per la processione sul mare che viene eseguita per rendere onore all’immagine della Vergine. La celebrazione si conclude con il lancio di una corona di lauro in mezzo al mare.
Sant Ferran e Nuestra Señora del Pilar sono festività che celebrano rispettivamente il patrono del paese di Sant Ferran de Ses Roques e la patrona di Pilar de la Mola, due cittadine dell’isola famose in tutto il mondo.

Anche Ibiza è sede di feste e tradizioni popolari. Il 17 gennaio è la data della celebrazione di Sant Antoni de Portmany: in questa occasione l’isola intera viene adornata a festa per rendere omaggio al suo patrono.
Ad aprile l’isola vive un momento di sacralità con la Semana Santa: durante la processione in costume del Venerdì Santo uomini incappucciati trasportano la statua del Cristo attraverso la città di Ibiza.
Il mese re delle celebrazioni resta però agosto: durante il periodo dal 5 all’8 agosto si tengono la Fiestas de la tierra, celebrazioni per grandi e piccini. Il primo appuntamento è quello con la festività della Virgen de la nieve, patrona di Ibiza e Formentera. Seguono la manifestazione in ricordo dei pirati e marinai dell’isola e la celebrazione di Sant Ciriaco che ricorda la conquista dei catalani delle due isole a seguito della vittoria sui mori.

Luoghi da visitare

Formentera è la patria delle spiagge dalla sabbia bianchissima e del mare cristallino. Illetes e Llevant sono i tratti di costa più frequentati dai turisti sia per la loro bellezza che per gli ottimi servizi che offrono. Se si desidera invece una maggiore privacy e tranquillità non può mancare la visita a Cala Sahona e alla spiaggia di Migjorn.

Al di là delle spiagge e dei paesaggi incontaminati, Formentera è famosa anche per la sua Riserva delle Saline: un bacino fatto di pozze di sale che durante il periodo della cristallizzazione assume un colore roseo, lo stesso dei fenicotteri che si nutrono dei microrganismi presenti nelle pozze stesse.
Es Cap de La Mola, Es Cap de Barbaria e La Savina sono i tre fari che dominano il mare che circonda l’isola di Formentera. Pittorici e caratteristici, sono simboli di questo territorio che vale visitare per la loro suggestività e magnificenza.
Nonostante l’isola di Formentera sia meno mondaiola e rumorosa della vicina Ibiza, non significa che le manchino le occasioni di divertimento. Un esempio su tutti è il quartiere di Es Pujols, ricco di locali e ristoranti.

La Isla bianca – ovvero Ibiza – offre anche lei particolari scorci che non si possono perdere durante il soggiorno sull’isola. Primo fra tutti la baia naturale di Sant Antoni, a soli 20 minuti di distanza dalla città: le sue spiagge e calette sono situate in luoghi naturali incontaminati e l’acqua cristallina consente di fare splendide immersioni.
A Santa Eularia des Rius si trova l’unico fiume di tutte le isole Baleari. La caratteristica di questo luogo è la zona dei mulini che un tempo venivano utilizzati per produrre la farina che sosteneva l’intera comunità della cittadina di Santa Eularia.
Sant Josep di sa Talaia – a sud – e Sant Joan de Labritja – a nord – sono due cittadine di Ibiza caratterizzate da un paesaggio naturale fatto di spiagge e calette per tutti i gusti: dalle enormi distese di sabbia circondate da una rigogliosa vegetazione alle zone più intime nascoste e accarezzate da un mare limpido e caraibico.

Cucina e alloggi

Le due isole presentano una cucina tipica spagnola di qualità eccellente. Particolarmente rinomata è la qualità della patata di Ibiza, luogo in cui un prodotto semplice come un tubero sa essere esaltato al massimo e trasformato in un elemento di eccellenza. Fra i piatti tipici dei due territori spiccano la Pa Torrat amb Tomata, il Bullit de peix, l’Arroç de matances e il Sofrit Pagès. Il tutto da degustare con alcuni degli ottimi vini prodotti dai vitigni autoctoni delle due isole.

Gli hotel dove alloggiare a Formentera, consigliati da Tripadvisor sono: Hostal La Savina, Sa Volta (Es Pujols), Hotel Entre Pinos (Es Calo).
A Ibiza invece Tripadvisor consiglia Hotel Rural Can Pujolet, Agroturismo Sa Vinya D’en Palerm (Port de Sant Miguel) e Hotel Gran Sol Ibiza (Sant Antoni de Portmany).

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here