C’era una volta lo stereotipo della bionda carina e ingenua che veniva salvata dall’eroe di turno. Poi qualcuno cambiò le carte in tavola e fece diventare quella ragazza un’arma micidiale, in grado di combattere da sola, vivere senza un uomo, ed essere indipendente.

Lottiamo tutti i giorni contro i pregiudizi che ci declassano e ci fanno sentire, talvolta, inferiori agli uomini. Vi dirò una cosa, care donne: siamo meglio di loro. In tutto. Basta crederci. Cominciamo dal mondo nerd, una parola che nel linguaggio comune erroneamente indica una persona che passa il suo tempo davanti al computer e ha scarsi rapporti con l’altro sesso, ma al contrario sa essere in prima linea quando si tratta di argomenti tecnico-scientifici. Di solito il termine si associa ai ragazzi, ma anche le donne stanno prendendo piede in questo mondo, e lo dimostrano le serie tv, ma anche i film sui supereroi, in continua evoluzione in un mondo spesso sessista.

Buffy_Summers_the_freshmen_2

Tutto ebbe inizio con Buffy. Sebbene la tecnologia non era ancora ai massimi livelli negli anni ’90, la bionda cacciatrice di vampiri sapeva il fatto suo: giovane e carina alle prese con le forze del Male, che affrontava anche rischiando la vita. Ha provato a vivere una vita semplice, ma quando mostrava il suo lato “duro”, i ragazzi scappavano. Forse si spaventavano alla vista di un paletto.

BIG-BANG-THEORY-CUOCO_0

L’esempio lampante è The Big Bang Theory, dove lo stereotipo citato sopra è stato man mano smontato nel corso della serie. Penny è la vicina bionda, carina e ingenua, di cui il nerd Leonard si innamora. Una ragazza irraggiungibile, che tuttavia finisce per diventare parte del mondo del ragazzo e dei suoi strambi amici. Ed eccola che, dopo otto stagioni, si trova a fare citazione di Star Wars, Doctor Who, e ammette di guardare Game Of Thrones solo per i draghi e per le scene (tante) di nudo.

Un passo in avanti anche nel mondo dei supereroi. Sono ancora poche le donne che combattono il crimine con una divisa, eppure si fanno sentire. Una tuta di lattice nera, come la Vedova Nera della Marvel, che attira l’attenzione con il suo sex appeal, ma poi si scatena in mosse di combattimento degne di Karate Kid.

Siamo ancora poche in circolazione, perché non tutti gli uomini riescono ad andare oltre le apparenze. Ci guardano e ci giudicano perché conosciamo a memoria ogni evoluzione della squadra dei Vendicatori, e invece non sappiamo come flirtare quando ci presentano qualcuno. Il problema è degli uomini che non ci apprezzano. Dobbiamo, invece, essere fiduciose perché siamo una perla rara, non siamo donne da collezione. E un giorno troveremo anche noi quel qualcuno che andrà oltre le apparenze.

Essere nerd non ci rende diverse, ma solo stupendamente particolari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here