Credits photo: www.tantasalute.it

Estate: è arrivato il momento più temuto dell’anno che ci mette di fronte alla prova costume.

Sicuramente arrivare all’ultimo minuto con tanti chili da perdere dopo aver trascorso tutto l’inverno seguendo un’alimentazione inadeguata ed una completa inattività fisica non facilitano la situazione.

Impostare una corretta alimentazione tutto l’anno è certamente la scelta migliore per assicurarci un corretto stato di salute ed una buona forma fisica.

Inoltre è proprio durante questo periodo che iniziano a comparire metodi miracolosi, programmi di dimagrimento ultra rapidi, prodotti ultra modellanti. Bene, se vi trovate di fronte ad una di queste situazioni dovete fare solo una cosa: diffidare.

Invece di sperare nel dimagrimento miracoloso ed ultrarapido, possiamo iniziare a seguire qualche semplice consiglio che, per chi si trova in una condizione di leggero sovrappeso, può rappresentare un ottimo modo per tornare in forma, mentre per chi necessità di interventi più lunghi è comunque un ottimo modo per iniziare a migliorare il proprio stato di salute, la propria forma fisica ed il proprio stile di vita.

Evitare i digiuni

Sfatiamo il mito del digiuno come soluzione per dimagrire. Saltare i pasti fa ingrassare.

Uno studio condotto dalla Ohio State University pubblicato sul Journal of Nutritional Biochemistry ha dimostrato che quest’abitudine non solo fa aumentare di peso, ma può anche provocare patologie metaboliche come il diabete di tipo 2.
Inoltre, il digiuno rallenta il metabolismo, predispone alla perdita di massa metabolicamente attiva, la massa magra, e all’aumento di quella metabolicamente inattiva, la massa grassa.

Evitare la colazione, il pranzo o la cena può indurre infatti l’organismo ad immagazzinare più grasso, come riserva energetica, predisponendo maggiormente all’aumento del peso corporeo ed a stati clinici morbosi.

Si invece a piccoli pasti ripetuti, regolari e ben bilanciati in base alle specifiche esigenze nutrizionali durante la giornata.

Attività fisica

Attività fisica e corretta alimentazione sono fondamentali per assicurarsi un corretto stato di salute ed un adeguato peso corporeo.

Lasciamo a casa la pigrizia ed approfittiamo delle belle giornate per praticare almeno 30 minuti di attività fisica al giorno. Benissimo infatti le attività condotte all’area parta, come una passeggiata a passo sostenuto o un giro in bicicletta.

L’attività fisica infatti non solo aiuta a ridurre il peso corporeo, ma riduce anche lo stress, migliora la pressione, il tono muscolare, l’attività cardiaca, riduce i livelli di colesterolo migliorando la quantità di colesterolo buono (HDL).

Scegliete quella che vi piace di più, idonea al vostro stato di salute, e se proprio siete pigri allora coinvolgete i vostri amici. In questo modo vi sentirete più stimolati e supportati a livello emotivo.

Contrastiamo la ritenzione idrica

Per combattere la ritenzione idrica prima di tutto è importante assicurare all’organismo un corretto apporto idrico.

Impariamo ad idratarci regolarmente e quotidianamente, assumendo la giusta quantità di acqua, almeno 1,5 litri di acqua al giorno, ricca di sali minerali estremamente preziosi per il nostro organismo.

Bene introdurre alimenti ricchi in potassio in grado di ridurre e contrastare la ritenzione idrica, come albicocche, pesche, legumi, kiwi, spinaci ed avocado, così come tutti quegli alimenti in grado di migliorare il microcircolo locale come frutti rossi, mirtilli, lamponi, uva rossa, anguria.

Tornare in forma senza rinunciare ai carboidrati

Ecco un altro mito da sfatare: per perdere peso in maniera corretta ed in salute non bisogna eliminare dalla propria alimentazione quotidiana i carboidrati.

Diverso è imparare a scegliere quelli giusti, preferendoli laddove possibile integrali.

Si quindi a pasta, riso, orzo, farro, avena, cous cous, grano saraceno, prestando attenzione solo alle quantità consumate ed ai condimenti utilizzati.

Attenzione: integrale non significa dietetico, nel senso che favorisce la perdita del peso corporeo.
Il prodotto integrale è preferibile a quello raffinato in quanto non risulta impoverito della sua preziosa componente in fibre, vitamine, amminoacidi e sali minerali, assicurando un maggior senso di sazietà ed una minore insorgenza di picchi glicemici nel sangue.

Frutta e verdura non devono mai mancare

Frutta e verdura non devono mai mancare nel nostro piatto in quanto rappresentano una preziosa fonte di fibre, vitamine, antiossidanti, minerali e hanno un alto potere saziante.

L’ottimo apporto in acqua e sali minerali infatti aiuta a riequilibrare il bilancio idrico del nostro organismo, contrastando l’afa e la ritenzione idrica.

La dose giornaliera raccomandata è quella di 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura, preferendola cruda e di stagione.

Ottimi anche i frullati ed i centrifugati, un naturale elisir di giovinezza grazie ad un elevato quantitativo di sostanze antiossidanti contenute in questi alimenti.
Non solo ci sentiremo più idratati e leggeri, ma anche la nostra pelle acquisterà colore e luminosità.

Una buona alimentazione è amica della salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here